Azioni Binarie

Per azioni binarie si intendono delle opzioni binarie che hanno come asset un titolo azionario. Per comprendere meglio quanto appena descritto occorre scomporre il termine “azioni binarie” e presentare i termini separatamente. Fatto questo, vedremo come sia possibile fare trading online con questo strumento molto interessante.

Cosa sono le opzioni binarie

opzioni binarie
opzioni binarie

Le opzioni binarie sono degli strumenti derivati il cui valore dipende da altri strumenti finanziari chiamati “asset” o “sottostanti”, come ad esempio azioni (da cui le azioni binarie), cross valutari, materie prime e indici azionari. Con le opzioni binarie l’utente può trarre profitto pronosticando sulla direzione che il prezzo di una determinata opzione avrà ad una determinata scadenza.

Le opzioni binarie sono divise in poche categorie:

  • Opzioni Call: si comprano opzioni call se si pronostica il rialzo del prezzo di un asset
  • Opzioni Put: si comprano opzioni put se si pronostica sul ribasso del prezzo di un asset
  • Opzioni Touch/No Touch: sono opzioni con cui si pronostica un tocco (touch) del prezzo dell’asset di una determinata quota, oppure il fatto che non si tocchi per nulla (no touch)
  • Opzioni One Touch: si pronostica su un singolo tocco di una determinata quota

Il profitto derivante dall’esattezza del pronostico è a percentuale predeterminata, perciò si conosce già prima della selezione e negoziazione. Tale percentuale varia a seconda della tipologia di opzione e dell’asset. Mediamente variano dal 70% al 300%.

In sintesi, per fare trading con opzioni binarie, il trader deve:

  1. Selezionare una tipologia di opzione
  2. Selezionare un asset, una scadenza, un budget
  3. Comprare l’opzione selezionata

Alla scadenza dell’opzione, che può essere da pochi minuti e poche ore, il prezzo dell’asset deciderà se l’investitore ha chiuso “in the money” (se ha vinto), out of the money (se ha perso) oppure se come avviene in rari casi è finito in pareggio.

Cosa sono le azioni

azioni
Azioni

Le azioni sono il mattoncino che sta alla base del nuovo capitalismo, sono ciò che rende possibile l’ampliamento delle aziende fino a far fare loro il grande passo, ovvero la richiesta di capitale di terzi in cambio di titoli (le azioni, appunto) che rappresentano micro porzioni della proprietà dell’azienda stessa. Quando si possiedono azioni si possono rivenderle, ottenere dividenti, votare nelle assemblee (ad esempio per approvare il bilancio). Ovviamente, come si può ben capire, più le società sono grandi e più il diritto di voto è un pregio relativo, in quanto i maggiori azionisti detengono maggior peso e quindi molti più voti a disposizione.

Ad ogni modo, quando i risultati dell’azienda quotata in Borsa vanno bene, le azioni salgono. Al contrario, quando vanno male, il prezzo delle azioni scende. Questo in linea di massima. In realtà il prezzo delle azioni può subire variazioni per tanti motivi, come ad esempio: sentiment, voci ufficiali e ufficiose su accordi o strategie di mercato, acquisizioni di altre società, fusioni, lancio di nuovi prodotti ecc. Questi sono soltanto alcuni dei fattori che possono influire sul prezzo dei titoli azionari . Considerati questi elementi, si possono effettuare pronostici sui movimenti dei prezzi delle azioni.

Tali pronostici, analisi e considerazioni possiamo farli autonomamente oppure affidarci all’opinione degli analisti esperti, come ad esempio quelli delle banche d’investimento, che emettono giudizi periodici pubblicando consigli di “buy” (acquisto), “sell” (vendita), “neutral” (neutrale). Tali giudizi, chiamati “rating”, sono spesso accompagnati dai target price, ovvero i prezzi obiettivo, ovvero le quote di prezzo che prevedono saranno raggiunte dal titolo considerato.

Gli indici azionari

indici azionariNella famiglia delle azioni binarie si possono aggiungere anche gli indici azionari, ovvero i raggruppamenti di azioni di un determinato paese. Esempi di indici azionari sono il FTSE Mib (Italia), Dow Jones (USA tecnologiche), CAC (Francia), DAX (Germania), Nikkei (Giappone) ecc. Pronosticare sugli indici è solitamente più semplice che pronosticare sulle singole azioni, perciò è bene tenere in considerazione la possibilità di utilizzare opzioni binarie su indici, oltre che su azioni.

 

Differenza tra azioni e azioni binarie

Ora che abbiamo visto in cosa consistono le opzioni binarie e che abbiamo fatto un ripasso sulle azioni, vediamo qual è la differenza tra le azioni e le azioni binarie. Potremmo porci la seguente domanda: cosa succede se compro un’azione? Cosa succede se compro un’azione binaria?

Se compro un’azione passo sicuramente da uno sportello bancario, pago commissioni, firmo carte e aspetterò un buon momento per dare l’ordine di vendita. Solitamente, non si tratta né di operazioni veloci, né di operazioni a breve termine.
Se compro un’azione binaria posso guadagnare comodamente da casa, senza recarmi in nessuna banca, senza commissioni e ogni operazione dura pochi minuti o al massimo poche ore (lo decide l’utente). Ovviamente chi compra un’opzione binaria pronostica soltanto sul prezzo di un’azione, perciò non ne diventa proprietario, non acquista cioè il titolo azionario.

Come si fa trading sulle azioni binarie

Per fare trading sulle azioni binarie occorre una piattaforma di negoziazione. I broker di opzioni binarie consentono di negoziare sfruttando le piattaforme online presenti sui loro siti ufficiali, perciò per operare basterà connettersi. Prima di fare trading con un broker, occorre effettuare la registrazione in modo che lo stesso broker riceva i dati utili per i pagamenti e per i prelievi.

Le piattaforme di trading sulle azioni binarie consentono di piazzare tutti gli ordini visti precedentemente, quindi scegliere la tipologia di opzioni, le azioni, le scadenze, gli importi da investire ecc.

*Il tuo capitale potrebbe essere a rischio. Questo contenuto non costituisce un consiglio di investimento.