Come Investire a Luglio 2015

0
2657
Studiamo come investire nel mese di luglio 2015

Studiamo come investire nel mese di luglio 2015In questo articolo vi offriamo qualche consiglio pratico e trasparente su come investire a luglio 2015, un mese che parte con un terremoto dal punto di vista finanziario.

Vai all’articolo “come investire ad agosto 2015”

Infatti, le borse sono andate giù di brutto per via della crisi in Grecia, giunta ad un punto di svolta finale, a quello definitivo. La rottura dei tavoli del negoziato “in senso unilaterale” come amano specificare da Bruxelles, da parte di Tsipras, ha fatto cadere i listini di tutta Europa ma anche americani e giapponesi. In Grecia è panico, tra banche chiuse, prelievi razionati (solo per chi dispone di una carta di credito, per gli altri uno speranzoso arrivederci), la proposta di un referendum che si terrà il 5 luglio. Prima di questo, Juncker ha fatto un’ultima proposta a Tsipras il quale ha lanciato un’altra contro proposta che è stata rigettata in tutto dalla Merkel. Sintesi: Tsipras chiede di votare per il No, Merkel chiede di votare per il Sì e spodestare di fatto Tsipras. Si è giunti ai ferri corti e la guerra terminerà domenica 5 luglio. Prima di allora, i mercati hanno visto dei crolli e tantissima volatilità.

Per chi non avesse ancora una piattaforma di trading consigliamo il di scaricare la piattaforma gratuita Plus500.

Il trading intraday ha dato buoni anzi ottimi frutti a coloro che hanno indovinato i loro pronostici, poiché i ribassi repentini, così come le correzioni, hanno causato sicuramente panico ma hanno anche premiato chi ha investito nella giusta direzione. Essendo il trading online una pratica in cui si possono fare pronostici anche al ribasso, si è assistito ad una valanga di richieste per l’apertura di posizioni short sui listini europei.

Investire nella prima settimana di luglio 2015

In questa prima settimana del mese, consigliamo di fare trading soltanto a chi possa seguire la situazione nei tempi di apertura del mercato e consigliamo vivamente di evitare il rollover, ovvero di lasciare posizioni aperte durante la notte. Se lo fate, potreste guadagnarci molto ma anche perdere, poiché alla normale e fisiologica frenesia di apertura dei mercati al mattino si aggiunge l’alta volatilità e la possibilità di arrivo di notizie importanti durante la serata, tarda serata, notte, mattino presto e momenti pre apertura. Consigliamo anche di impostare degli Stop Loss stretti, ma comunque elastici. Infatti, essendo i mercati molto volatili, sarebbe un peccato vedere la chiusura di una posizione per un primo andamento del mercato e perdersi così la correzione successiva.

Per quanto riguarda l’ottimizzazione dell’operatività “in tempo di guerra” quindi:

  • Per chi dispone di un computer, seguire la situazione in tempo reale. Il tempo investito potrebbe farvi ottenere ottimi profitti se beccaste al volo una dichiarazione importante
  • Per chi è fuori e può controllare solo il telefono: piazzate tutte le notifiche necessarie, alert, stop loss, segnali gratuiti o a pagamento, tutto ciò che possa avvertirvi di una situazione interessante in atto su cui guadagnare oppure un avvertimento per andare a chiudere la posizione (prima ancora che lo faccia lo stop loss)

Su cosa investire nella prima settimana di luglio 2015

Per quanto riguarda gli strumenti finanziari, per la prima settimana di luglio consigliamo di restare sull’EUR/USD poiché sebbene dipenda anch’esso dalla questione greca, si muove più pacatamente dei listini azionari.

Se siete esperti o comunque potete restare su una postazione per diverse ore, allora tenete d’occhio l’indice Greco (GRE 20), il FTSE Mib, il Dax, il CAC, il Nikkei. Anche l’indice delle azioni giapponesi si è dimostrato altamente correlato con la questione della crisi in Grecia.

Meglio quindi rimanere sugli indici, poiché sulle singole azioni peserà il fardello complessivo della situazione. In primo luogo, ad essere più cartina tornasole degli altri sarà il settore bancario e i suoi titoli principali: Unicredit, Mediobanca, Intesa SanPaolo.

Su cosa investire nel mese di luglio: azioni

Grecia a parte, se possibile, possiamo tenere in considerazione alcuni particolari titoli azionari. Uno dei migliori appare il titolo di Moncler, la popolare azienda di produzione dei piumini passate nelle mani italiane e che già ha riscosso ottimi risultati. Ebbene, la HSBC ha alzato il target price della Moncler da 21 euro a 22. Altre azioni interessanti, tenute in “buy”, sono le azioni Buzzi Unicem, Saras e si potrebbe aggiungere anche Finmeccanica. Ad ogni modo, teniamo la proposizione di questi quattro titoli in gerarchia dal primo verso l’ultimo citato. Sono tutti in Buy, per analisti importanti.

Investire in oro, è il momento?

Luglio 2015 potrebbe essere anche il momento in cui l’oro torna a dire la sua, a fare la propria parte nello scenario economico internazionale. Infatti, considerata la crisi greca, gli USA che non decollano, la Russia che sembra sempre più un orso in letargo a cui calpestano la coda, il metallo prezioso potrebbe tornare ad essere un bene rifugio. In realtà, sembra che alle volte si faccia di tutto affinché possa rimanere in questo ruolo. Sarà perché tutti i governi più potenzi hanno nei loro forzieri tonnellate d’oro. Farle svalutare sarebbe davvero un peccato. Ad ogni modo, supposizioni a parte, l’oro potrebbe risalire e l’esito del referendum greco potrebbe spingere le quotazioni dell’oro proprio in questo senso.

La difesa, a volte è necessaria

Quando si parla di ribasso dei mercati si parla di vendite. Quando si parla di vendite si parla di investitori che tolgono il proprio capitale dal mercato e lo rifugiano nel proprio conto corrente o in altri titoli. Ebbene, se il mercato finanziario che seguite solitamente non vi convince molto in questo momento, se non vi sentite sicuri delle vostre scelte, non sarebbe neanche male star fermi per qualche settimana. La situazione greca è davvero uno scoglio difficile e non tutti sono abituati a nuotare in alto mare. Il paragone va bene poiché in alto mare si possono pescare tanti pesci, e anche grandi, si può fare cioè una pesca ricca. Ogni onda la si può surfare oppure si può subire. Dipende da voi, dal vostro impegno, dal tempo che deciderete di dedicare al trading. L’importante è che però si agisca con decisione. Buon mese di luglio a tutti voi, lettori e amici trader.

Preferisci copiare i TOP Trader?

Da oggi è possibile copiare automaticamente i migliori trader al mondo con la piattaforma di eToro. Scelgi i trader più performanti che vuoi copiare e replica con facilità le operazioni. Scopri come funziona