Lezione 12 – Esempio di trading sul Forex

0
258

In questa lezione del corso faremo un esempio di trading sul Forex, che vi consentirà di vedere come si traduce tutto ciò che abbiamo visto fino ad ora nella pratica.  Innanzitutto, se vi scoccia leggere e preferite vedervi un video tutorial, ascoltarlo e rivederlo tutte le volte che volete, stoppando e riprendendo quando preferite, allora qui di seguito trovate un video che fa al caso vostro. Non dimenticatevi di iscrivervi al canale, così da farci capire che questi video tutorial sul Forex li trovate utili.

Procedimento dell’esempio

Prima di procedere all’esempio, scegliete una piattaforma di trading con cui ripetere le stesse operazioni che faremo. In questo modo, anche se non avete mai fatto Forex trading prima d’ora, potrete imparare ripetendo tutto ciò che diremo nell’esempio.

Per scegliere una piattaforma, potreste ad esempio utilizzare la stessa piattaforma utilizzata da noi demo gratuita di Trade.com (non è richiesto deposito) oppure selezionarla dalla nostra pagina con le migliori piattaforme di trading.

Per procedere, seguite questi passaggi:

  1. Scegliete la piattaforma
  2. Iscrivetevi e scegliete “modalità demo”
  3. Accedete alla piattaforma utilizzando i dati di login (email e password) forniti in fase di iscrizione

Bene, ora possiamo procedere.

Selezione dell’asset

Se si vuole fare trading sul Forex allora vuol dire che si vuole fare trading su una coppia valutaria. La si può chiamare in diversi modi: coppia valutaria, cross valutario, coppia di valute, cambio di valute ecc. La sostanza non cambia.

Supponiamo che si desideri fare trading sul cambio euro dollaro, con la piattaforma di trading Trade.com.

Per prima cosa, occorre selezionare l’asset su cui negoziare, che in questo caso è rappresentato dalla coppia euro dollaro, il cosiddetto EUR/USD.

Per scegliere l’EUR/USD, occorre prima selezionare la categoria “Forex” o “Valute”. Così facendo, si aprirà un insieme di sottocategorie tra cui Maggiori, Minori, Cripto ed Esotiche.

Come si seleziona la categoria Valute nella piattaforma trading Forex

Selezioniamo “Maggiori” e procediamo.

Così facendo, sulla parte destra della piattaforma apparirà la lista di tutti i maggiori cross valutari su cui si può negoziare. Tra questi vi è l’Euro Dollaro, il cross più scambiato sul mercato Forex (che infatti trovate in seconda posizione nella figura qui in basso). Ricordiamo che stiamo utilizzando la piattaforma di trading Trade.com.

Gli asset specifici della categoria Valute Maggiori del Forex

Monitoraggio del grafico

Quando si seleziona una coppia valutaria, ad esempio l’EUR/USD, cliccando sul suo nome, viene visualizzato il suo grafico in tempo reale nella parte inferiore della piattaforma.

Lo potete vedere nell’immagine sottostante. Abbiamo cliccato sulla riga relativa a “EUR/USD” e in automatico ci è comparso il grafico delle quotazioni euro dollaro in tempo reale (in basso).

Grafico relativo all'euro dollaro

Il grafico euro dollaro in tempo reale, così come quello di qualsiasi altra coppia di valute, è molto importante quando si fa trading sul Forex. Infatti, prima di aprire una posizione occorre effettuare delle considerazioni sull’andamento del prezzo. Il grafico, in questo, è lo strumento migliore che ci sia.

Si può modificare facilmente la visualizzazione del grafico scegliendo tra grafico a barre, a linee o in altre modalità. Inoltre, si può cambiare il timeframe, ovvero l’arco temporale che intercorre tra un segno nel grafico e il suo successivo.

Oltre a dare “un’occhiata” sommaria, si possono utilizzare strumenti di analisi tecnica. Dell’analisi tecnica nel Forex parleremo più avanti. Per ora, ci basta dire che cliccando sul pulsante “indicatori”, si possono applicare numerosi indicatori in modo semplice e veloce. Inoltre, è possibile effettuare disegni a mano libera, applicare le linee di ritracciamento di fibonacci, ingrandire il grafico a schermo intero e così via.

Apertura della posizione di trading

Per investire al rialzo o al ribasso su una coppia valutaria del Forex occorre aprire una posizione di trading.

Per aprire una posizione di trading occorre cliccare su “Compra” o su “Vendi”:

  • Compra: per aprire una posizione rialzista, ovvero che ottenga dei profitti proporzionali al rialzo del prezzo
  • Vendi: per aprire una posizione ribassista, ovvero che ottenga dei profitti proporzionali al ribasso del prezzo

Attenzione: quando si dice “vendi”, in questo caso, non significa vendere qualcosa che si è già acquistato. Significa, bensì, come detto, aprire una posizione al ribasso. Quindi si può anche semplicemente aprire una posizione al ribasso senza aver fatto nulla prima.

Per il nostro esempio, decidiamo di aprire una posizione al rialzo su EUR/USD. Per fare questo, cliccheremo sul pulsante “Compra” sulla stessa riga di comando dell’EUR/USD.

Come si apre una posizione al rialzo su EURUSD

Impostazione dei parametri dell’ordine

Una volta cliccato su “compra”, si apre una finestra in sovrimpressione. Si tratta della finesta dell’ordine, in cui impostare i vari parametri dell’ordine di trading.

Finestra di impostazione parametri dell'ordine Forex

Come si può vedere, si può inserire l’ammontare di euro sui quali negoziare. In questo caso:

  • 3000 rappresenza il capitale nominale, ovvero l’ammontare su cui si negozia
  • 100,52€ (pari a 115,18$ in quel momento) rappresenta il margine richiesto, ovvero la quota che si impiega per aprire la posizione

Cambiando l’ammontare del capitale nominale, si aggiorna automaticamente anche il margine.

Infatti, il margine in questo caso viene calcolato in base ad una leva finanziaria pari a 1:30. Ciò vuol dire che per muovere 30€ occorre 1€. Proporzionalmente, per muovere 3000€ occorrono 100€. La leva finanziaria è tipica dei CFD.

Per aprire la posizione effettivamente, occorre cliccare su “inserisci un ordine”.

Tuttavia, prima di fare questo, consiglio a tutti di impostare sempre lo Stop Loss.

Impostazione Stop Loss e Take Profit

Stop Loss: consente di impostare un livello di perdita massimo, che se raggiunto fa scattare la chiusura automatica della posizione in perdita. Questo serve per bloccare le posizioni in perdita ed evitare ulteriori perdite.

Take Profit: consente di impostare un livello di profitto, che se raggiunto fa scattare la chiusura automatica della posizione in profitto. Questo serve per “far cassa” e approfittare del raggiungimento dell’obiettivo di profitto.

Di questi due ordini ne parliamo meglio nel capitolo del corso denominato ordini nel Forex.

Sipossono spuntare queste caselle per impostare una chiusura automatica.

Stop Loss e Take profit nel Forex

Monitoraggio della posizione

Una volta aperta la posizione, si può monitorare l’andamento della propria operazione sul grafico in tempo reale. 

Come abbiamo visto nel paragrafo relativo al monitoraggio del grafico, sulla piattaforma di trading Forex online, come ad esempio Trade.com che stiamo usando per il nostro esempio, compare sempre il grafico in tempo reale.

Questo consente di avere sempre sotto controllo e sott’occhio l’andamento del prezzo dell’asset su cui stiamo negoziando, che per il nostro esempio è rappresentato dalla coppia di valute EURUSD.

Inoltre, utilizzando gli strumenti grafici dell’analisi tecnica, è possibile visionare facilmente linee di tendenza, medie mobili, oscillatori, bande, linee di ritracciamento, volumi e tutto ciò che serve per avere un’idea chiara di ciò che sta accadendo alle quotazioni dei prezzi sul mercato.

Monitoraggio del conto

Allo stesso modo, sulla piattaforma di trading è sempre visualizzabile anche la situazione del conto. Sulla piattaforma che stiamo utilizzando si trova in basso a sinistra e comprende le voci:

  • Saldo: rappresenta il valore del conto escludendo i profitti e le perdite in corso
  • Equità: rappresenta il saldo al netto dei profitti e delle perdite, con il ritorno dei margini. In pratica, è ciò che sarebbe il saldo se tutte le posizioni venissero chiuse.
  • Margine Disponibile: è il margine subito utilizzabile. Su Trade.com è dato dalla formula (Equità – Margine Usato)
  • Margine usato: il margine utilizzato nelle posizioni attualmente aperte. Se avete più posizioni aperte, sommerà i margini delle varie posizioni aperte.
  • Profitti/Perdite: il conto dei profitti e delle perdite delle posizioni aperte. Qui potrete vedere subito se nel loro complesso le operazioni stanno producendo profitti o perdite, se stanno andando bene oppure male. Se avrete solo un’operazione aperta, qui avrete un’idea precisa istantanea del suo andamento.

Chiusura della posizione e bilancio finale

Per chiudere la posizione occorre cliccare sul pulsante “CHIUDI” in prossimità della stessa barra dell’asset sul quale si è aperta la posizione.

Una volta chiusa la posizione, potrete tornare a visualizzare il conto (come visto nel paragrafo precedente) per vedere il vostro bilancio aggiornato.

 

Da oggi è possibile iniziare a fare trading CFD con conto demo con questa piattaforma leader al mondo, autorizzata in Europa dalla CYSEC ed iscritta al registro CONSOB