Lezione 7 – Leva Forex nella pratica

0
3624

In questa settima lezione della guida Forex vediamo cosa succede nella pratica quando decidiamo di investire nel Forex una piccola somma. Faremo questo tramite un esempio con la coppia valutaria EUR/USD.

La cosa migliore in questo caso è ripetere gli stessi procedimenti con la stessa piattaforma, al fine di avere un migliore quadro complessivo e imparare a svolgere le operazioni dopo una prima pratica “dettata”. Quindi, iniziate accedendo gratuitamente alla piattaforma Plus500. Ciò che vi serve è soltanto un’email Non è richiesto alcun deposito.

Bene, siamo pronti per iniziare.

Esempio di trading Forex con leva finanziaria

Lanciando la piattaforma si aprirà automaticamente la sezione dedicata alle valute, come potete vedere qui sotto.

leva forex nella pratica

Come potete vedere, sulla sinistra si possono scegliere anche altri strumenti finanziari, tra cui i cambi, ovvero le coppie valutarie del Forex. Sulla destra, abbiamo selezionato la coppia EUR/USD  e sotto compare automaticamente il grafico della coppia selezionata. Dato il trend in ribasso, decidiamo di “puntare al ribasso” al fine di fornirvi un esempio di operazione di trading.

Per aprire una posizione al ribasso basta cliccare sul pulsante “vendi” relativo alla coppia EUR/USD.

Così facendo, apparirà questa finestra.

vendita con leva forex

 

Nel momento in cui abbiamo cliccato su “vendi” il tasso era pari a 1,27. Questo tasso continuerà a cambiare in tempo reale fin quando non cliccheremo “vendi” anche in questa finestra.

Perciò, decidiamo una quantità di EUR/USD da negoziare e clicchiamo su vendi. Come potete vedere, qui c’è scritto “Utilizza la leva finanziaria” ed infatti per acquistare una quantità pari a 6.000 € utilizziamo un margine iniziale di 30€ (tenete a mente questa somma). Potremmo impostare lo stop limit o stop loss, ma dato che ora stiamo spiegando la leva finanziaria nel Forex, preferiamo farlo in una lezione successiva.

Ad ogni modo ricordatevi che è sempre bene impostare almeno lo stop loss! In questo modo eviterete di incorrere in eventuali ribassi repentini dello strumento su cui negoziate. Clicchiamo su vendi e vediamo cosa è cambiato nella finestra principale.

vendita-leva-forex

Come vedete, sotto la coppia valutaria EUR/USD è comparsa la posizione che abbiamo aperto. L’ID è il suo numero identificativo. P&P sta per Profitti e perdite.

Sempre nella stessa videata, in basso a sinistra troviamo delle informazioni che ci offrono una panoramica della nostra situazione, molto utile nel caso investiate su numerosi prodotti contemporaneamente.

margine-mantenimento-forex

Ora badate bene che nella piattaforma Plus500 la voce “margine” all’apertura della posizione include sia il margine iniziale che il margine di mantenimento, in proporzione 50-50%. Infatti, tra le voci del conto si può notare come il margine di mantenimento sia effettivamente pari a 15€ (50% rispetto ai 30€ di margine).

Ora, per avere informazioni dettagliate su ogni singola posizione da noi aperta, clicciamo su “posizioni aperte” in alto.

posizioni-aperte-1

posizioni-aperte-2

Scusatemi, ma non entrava tutta in un solo screenshot. Bene, come potete vedere trovate tutte le info e i pulsanti per chiudere la posizione o impostare stop limit e stop loss. Potete vedere la differenza tra il margine iniziale e il margine di mantenimento.

Dopo venti minuti, chiudo la posizione. Ora badate bene che dal momento in cui ho fatto lo screenshot e la chiusura effettiva c’è stato un’altro scatto in rialzo, perciò ho perso qualcosina.

chiusura posizione forex

Ad ogni modo, cliccando su “posizioni chiuse” si possono recuperare i dati al fine di consultarli.

cihusura posizione forex dati

L’operazione si  è chiusa in positivo. Investendo 30 ho guadagnato 6€,  se avessi investito 300 avrei guadagnato 60€. In pochi minuti. Quanti? vediamo…

orario apertura forex

30 minuti, il tempo che ho impiegato per scrivere l’articolo. Durante la scrittura ho visto che stavo guadagnando anche più di 7 euro, ma volevo aspettare il momento finale per offrire un quadro completo.

A proposito, vediamo la nostra nuova posizione generale. Andiamo nuovamente sulla sezione “negozia” e in basso a sinistra troviamo:

panoramica conto forex

Come potete vedere, non essendoci più operazioni aperte non vi è più differenza tra disponibile ed equity.

Quando la posizione è stata chiusa, infatti, il margine di mantenimento è stato restituito ed è rientrato nel capitale disponibile. Allo stesso modo è rientrato anche il margine iniziale al netto del conto profitto/perdite (che in questo caso vedeva 6 euro circa).

Quindi, al capitale disponibile di cui disponevamo inizialmente, pari a 17.068,75, sono stati aggiunti circa 6 euro di profitto e il capitale ora è di 17.074,90.

Passa alla lezione successiva – Operare sul Forex in sicurezza

Da oggi è possibile iniziare a fare trading CFD con conto demo con questa piattaforma leader al mondo, autorizzata in Europa dalla CYSEC ed iscritta al registro CONSOB