Prysmian fatica a segnare nuovi massimi storici. Che fare ora?

0
84
*Your capital may be at risk. This is not an investment advice

Prysmian è senza dubbio una delle blue chips che hanno la migliore impostazione a Piazza Affari, ma i livelli raggiunti sembrano imporre una pausa al rialzo.

Prysmian ha vissuto un 2016 molto positivo visto che il titolo è stato in grado di muoversi in controtendenza rispetto al mercato. Mentre il Ftse Mib ha ceduto poco più del 10%, Prysmian lo scorso anno ha messo a segno un rialzo di oltre il 20% che ha portato le quotazioni a segnare nuovi massimi storici oltre quota 24 euro a fine dicembre.
Questi top sono stati aggiornati anche in questa prima parte dell’anno in corso e precisamente a inizio febbraio quando il titolo si è spinto a lambire la soglia dei 25,5 euro. Da inizio 2017 i corsi si muovono sostanzialmente in trading range tra i 24 e i 25 euro, con parziali sporcature di questi due estremi al ribasso e al rialzo.
Ora Prysmian si sta riportando verso la parte bassa di questo piccolo canale laterale e oggi paga pegno in particolare alla bocciatura di Equita SIM. Gli analisti di quest’ultima hanno deciso di cambiare strategia sul titolo, modificando il rating da buy a hold, con un prezzo obiettivo che però è rivisto al rialzo del 9% a 27 euro.
La SIM milanese crede che anche il 2017 sarà un anno di crescita per Prysmian che però ora non più da comprare visto che dopo la buona performance messa a segno negli ultimi mesi ha raggiunto valutazioni che offrono un ridotto margine di upside rispetto alla valutazione espressa dagli analisti.
Non abbandona la view bullish invece Citigroup che a inizio mese ha ribadito la raccomandazione buy su Prysmian, con un target price alzato da 22,6 a 27,5 euro. La banca americana crede che il gruppo italiano potrebbe contare fino a 1 miliardo di euro per finanziare l’M&A, ma gli analisti si aspettano che eventuali operazioni siano mirate e finalizzate a migliorare la leadership in nicchie di mercato che offrono una elevata marginalità.
Dal punto di vista tecnico l’andamento laterale mostrato dal titolo nelle ultime settimane suggerisce una strategia di acquisto sulla debolezza, andando a liquidare le posizioni sulla forza, intervenendo così sui supporti e sulle resistenze.
Su tenuta dei 24 euro si potrà acquistare Prysmian con stop stretto a rottura dei 23,5 euro e target a 25 euro prima e a 25,5 euro in un secondo momento.
Per un ingresso sulla forza bisognerà attendere il superamento dei 25 euro, con stop a 24,5 euro e obiettivi a 25,5 e a 26 euro, ma riteniamo che questa seconda strategia sia caratterizzata da un rapporto rischio-rendimento meno favorevole rispetto alla prima.

Da oggi è possibile iniziare a fare trading in borsa in modalità demo gratuita con questa piattaforma leader al mondo e autorizzata in Italia dalla CYSEC

*Your capital may be at risk. This is not an investment advice
SHARE