ChatGPT vietato in Italia, ecco perché

0
1252
Scatta il divieto a Chat GPT in Italia

ChatGPT vietato in Italia a partire da oggi. L’Italia ha imposto lo stop immediato a ChatGPT e fatto delle richieste urgenti a OpenAI per mettersi in regola. Questo divieto è stato stabilito il venerdì 31 marzo dal Garante per la Privacy che ha disposto, con effetto immediato, la limitazione provvisoria del trattamento dei dati degli utenti italiani verso OpenAI, ovvero la società statunitense che ha creato e che gestisce effettivamente la piattaforma.

ChatGPT vietato in Italia: la motivazione ufficiale

La motivazione dello stop a ChatGPT è dovuta, secondo il Garante della Privacy, ad una mancanza di una informativa agli utenti, di cui OpenAI raccoglie i dati. Inoltre, specifica il Garante della Privacy, vi è una “assenza di una base giuridica che giustifichi la raccolta e la conservazione massiccia di dati personali”, ovvero i dati che la piattaforma utiilizza per scopo di addestrare gli algoritmi.

A tal proposito c’è anche da dire che il 20 marzo la piattaforma aveva subito un data breach, ovvero una perdita di dati. Questi dati riguardavano le conversazioni degli utenti ma anche delle informazioni relative al pagamento degli abbonati per il servizio a pagamento.

Contestualmente all’apertura dell’istruttoria, il garante della privacy ha anche evidenziato che il servizio è rivolto ai maggiori di 13 anni e perciò vi è l’assenza di qualsiasi filtro per la verifica dell’età degli utenti. Le risposte inidonee rispetto al grado di sviluppo potrebbe essere dannoso.

Infine, il Garante della Privacy ha fatto notare che OpenAI non ha una sede nell’UE ma ciò nonostante ha designato un rappresentante nello spazio economico europeo. Per tale motivo dovrà comunicare entro 20 giorni le misure intraprese per attuare quanto richiesto dal garante. Se non verrà attuato quanto richiesto, OpenAI incorrerà in una sanzione fino a 20 milioni di euro o fino al 4% del fatturato annuo globale.

Considerando anche la possibilità di risposte inesatte da parte della tecnologia, è consigliabile (così come sottolineato dalla stessa piattaforma) controllare attentamente eventuali risposte fornite da ChatGPT a proposito di dati riguardanti come e dove investire. Per tale fine, è sempre meglio effettuare valutazioni personali col supporto dell’analisi tecnica e analisi fondamentale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here