Comprare Azioni e Vendere: una Guida Completa

Comprare azioni è un’attività che può essere svolta comodamente da casa o dal proprio telefono, tramite siti sicuri e persino senza commissioni. Qui trovi tutte le informazioni che ti occorrono per acquistare azioni tramite broker online senza commissioni oppure tramite banca.

Ad esempio, puoi acquistare azioni senza commissioni tramite la piattaforma di eToro, al quale puoi iscriverti qui gratuitamente (non è richiesto deposito) e provarla anche in modalità dimostrativa, senza alcun obbligo.

Su questa piattaforma, che usiamo anche noi in tanti video tutorial, puoi comprare azioni o copiare investitori esperti. Puoi anche comunicare con gli altri utenti iscritti alla piattaforma e persino ottenere analisi tecniche gratuite, oltre a delle statistiche approfondite dei titoli azionari e delle società. Se ti interessa un video tutorial puoi trovarlo nella pagina dedicata alla guida eToro.

Fatte queste dovute premesse, continuiamo ora con la guida per comprare azioni nel 2021.

Comprare azioni: significato

Comprare azioni significa acquistare titoli azionari emessi da una azienda (società per azioni) che emette delle quote azionarie in cambio di denaro al fine di investirlo nella propria attività.

Chi acquista le azioni è detto azionista e possiede i titoli. L’insieme delle azioni emesse dalla società costituisce il capitale azionario.

L’investimento in azioni rappresenta la forma d’investimento più popolare al mondo, a tutti i livelli. Infatti, non si contano solo gli investitori, ma anche un grande numero di piccoli investitori. Questo perché in tanti preferiscono investire in azioni parte dei propri risparmi con l’obiettivo di farli fruttare anziché tenerli in banca con dei tassi d’interesse molto bassi.

Come funziona l'acquisto di azioni online

Come funziona l’acquisto di azioni

L’acquisto di azioni può avvenire in due tipologie di mercati: il mercato primario e il mercato secondario. Qui di seguito spieghiamo meglio cosa sono e come funzionano.

Acquisto di titoli azionari nel mercato primario

Il mercato primario si compone di quelle azioni di una società che si è appena quotata in borsa. In pratica, si tratta delle “prime azioni” messe a disposizione degli investitori.

Un’azienda che decide di quotarsi in borsa generalmente si accorda con degli istituti (generalmente le banche) al fine di collocare i titoli azionari sul mercato. Per “collocare” si intende l’agevolazione dell’incontro tra domande e offerta.

La banca responsabile del collocamento ha due tipologie di lavoro da compiere. Il primo è quello di curare tutto il lato burocratico, ovvero la documentazione indispensabile per l’ingresso in Borsa dell’azienda. Il secondo è quello di proporre i titoli azionari emessi dall’azienda agli acquirenti, in modo tale che la richiesta salga e così si possa formare un prezzo adeguato, il più vicino possibile al prezzo obiettivo definito dall’azienda.

Generalmente è la banca a scegliere i clienti delle prime azioni, perciò non si ha libero accesso. Perciò, non potete avere accesso al mercato primario a meno che non sia la banca a fornirvelo. Questo dipenderà da svariati fattori tra cui il pacchetto minimo, le disponibilità e la propensione all’investimento dimostrata. Solitamente però è un mercato riservato ai grandi investitori.

Acquisto di azioni nel mercato secondario

Il mercato secondario, come suggerisce la parola stessa, arriva in un secondo momento: dopo il primario. In pratica, dopo che i primi investitori hanno comprato le azioni nel mercato primario, queste azioni fanno praticamente già parte del mercato secondario e quindi possono iniziare le compravendite.

Quindi, semplificando le cose, i veri scambi iniziano dal momento in cui chi le ha comprate nel mercato primario inizia a rivenderle.

A questo punto, se lo desideri puoi entrare in scena, acquistando le azioni tramite:

  • Banca, direttamente allo sportello con l’aiuto di un consulente
  • Piattaforme di trading online della banca
  • Broker online e le loro piattaforme di trading

Banca o broker online? Dove conviene comprare azioni?

Meglio comprare le azioni in banca o tramite un broker online? Le differenze di costo possono essere anche molto importanti, così come i servizi offerti. Una banca solitamente offre un servizio più corposo, ma con delle commissioni più alte. Il broker online invece offre meno servizi (es. non ha servizi di consulenza) ma è generalmente più economico. Alcuni broker, come eToro, offrono addirittura azioni senza commissioni.

Se si decide di procedere tramite banca è meglio che sia la propria banca, ovvero che si abbia già un conto corrente aperto, essere clienti. Alcune banche offrono la possibilità di operare tramite delle proprie piattaforme di contrattazione, in cui poter gestire le operazioni (soprattutto di monitoraggio) in piena autonomia.

Quindi, oggi per acquistare azioni si possono utilizzare canali tradizionali o più moderni. Tra i canali tradizionali vi sono le banche e le SIM (Società d’Intermediazione Mobiliare). Tra i canali più moderni vi sono le piattaforme per comprare azioni online e per fare trading (i cosiddetti broker online).

Scopriamoli in maggiore dettaglio. Parleremo prima delle banche e poi passeremo alle piattaforme per acquistare azioni online o fare trading sul loro valore tramite CFD.

Acquistare azioni con una Banca

La banca è ancora il canale più utilizzato per l’acquisto di azioni. Se desideri comprare azioni in banca devi rivolgerti alla filiale presso la quale hai un conto corrente e chiedere una consulenza finanziaria specifica per investire in azioni.

Una volta che hai fatto la richiesta, prendi appuntamento con un consulente al quale potrai presentare le tue richieste e con cui potrai delineare un piano d’investimento azionario. Una volta terminato il colloquio, potrai dare al consulente l’autorizzazione ad acquistare azioni per tuo conto. Lo stesso consulente ti fornirà tutte le istruzioni per monitorare la situazione del tuo conto online. Lo stesso consulente deve essere sempre pronto a vendere le azioni una volta che deciderai di venderle, anche se generalmente ti consiglierà un periodo d’investimento minimo.

Le banche oggi generalmente prevedono anche una piattaforma per investire online su azioni, ma anche su fondi comuni d’investimento, obbligazioni, certificates, titoli di stato ecc.

Va infatti evidenziato che alcune banche oggi presentano l’investimento in azioni tramite gli ETF (Exchange Traded Funds), dei particolari fondi d’investimento le cui quote sono negoziate in borsa come le azioni. Hanno più liquidità di normali fondi ma hanno le caratteristiche dei fondi in quanto presentano una diversificazione di titoli al loro interno.

Le migliori banche per comprare azioni offrono la possibilità di investire su migliaia di titoli azionari dei principali mercati mondiali. Se si acquistano azioni tramite una banca, c’è da considerare una commissione, che può essere fissa o variabile, per ciascun orine effettuato. Invece, come vedremo in seguito, con i CFD anziché la commissione c’è uno spread (che comunque è un costo).

Ad ogni modo, con una banca le commissioni possono essere anche piuttosto alte. Un esempio di modello di commissioni può essere questo: 9,95€ per ordine eseguito che può ridursi a 6,95€ per 10 ordini eseguiti (o 100€ di commissioni), 2,95€ se si opera tanto. E queste, va detto, sono commissioni molto competitive. Se una banca non è molto competitiva, le commissioni possono persino raddoppiare.

Comprare azioni con la piattaforma di trading della banca

Le banche oggi generalmente consentono di accedere ad una piattaforma di trading per acquistare azioni in modo autonomo, senza passare dal consulente.

Per farlo, occorre attivare il servizio di online banking e successivamente aprire un conto di trading online. Per attivare il servizio di online banking generalmente occorre recarsi in banca e parlare con un consulente. Con la piattaforma di trading si possono effettuare compravendite di azioni e monitorare i grafici in tempo reale di tutti i prezzi.

Investire in azioni tramite SIM

Le società di intermediazione mobiliare (SIM) sono delle società per azioni che si occupano per l’appunto di intermediazione mobiliare. La differenza tra le SIM e le banche sta nel fatto che queste ultime svolgono anche un’intermediazione creditizia.

Le SIM possono operare in Borsa per conto proprio o per conto di terzi, svolgendo attività di vario genere tra cui operazioni di compravendita, così come di consulenza.

L’organo predisposto alla vigilanza dell’informazione e della correttezza dell’operato delle SIM è la Consob. Invece, a controllare la stabilità patrimoniale e gli influssi finanziari è la Banca d’Italia.

I servizi offerti dalle SIM comprendono collocamento, consulenza, gestione di portafogli e negoziazione. Per quanto riguarda l’argomento trattato in questa pagina, ovvero il comprare azioni, vale proprio il servizio di “Negoziazione”.

Infatti, le SIM svolgono attività di brokeraggio (negoziazione conto terzi), che include quindi l’acquisto e la vendita di azioni e altri strumenti finanziari nei mercati regolamentati.

Le SIM, generalmente, sono utilizzate da grandi investitori, tra cui gli investitori istituzionali. Questo perché comunque le commissioni applicate dalle SIM sono molto alte rispetto alle altre tipologie di canali che consentono di comprare azioni.

La migliore banca per comprare azioni nel 2021

La migliore banca per comprare azioni

La scelta delle banche è abbastanza varia e definire la migliore è impossibile poiché occorre valutare una serie di fattori soggettivi, per i quali ogni tipologia di utente può trovare vantaggi in una banca piuttosto che in un’altra.

Ad ogni modo, una delle migliori banche per comprare azioni nel 2021 è Fineco, ad esempio, per via delle basse commissioni che applica alle operazioni dei propri clienti, soprattutto per coloro che effettuano molte operazioni.

Fineco, inoltre, oltre a offrire azioni offre anche CFD. Per quanto riguarda i CFD, per i quali non vi sono commissioni bensì degli spread (generalmente più bassi), va evidenziato che la scelta è più varia poiché in questo caso entrano in campo i cosiddetti broker online.

Come comprare azioni senza intermediari

Li abbiamo appena menzionati e perciò li tiriamo nuovamente in ballo. Con i broker online si possono acquistare o per meglio dire negoziare azioni o CFD azionari senza intermediari.

In pratica, tramite una piattaforma si possono effettuare operazioni su contratti standard, senza intermediazione né consulenti. L’utente può operare in piena autonomia su ciò che vuole, aprendo posizioni con il capitale desiderato e chiudendole quando ritiene necessario.

Esempi di piattaforme per comprare azioni

Piattaforme per negoziare azioni

Se cercate una piattaforma per comprare azioni online, chiedetevi prima se intendete negoziare azioni vere e proprie, quindi titoli azionari, oppure CFD azionari. La differenza l’abbiamo menzionata poc’anzi ma è bene evidenziarla nuovamente:

  • Trading azioni: si tratta di negoziare titoli veri e propri, con dei costi di commissione per ciascuna operazione.
  • Trading con CFD: si tratta di negoziare strumenti finanziari (Contratti per Differenza) che replicano l’andamento di un asset sottostante, che nel caso dei CFD azionari è costituito per l’appunto da un titolo azionario. Ad esempio il CFD Amazon segue l’andamento del titolo Amazon in borsa. E’ possibile quindi negoziare al rialzo e sul ribasso del valore di Amazon.

Qu di seguito, approfondiamo meglio queste due modalità d’investimento, al fine di evidenziarne le differenze e renderti chiaro quale sia quella più adatta alle tue esigenze.

Piattaforme per il trading online su azioni

Le piattaforme per fare trading su azioni sono offerte sia da banche che da broker online. Esempi di banche sono FinecoBank, Binck e Unicredit, ad esempio, mentre un broker online è eToro.

Sulla piattaforma eToro infatti si possono negoziare vere azioni e in più si ha la possibilità di copiare automaticamente le operazioni di altri trader. Questa funzione è chiamata Copy Trading.

Con il Copy Trading si possono selezionare dei trader da una grande lista, in base a dei filtri e quindi con delle proprie preferenze, e attivare la copia degli stessi. Una volta che si inizia a copiare un trader si ottengono le sue stesse performance sul capitale, in proporzione a quanto investito. Infatti, su ogni copia si può decidere liberamente quanto investire.

Piattaforme per negoziare su azioni tramite CFD

La lista delle piattaforme per fare trading con CFD anziché comprare azioni vere e proprie è molto lunga. Ecco alcuni dei broker CFD azionari più popolari in Italia. Tutti i broker qui menzionati sono regolamentati a livello europeo e autorizzati in Italia per via dell’iscrizione al registro Consob delle proprie società di riferimento.

eToro – l’abbiamo appena menzionato ma come già evidenziato in precedenza, questo broker offre anche CFD. Abbiamo anche evidenziato la funzione di copy trading perciò non ci ripeteremo nuovamente. Per scoprire come funziona in dettaglio, potete leggere la nostra guida a eToro e per approfondire l’argomento del copy trading potete visitare la lezione specifica.

Come abbiamo spiegato in articoli e in video tutorial sul nostro canale Youtube di Giocareinborsa, su eToro le posizioni di acquisto con leva x1 (quindi senza leva) consentono di comprare azioni, mentre le operazioni di acquisto con leva e di vendita sono tutte con CFD. Nella finestra dell’ordine comunque viene sempre specificato se si tratta di azioni o di CFD.

La piattaforma di trading eToro
Plus500 – E’ uno dei nomi più noti a livello internazionale in fatto di CFD ed è uno dei principali leader al mondo di CFD azionari. L’offerta infatti consta di oltre 1.000 titoli azionari sui quali negoziare, che comprendono le principali borse di tutto il mondo, Italia compresa, per la quale offre le azioni del FTSE MIB ma anche alcune del Mid Cap. L’offerta più ampia è dedicata alle azioni del mercato statunitense. Copre ovviamente anche gli indici azionari. Anche su Plus500 abbiamo pubblicato una guida completa per l’utente, da consultare ogni volta che si desidera.

MetaTrader 4 – Non è un broker ma una piattaforma di trading alla quale si può accedere utilizzando i server messi a disposizione da alcuni broker che ne offrono l’utilizzo. In Italia, uno dei broker che ne offre l’utilizzo è AvaTrade.

Come negoziare azioni Amazon, Apple, Ferrero, Juventus da un solo broker

Alcuni titoli vanno più forte di altri, almeno nelle richieste o semplicemente nelle ricerche. Nell’ultimo periodo molta gente, molti trader e investitori, si sono interessati particolarmente alle azioni Amazon e Ferrero, così come alle azioni Apple e Juventus. Ovviamente ce ne sono anche altre, ma in termini di ricerche su Google, questi sono stati tra i più ricercati.

Ebbene, tutte le piattaforme menzionate fino a questo momento, consentono di comprare azioni Amazon e le altre qui indicate, così come la possibilità di fare trading su di esse con CFD.

Cosa significa vendere azioni con i CFD?

Quando si decide di vendere azioni usando i CFD è necessario aprire una posizione di denominata “Short” (“Vendi”). Quando si vende un CFD riferito ad un certo prodotto sottostante, il guadagno sarà proporzionale alla diminuzione del prezzo di quel prodotto.

I CFD in pratica copiano i movimenti effettuati dal prodotto detto sottostante, quindi se il trader apre una posizione short (vendita), potrà guadagnare se il prezzo del contratto future riferito a quel prodotto sarà più basso rispetto al prezzo a cui l’ha acquistato.

Usando questo metodo, è possibile guadagnare anche se i prezzi dei prodotti dovessero crollare. In questo caso, quindi, non sarà necessario attendere che il prezzo risalga come nel caso di chi ha comprato l’azione direttamente.

Come negoziare azioni in modo sicuro

La sicurezza dei propri fondi viene prima di qualsiasi altra cosa. Quando si investe si devono conoscere dall’inizio tutti i possibili rischi ai quali si va incontro, senza alcuna eccezione.

Se da una parte chi investe sa bene (o dovrebbe sapere) che il mercato finanziario vede dei continui saliscendi e quindi può mettere in conto il fatto di poter pagare il prezzo di una previsione sbagliata, dall’altra occorre essere quantomeno sicuri che si investa con un broker sicuro.

Quando si comprano azioni o si fa trading, in pratica, occorre avere la certezza che i propri soldi vengano destinati agli usi desiderati. Tutti. Chi desidera investire deve poter essere sicuro che ogni centesimo del suo investimento sia investito come pianificato.

La regolamentazione, in questo, gioca un ruolo decisivo. La Consob e gli enti di regolamentazione monitorano costantemente i soggetti che operano nel settore finanziario e soprattutto di accesso all’investimento. Per questo, qualunque società o ente offra la possibilità di comprare azioni, deve essere necessariamente autorizzata dalla Consob, regolamentata e offrire tutte le garanzie necessarie ai clienti per il tipo di servizio offerto.

Negoziare azioni con banche e broker regolamentati

Sulle tabelle del nostro sito proponiamo soltanto broker regolamentati a livello europeo e la cui società è iscritta al registro Consob. Ciò consente di avere degli alti standard che assicurano ai clienti alcuni fattori fondamentali come la liquidità, la trasparenza, la sicurezza nelle operazioni (sia di trading, sia di movimentazione del denaro).

In questa tabella sono presenti solo broker regolamentati e autorizzati in Italia che rispondono a queste esigenze.

  • Broker: eToro
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza: Cysec 109/10
    • Copia i migliori Trader
    • Scelta TOP criptovalute
    *Terms and Conditions apply **Il 67% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.
  • Broker: plus500
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec 250/14
    • Tra I migliori broker CFD
    • Ampia scelta Criptovalute
    *76.4% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: Capital.com
    Deposito Minimo: 20 €
    Licenza: Cysec 319/17, FCA, NBRB
    • Proposte con 0% spread
    • Formazione Gratuita
    *Terms and Conditions apply **Il 71,2% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore
  • Broker: Iq Option
    Deposito Minimo: 10 €
    Licenza: Cysec 247/14
    • Chat utenti in italiano
    • Deposito Minimo Basso
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: Trade.com
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec 227/14
    • Apri Conto con soli 100€
    • Metatrader 4
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)

Come si può vedere, per ciascun broker riportato in tabella c’è un collegamento alla recensione. Inoltre, è possibile notare che ogni broker menzionato fa riferimento ad un determinato ente regolatore, quali ad esempio CySEC e la Banca Centrale d’Irlanda.

Azioni e Borsa: una storia antica

L’azione rappresenta la forma di investimento più comune, da centinaia di anni. Basti pensare che i primi titoli negoziabili nacquero addirittura nel tardo medioevo.

Anche il termine “Borsa” è antico, poiché deriva dalle riunioni che si tenevano presso il palazzo Ter Buerse a Bruges, a partire dal XIV secolo. In queste riunioni vi si radunavano i mercanti per determinare il valore delle merci e delle valute.

Successivamente, altre borse sorsero ad Anversa (1531), Lione (1548), Francoforte (1585).

Qualche secolo dopo, nel XVII secolo, si diffusero le società per azioni a Siviglia, Parigi, Londra e Amsterdam.

In Italia, la prima borsa nacque a Venezia nel 1630. Ad essa seguirono Trieste (1775), Roma (1802) e più tardi Milano (1808) che poi nel XX secolo divenne la borsa più importante d’Italia, oggi con sede a Palazzo Mezzanotte, dove vi si trova dal 1932.

Per altre informazioni su come funziona la borsa rimandiamo al nostro articolo informativo.

Comprare azioni FAQ

Cosa significa comprare azioni?

Comprare azioni significa acquistare titoli emessi da società col fine di ottenere delle plusvalenze dalle variazioni di prezzo.

Cos’è un’azione?

E’ uno strumento finanziario e allo stesso tempo un titolo rappresentativo di una quota della proprietà di una società per azioni.

E’ possibile comprare azioni online?

Sì. Per comprare azioni online si possono utilizzare le piattaforme offerte da banche e broker online. Ne citiamo diverse nel presente articolo.

Che differenza c’è tra acquistare azioni e fare trading?

L’acquisto di azioni viene inteso in senso tradizionale come investimento a medio o lungo termine. Il trading di azioni invece viene generalmente inteso come investimento nel breve o brevissimo termine (speculazione).

Qual è l’investimento minimo su azioni?

Dipende dal canale che si sceglie per investire. Le banche e le società d’investimento tradizionali possono prevedere un investimento minimo al fine di garantire una giusta diversificazione. Le piattaforme dei broker online invece lasciano autonomia operativa e quindi la possibilità di investire esattamente quanto si desidera (anche poche decine o centinaia di euro), diversificando come si desidera.

Che differenza c’è tra comprare azioni e acquistare CFD?

Le principali differenze stanno nella leva dei CFD, che consente di investire capitali inferiori al valore sul quale si negozia, ma che comportano il pagamento dello spread e delle commissioni di overnight. Le azioni invece prevedono generalmente delle commissioni per l’acquisto, anche se vi sono dei broker che offrono la possibilità di comprare azioni a zero commissioni.