Trading su Bitcoin

0
586
Bitcoin

In questa pagina offriremo una panoramica dettagliata riguardo al trading su Bitcoin, la più importante criptovaluta e la più scambiata sul mercato. Se già sapete cosa è il Bitcoin, potete saltare la prima parte in cui spiegheremo cosa è e come funziona e partire direttamente dal terzo paragrafo, in cui spiegheremo come fare trading su Bitcoin. Se invece non sapete cosa sono i Bitcoin, vi consigliamo di leggere qualche informazione prima di iniziare a fare trading su questo particolare strumento finanziario.

Inoltre potete accedere alla guida completa al trading criptovalute e alla lista delle migliori piattaforme di trading criptovalute.

Per fare subito trading su Bitcoin, potete scegliere una delle piattaforme di negoziazione che offrono tale opportunità, tra le piattaforme comprese nella tabella qui sotto.

BrokerVantaggiDep. Min.Apertura Conto
  • Conto Demo gratuito illimitato
  • Solo 10€ come deposito minimo
  • Opzioni Binarie
  • Trading anche con 1 euro
  • Piattaforme intuitiva
  • Guida Completa
10€ VAI AL SITO
*Your capital might be at risk
  • Trend Dei Trader
  • Piattaforma Metatrader 4
  • Zero Commissioni
  • Segui Trend Dei Trader
  • Trading nel weekend
  • Guida Completa
100€ VAI AL SITO
*Your capital might be at risk
  • Tra i miglior broker CFD
  • Piattaforma potente e flessibile
  • Leva 1:300
  • Spread stretti
  • Senza Commissioni
  • Guida Completa
100€ VAI AL SITO
*Your capital might be at risk

Cosa è un Bitcoin?

bitcoinQuando ci si riferisce al Bitcoin al singolare e con la maiuscola, si fa riferimento al sistema, alla tecnologia e alla rete che strutturano questa moneta elettronica. Quando invece ci si riferisce ai bitcoin con la minuscola, ci si riferisce alla valuta.

Questa distinzione è importante poiché è importante capire che Bitcoin è un nuovo sistema di trasferimento del denaro, che presenta delle enormi differenze con quelli delle valute tradizionali. Infatti, i bitcoin sono monete solo elettroniche, non esistono fisicamente, non vengono coniate, così come non vengono nemmeno controllate da una istituzione centrale, come avviene ad esempio con le valute tradizionali, che dipendono dalle decisioni di una Banca Centrale (ad esempio per la loro nuova emissione).

Un’altra grande differenza tra i bitcoin e le valute tradizionali, sta nel fatto che le transazioni sono anonime. Così come le altre criptovalute, essa è composta di un codice di bit che consente di scambiarla e tenere conto delle transazioni, ma non di duplicarla.

Un’analogia sta invece nel fatto che sono al portatore, così come le valute tradizionali.

Al posto dell’ente centrale, c’è una struttura peer-to-peer. Non ci possono essere quindi svalutazioni decise da una banca centrale con l’immissione di nuova moneta. Al posto della banca ci sono i portafogli digitali.

Un po di dati sui Bitcoin

crittografia

Se aveste comprato 100$ di bitcoin nel 2009, alla sua nascita, nel 2017 vi saresteritrovati con 70 milioni di dollari. Ma non c’è bisogno di mordersi le mani, perché in pochissimi ci hanno creduto sin dai primi momenti e in tantissimi l’hanno comunque utilizzata senza tenersene molte nel portafoglio.

Anche negli ultimi anni, in cui Bitcoin è divenuta una realtà molto conosciuta e scambiata su tanti livelli, compresi quelli del trading online, ha fatto dei passi da gigante. Nel 2013 valeva circa 500 dollari, mentre nel 2017, a luglio, ne vale circa 2700. Se non fosse chiaro, parliamo di singoli Bitcoin.

Comprare un bitcoin oggi costa, ma i bitcoin possono essere comprati e scambiati anche in parti più piccole, in frazioni millesimali.

A proposito dei dati, prima di iniziare a investire in bitcoin come se non ci fosse un domani, considerate invece che un domani c’è e nessuno sa cosa potrà succedere. I bitcoin potrebbero continuare a acquisire valore, potrebbero stabilizzarsi, ma anche perdere valore e persino molto valore. Non si tratta di essere ottimisti o catastrofisti, ma si dovrà trattare di non perdere mai d’occhio la situazione, aggiornandosi tramite la lettura di news specifiche su questa crittovaluta.

Trading Sui Bitcoin

Oltre che ad acquistare bitcoin o scambiarli, tramite la sua piattaforma (raggiungibile dal suo sito internet), oggi esistono diverse possibilità per chi mira a risultati economici, tra cui quella di fare trading su bitcoin tramite i broker online di CFD.

I CFD sono particolari strumenti finanziari che replicano le performance di un altro strumento finanziario, che funge da benchmark. Nel caso dei CFD su bitcoin, i CFD replicano la performance del prezzo dei bitcoin.

Nota bene: con il trading di CFD su bitcoin non si acquistano bitcoin, ma si negoziano titoli sul loro valore. Ciò significa che acquistando un CFD su bitcoin, non si possiederà alcun bitcoin. Inoltre, il trading con CFD bitcoin è da intendere come operazione di breve termine, a differenza di un investimento tradizionale.

Il CFD consente di aprire una posizione sul bitcoin al rialzo o al ribasso, per poi chiuderla quando meglio si crede al fine di ottenere un risultato economico. Il risultato economico dipende dalla variazione di prezzo che interviene dal momento dell’apertura della posizione, al momento della chiusura. Il risultato economico è di profitto nel caso in cui il mercato si muove nel modo previsto, mentre è di perdita nel caso si muova in modo contrario alle proprie previsioni.

I profitti e le perdite derivanti dal trading su bitcoin, sarà proporzionale alle variazioni di prezzo intervenute.

Per altre informazioni sui CFD, visita la nostra guida completa ai CFD.

Esempi di trading su Bitcoin con Plus500

Vedremo qui due esempi di trading sui bitcoin, tramite due piattaforme molto conosciute, che offrono due diversi tipi di approcci a tale opportunità.

Partiamo dalla piattaforma di trading Plus500. Per tradare su bitcoin con Plus500 occorre selezionare bitcoin dalla categoria “criptovalute” situata nella colonna sinistra. Una volta selezionata, si può aprire una posizione di tipo “Acquisto” (rialzista) o di tipo “Vendita” (ribassista).

selezione bitcoin

Dopo che avrete deciso il tipo di posizione da aprire e cliccato sul pulsante corrispondente, dovrete impostare i dettagli dell’apertura della posizione. Questi comprendono:

  • La quantità di bitcoin da negoziare (utilizzando il tasto “-” si può ridurle e andare così ad operare con budget più limitati). Sarà sempre visualizzato l’importo del margine iniziale, ovvero la quota per cui ci si espone effettivamente. Infatti, c’è sempre da considerare che i CFD sono soggetti a leva, perciò si andrà a impiegare una somma molto più esigua rispetto a quella di un investimento tradizionale. Nel caso dei bitcoin con Plus500, la leva è pari a 1:30, perciò con 100€ si può avere l’effetto di un capitale di 30.000€. La quantità su cui negoziare è l’unico fattore non facoltativo, nel senso che tutti gli altri ordini che seguono qui sotto sono invece facoltativi.
  • Stop Loss: consente di impostare il tetto massimo di perdita che si è disposti subire per l’operazione, raggiunto il quale la posizione verrà chiusa automaticamente
  • Stop Limit: consente di impostare il livello di profitto desiderato, raggiunto il quale si è disposti ad accontentarsi e chiudere automaticamente la posizione
  • Chiusura garantita: non disponibile per tutti gli strumenti (ma lo è per i bitcoin) è un tipo di ordine che consente di chiudere automaticamente una posizione nel caso si verifichino cambiamenti repentini e drastici nelle quotazioni..
  • Stop operativo: è un ordine di tipo facoltativo e avanzato e vi si accede cliccando su “avanzate”. Spuntando questa casella si consente alla piattaforma di variare automaticamente l’asticella dello stop loss qualora il mercato si muova a proprio favore.
  • Acquista solo quando il tasso è: si spunta questa casella e si inserisce un valore nel caso si desideri impostare l’acquisto o la vendita (vendi solo quando il tasso è) solo nel caso in cui il tasso ovvero la quotazione raggiunga un determinato livello. Si noti bene che nel caso tale casella appaia spuntata e non modificabile, significa che il mercato è momentaneamente chiuso (le ore di non contrattazione).

impostazioni bitcoin

Una volta impostati i valori desiderati, si può cliccare sul pulsante “Acquista” o “Vendi” al fine di aprire la posizione.

La posizione, aperta, inizierà da subito ad avere effetti sul capitale disponibile.

Appena aperta, inoltre, il suo conto profitti/perdite partirà in negativo, per via della detrazione dello spread, da parte del broker, come proprio compenso per l’apertura della posizione in quanto intermediario e fornitore di CFD.

Quando si chiuderà la posizione, questa non avrà più effetti sul capitale. Il margine di mantenimento verrà restituito, così come il margine iniziale (la somma per cui ci si espone) al netto di profitti e perdite.

IQ Option per l’acquisto di bitcoin (CFD)

Un’altra modalità di trading su bitcoin è quella proposta dal famoso broker IQ Option, che oltre alle opzioni binarie ora offre anche opzioni classiche, opzioni digitali e persino la possibilità di acquistare CFD su bitcoin direttamente dal mercato.

Ma cosa differenzia i CFD bitcoin di IQ Option da quelli di Plus500?

La differenza sta nel fatto con IQ Option si possono acquistare bitcoin (CFD) senza leva finanziaria, perciò l’utente si espone per una somma pari alle quotazioni, comprensive tuttavia dello spread.

Per fare trading su bitcoin con IQ Option basta cliccare sul tasto “+” in alto per scegliere il bitcoin nella categoria Kripto, così come illustrato nella seguente figura.

selazionare bitcoin iqoption

Una volta selezionato, si potrà decidere l’importo da impiegare per l’acquisto e quindi cliccare su “acquista”. Le variazioni della quotazione avranno effetto sul capitale investito. Potrete rivendere quando vorrete e recuperare la somma in base al nuovo cambio tra dollari e bitcoin relativamente ai CFD di IQ Option.

Nota bene: in IQ Option non c’è leva finanziaria. L’acquisto verrà effettuato al prezzo del mercato riportato dal broker primario Thomson Reuters.

bitcoin iqoption acquista

Conclusione

Ma è meglio acquistare i bitcoin o fare trading? Si tratta di due cose differenti.

Tenete conto che il trading è una tipologia di attività finanziaria in cui si possono negoziare cifre molto più basse di quelle effettive (ad esempio con plus500, 30 volte più basse per via della leva 1:30) ma al tempo stesso avere un risultato economico che dipenda dagli effetti delle variazioni intervenute sull’asset, che in questo caso è il bitcoin.

Si tenga anche conto (anzi, si ricordi) che acquistare CFD non significa acquistare bitcoin, i quali invece sono acquistabili soltanto dalla piattaforma ufficiale Bitcoin, con l’omonimo portale web.

*Il tuo capitale potrebbe essere a rischio. Questo contenuto non costituisce un consiglio di investimento.
SHARE