giovedì, Maggio 26, 2022
Home Guida al Trading sulle Criptovalute

TRADING CRIPTOVALUTE
La guida definitiva per chi inizia

(Aggiornata al 2022)

In questa guida al trading su criptovalute trovi tutte le istruzioni pratiche per investire con le piattaforme più affidabili che puoi provare personalmente anche con un conto demo.

Clicca qui per iniziare a fare trading su criptovalute con la stessa piattaforma da noi utilizzata, per comprare criptovalute e rivenderle in modo facile e veloce, copiare le operazioni degli investitori esperti in modo automatico e mantenere le cripto acquistate in un portafoglio digitale sicuro.

crittovalute

Cosa sono le criptovalute

Le criptovalute sono delle monete virtuali e crittografate, che sono nate in alternativa alle valute tradizionali. Sono nate in rete e si muovono solo online. La criptovaluta più importante è il bitcoin e l’obiettivo dei suoi creatori era quello di offrire a ciascun possessore lo stesso potere d’acquisto in qualsiasi parte del mondo, con il valore deciso dal mercato e senza la possibilità di svalutazioni per via di ribassi dei tassi d’interesse da parte delle banche centrali. Le criptovalute quindi non sono emesse da alcuna “zecca di Stato” e non dipendono né da Banche Centrali né da altre istituzioni.

Le criptovalute hanno un valore espresso in valute tradizionali e generalmente in dollari. Quando si decide di investire in criptovalute, si fa riferimento a questo valore, che può essere leggermente diverso a seconda della piattaforma di scambio (exchange) sulla quale si può comprare e vendere.

Come funzionano le criptovalute

Le criptovalute sono al portatore, perciò appartengono a chi le detiene. Lo scambio di criptovalute avviene peer-to-peer, da utente a utente, senza il controllo delle banche o autorità centrali. Nell’esempio del Bitcoin, sia l’emissione della criptovaluta che la gestione delle transazioni vengono effettuate collettivamente dalla “rete” su un registro virtuale chiamato blockchain.

Ma perché si comprano le criptovalute? Dove si comprano? Perché si scambiano? E dove si scambiano? Sono tante le domande che ci si pone quando si parla di criptovalute.

Innanzitutto, va detto che si possono comprare sulle piattaforme criptovalute o le cosiddette “exchange criptovalute”.

Per quanto riguarda i trasferimenti, si possono trasferire per effettuare pagamenti tra gli utenti. Per trasferire una criptovaluta ad un altro utente invece la questione è più complicata, poiché serve inserire una chiave pubblica e una privata in modo corretto.

Ad ogni modo, ai fini del nostro articolo, spiegheremo solo ciò che riguarda l’investimento e il trading, quindi ci concentreremo su come comprare criptovalute e come fare trading al rialzo e al ribasso.

Perché si Investe in Criptovalute?

Il boom delle criptovalute è spiegato da diversi fattori, tra i quali mettiamo in evidenza i principali:

  1. Il fatto che alcune criptovalute abbiano raggiunto valori molto importanti
  2. La possibilità che l’evoluzione del bitcoin possa essere ripetuto da altre criptovalute (anche se non con lo stesso successo)
  3. L’emissione di nuove criptovalute, che partono da prezzi molto bassi e per le quali si nutre la speranza che possano salire molto di valore
  4. L’arrivo del bitcoin tra i fondi d’investimento, che ne fa aumentare l’importanza e allontana le possibilità di ban
  5. L’accettazione di bitcoin come metodo di pagamento da parte di aziende importanti e l’accettazione anche di altre criptovalute ad alta capitalizzazione da parte di sempre più siti web

A parte queste motivazioni, che hanno spinto tanti investitori e neo investitori ad acquistare criptovalute e in special modo bitcoin, ci sono anche altri motivi che spingono ad acquistare cripto. Infatti, vanno considerate due motivazioni che non hanno a che fare con lo scopo di lucro.

La prima è quella di mettere al sicuro parte dei propri risparmi dalle scelte delle banche centrali e dagli scambi delle valute col dollaro. Il bitcoin non può svalutarsi per delle scelte governative o in base all’andamento dei mercati finanziari, ma dipende esclusivamente dagli equilibri di acquisti e vendite del bitcoin stesso. Quindi, se un paese fallisce, un cittadino che ha dei bitcoin non dovrà temere che la moneta del suo paese fallito si svaluti all’inverosimile.

La seconda è quella di appoggiare i progetti che stanno alla base di una criptovaluta. Infatti, sempre più spesso le criptovalute presentano o fanno parte di progetti ben definiti. Ad esempio, Ethereum, che è innanzitutto una piattaforma decentralizzata specializzata nella creazione e pubblicazione peer-to-peer di contratti intelligenti. La criptovaluta Ether (ETH) è collegata per l’appunto a questa piattaforma.  Gli esempi sono tanti e per ciascuna criptovaluta è interessante comprendere quale sia il progetto o l’intento sottostante.

Come investire in Criptovalute

Le forti variazioni delle quotazioni delle criptovalute le hanno rese interessanti per i trader più audaci.

Fare trading su criptovalute può significare due cose: comprare e vendere criptovalute, oppure negoziare al rialzo o al ribasso sul loro valore.

Ad esempio, il bitcoin si può comprare e vendere, ma si può anche negoziare al rialzo e al ribasso sul suo valore. In pratica, si può investire sul fatto che il bitcoin salirà di prezzo o addirittura che scenderà di prezzo!

Se ti interessa ottenere profitti sulle variazioni di prezzo (senza acquistare materialmente bitcoin) puoi farlo tramite i CFD, che ti consentono di negoziare al rialzo e al ribasso, ma anche di farlo con capitali più piccoli grazie alla leva finanziaria. Con una leva 1:2, ad esempio, puoi negoziare su 100€ di bitcoin con soli 50€.

Se non hai mai fatto trading sulle criptovalute, ti consigliamo di iniziare molto piano e con prudenza. Ancora meglio, potresti partire con un conto demo e praticare con fondi virtuali, per poi passare (nel caso) a operare con un budget di fondi limitati.

In sintesi: inizia gradualmente. Non farti prendere dallo sconforto di una perdita rapida o dall’entusiasmo di un profitto alto e veloce, bensì concentrati sul capire quali sono le dinamiche che influenzano le quotazioni della criptovaluta su cui deciderai di negoziare.

Per provare un conto demo senza depositare, puoi aprire qui un conto demo con eToro.

trading criptovalute

Capitolo 2

Lista Criptovalute

In questo capitolo presentiamo la lista delle criptovalute sulle quali abbiamo pubblicato articoli informativi e istruttivi.

tipologie crtittovalute

Lista Criptovalute

Criptovaluta Sigla Istruzioni
Bitcoin BTC Info sul Bitcoin
Ethereum ETH Info su Ethereum
Ripple XRP Info su Ripple
Dogecoin DOGE Info sul Dogecoin
Bitcoin Cash BCH Info sul Bitcoin Cash
IOTA IOT Info su Iota
Polkadot DOT Info su Polkadot
Solana SOL Info su Solana
Bitcoin Cash BCH Info sul Bitcoin Cash
Dash DASH Info sul Dash
Litecoin LTC Info sul Litecoin
Monero XMR Info su Monero
Polygon MATIC Info su Polygon
Uniswap UNI Info su Uniswap
Axie Infinity AXS Info su Axie Infinity
ANKR ANKR Info su Ankr

Capitolo 3

Come Investire in Criptovalute con i CFD

trading CFD crittovalute

In questo capitolo presentiamo lo strumento più utilizzato per fare trading online su Criptovalute: i CFD.

In cosa consiste il trading su criptovalute con CFD

Il CFD o Contratto per Differenza, è uno strumento finanziario che replica l’andamento del prezzo di un asset, chiamato sottostante. La quotazione di un CFD  quindi dipende da quello di un altro strumento, come ad esempio una criptovaluta.

Ad esempio, un CFD Bitcoin è un CFD che ha come sottostante il Bitcoin. Se varia la quotazione dei Bitcoin, varierà anche quella del CFD Bitcoin. Se il prezzo del bitcoin segna 40.000€, il CFD segnerà 40.000€. cfd bitcoin

Quando si fa trading su CFD bitcoin non si acquistano bitcoin ma si negozia sul valore del bitcoin.

In questa immagine, puoi vedere in modo sintetico cosa avviene nel trading con CFD.

apertura chiusura CFD

Fare trading su criptovalute con i CFD consente di investire al rialzo e al ribasso. In gergo tecnico si dice aprire una posizione long o short.

  • Posizione di acquisto (long o rialzista): si investe sul rialzo del prezzo. Si effettua cliccando su “Compra” o “Acquista” e consente di ottenere profitti proporzionali ai rialzi del prezzo.
  • Posizione di vendita o scoperto (short o ribassista): si investe sul ribasso del prezzo. Si effettua cliccando su “Compra” o “Acquista” e consente di ottenere profitti proporzionali ai ribassi del prezzo.

In entrambi i casi, se il prezzo si muove in modo contrario rispetto alle proprie previsioni, si registra una perdita.

Come si pratica il trading CFD su criptovalute

Il trading criptovalute con CFD si svolge tramite le cosiddette piattaforme di trading. Queste consentono di possono piazzare gli ordini di acquisto o vendita per aprire nuove posizioni, chiuderle, ma anche applicare ordini speciali come lo stop loss e il take profit.

Qui di seguito mostriamo il display principale della piattaforma Plus500, che consente di fare trading con CFD su diverse criptovalute. Questa piattaforma è disponibile anche in modalità demo gratuita inizia da qui per ottenerla per praticare con un budget virtuale.

Per altre informazioni su Plus500, consulta la nostra guida completa di Plus500.

crittovalute-plus500

Mentre la Plus500 si distingue per la sua facilità di utilizzo, la sintesi grafica e l’essenzialità, vi sono altre piattaforme più complesse, adatte a chi pratica a un livello più avanzato. Tra queste, la più famosa è la MetaTrader, la più utilizzata dai trader professionisti di tutto il mondo.

metatrader 5 crittovalute

Per altre informazioni su MetaTrader, consulta la nostra guida completa di MetaTrader.

Esempio di trading su criptovalute con CFD

Qui di seguito mostriamo un esempio pratico di trading criptovalute con CFD, utilizzando una piattaforma molto famosa. Scegliamo di mostrare un esempio con questa specifica piattaforma poiché la più semplice da capire anche per chi inizia, in quanto molto intuitiva.

1. Accedi alla piattaforma

Se desideri fare trading CFD su criptovalute, la prima cosa che ti occorre fare è accedere alla piattaforma con cui negoziare. Per nostra esperienza, possiamo dire che Plus500 (provala qui gratuitamente) è una delle migliori.

Alla fine di questa guida trovi un elenco di piattaforme molto conosciute con cui fare trading su criptovalute.

Ricorda che la maggior parte dei broker (le società che offrono le piattaforme e i CFD) consentono di aprire un conto demo per praticare con un budget virtuale. Non c’è alcun impegno perciò potrai decidere se utilizzare o meno un conto reale in base alle tue preferenze.

2. Scegli la criptovaluta sulla quale negoziare

Quando scegli le criptovalute da negoziare, non correre. Come abbiamo visto nel Capitolo 1, le criptovalute sono molto instabili, volatili, perciò sarebbe meglio iniziare scegliendone una, e sceglierla bene. Quindi, non correre. Non partire negoziandone più di 2 per volta.

Per selezionare le criptovalute da negoziare, ti basta accedere alla piattaforma e trovare la categoria “criptovalute” tra le categorie di strumenti disponibili.

seleziona crittovalute

Cliccando sulla categoria “criptovalute” si visualizzano le criptovalute disponibili con vari dettagli quali quotazioni di acquisto e vendita, prezzo in tempo reale, icone per visualizzare le informazioni relative al CFD, e l’accesso alla finestra dell’ordine.

È sempre bene, nella piattaforma che si usa, individuare il modo per visualizzare le informazioni relative al CFD, poiché esse contengono anche le condizioni di trading. Nel nostro esempio, utilizzando Plus500, troviamo l’icona “i” di informazioni, che ti consente di visualizzare i dettagli del CFD che ha come sottostante la criptovaluta selezionata.

crittovalute-selezione

3. Apri la posizione

Aprire una posizione significa acquistare CFD di tipo rialzista (Acquisto) o di tipo ribassista (Vendita).

Il termine “vendita” è un po’ ambiguo, ma viene utilizzato per rendere più semplice l’idea. Infatti, quando si clicca su “vendita”, si apre una nuova posizione al ribasso. Quando dovrai chiudere una posizione aperta NON dovrai vendere, bensì chiuderla dalla sezione portafoglio.

Prima di aprire una posizione occorre quindi aver studiato una previsione di mercato riguardo ai possibili movimenti delle quotazioni della criptovaluta. Per quali motivi dovrebbe ottenere un rialzo? Per quali motivi dovrebbe subire un ribasso? A seconda della criptovaluta che andrai a negoziare, studia i motivi per cui avvengono tali variazioni di prezzo. Studia cosa influisce sui prezzi della criptovaluta che hai scelto.

Anche per questa ragione, è meglio focalizzarsi su poche criptovalute, o su una sola, soprattutto all’inizio.

Per analizzare il contesto, è consigliabile effettuare due tipi di analisi:

  • Analisi fondamentale: è l’analisi degli avvenimenti che possono influenzare la criptovaluta, così come delle variazioni di prezzo di altri strumenti finanziari che possono avere effetti sulla criptovaluta scelta (correlazioni);
  • Analisi tecnica: è l’analisi di tipo grafico e statistico. Si effettua tramite indicatori grafici, che fortunatamente oggi si possono applicare con un semplice clic grazie alle piattaforme di negoziazione. L’analisi tecnica è complessa, ma è fruttuosa nel lungo termine e consente di avere più costanza nei profitti. Si può iniziare gradualmente, utilizzando indicatori semplici ma efficaci, per poi implementare il loro utilizzo con ulteriori indicatori, e man mano utilizzarne altri più complessi e più adatti alle proprie nuove esigenze.

Per aprire una posizione devi semplicemente cliccare sul pulsante “acquista” o “vendi” in corrispondenza della criptovaluta che desideri negoziare.

posizione acquisto

Fatto ciò, si aprirà una finestra in cui potrai impostare:

  • La quantità di criptovalute da negoziare (utilizzando il tasto “-” potrai ridurle e andare così ad operare con budget più limitati). Sarà sempre visualizzato l’importo del margine iniziale, ovvero la quota per cui ci si espone effettivamente. Infatti, i CFD sono soggetti a leva 1:2, perciò andrai a impegnare una somma più bassa rispetto a quella di un investimento tradizionale;
  • Chiusura in Perdita (Stop Loss): spuntando questa casella puoi impostare il tetto massimo di perdita che sei disposto a subire per l’operazione, raggiunto il quale la posizione verrà chiusa automaticamente;
  • Chiusura in Profitto (Take Profit): spuntando questa casella puoi impostare il tuo obiettivo di profitto, raggiunto il quale la posizione si chiuderà automaticamente;
  • Stop garantito:  è un tipo di ordine che ti consente di chiudere automaticamente una posizione nel caso si verifichino cambiamenti repentini e drastici nelle quotazioni dell’asset negoziato. Non è disponibile per tutti gli strumenti e richiede un costo di spread aggiuntivo;
  • Stop operativo: puoi visualizzarlo cliccando su “avanzate” poiché infatti è un tipo di ordine avanzato. Quest’ordine ottimizza automaticamente il livello di stop loss nel caso in cui il mercato si muovesse in modo favorevole rispetto alla posizione aperta;
  • Acquista solo quando il tasso è (Ordine Limit): con quest’ordine chiedi alla piattaforma di aprire la posizione soltanto nel caso in cui il prezzo toccasse un determinato livello.
crittovalute posizione

Una volta che hai terminato di impostare la finestra dell’ordine puoi cliccare sul pulsante grande “Acquista” o “Vendi” a seconda del tipo di ordine che hai scelto di effettuare.

Così facendo, aprirai la posizione. Una volta aperta la posizione, il capitale disponibile varierà in base ai rialzi e ribassi che il prezzo registrerà.

Nota bene: appena aperta la posizione, il conto profitto/perdite sarà negativo poiché il broker detrarrà lo spread, un costo che viene applicato all’apertura della posizione e che varia a seconda dell’asset negoziato (purtroppo per le cripto è più alto rispetto ad altri asset).

elenco crittovalute

4. Monitora l’operazione

Sebbene non siano richieste operazioni manuali durante il trading, è consigliabile comunque monitorare la propria operazione. Non c’è bisogno di restare appiccicati ad uno schermo oppure controllarlo trecento volte al giorno.

Per questo, alcune piattaforme offrono gli “alert”, ovvero delle notifiche ricevibili in vari modi che ti avvisano quando una quotazione arriva ad un livello da te impostato. In questo modo, potrai tenere d’occhio il titolo soltanto nei momenti in cui ti interessa maggiormente.

Inoltre, una o due volte al giorno (o più, se lo credi necessario), studiare le dinamiche dei rialzi e dei ribassi, cercando di associarle a ciò che è avvenuto sul mercato, individuando eventuali relazioni e correlazioni.

Gianni, il trader informato, imposta gli alert.

imposta allarme

5. Chiudi la posizione

Chiudendo una posizione si mette fine ad una data operazione si “fanno i conti”. Una volta chiusa la posizione, l’operazione non avrà più effetti sul capitale disponibile e i margini vengono restituiti al netto di profitti e perdite.

Come già detto in precedenza, non bisogna confondere la vendita con la chiusura di una posizione di acquisto. Quando si è aperta una posizione di acquisto, per chiuderla occorre cliccare su “Chiudi”.

Nello screenshot qui sopra, il tasto chiudi sotto la posizione aperta sul Bitcoin.

Per chiudere una posizione lo si può fare comodamente dalla sezione “Posizioni Aperte”, raggiungibile dalla colonna a sinistra della piattaforma.

Anche per le posizioni ribassiste, quelle per le quali si è cliccato su “Vendi”, per chiudere una posizione di vendita allo stesso modo dovrai cliccare su “chiudi posizione”.

Capitolo 4

Come Comprare Criptovalute

trading crittovalute opzioni

In questo capitolo spieghiamo come comprare vere criptovalute e mantenerle sulla piattaforma, per rivenderle facilmente quando si desidera.

Comprare criptovalute, dove e come

Comprare criptovalute è la modalità d’investimento più tradizionale. Con l’acquisto di una criptovaluta la si mantiene su una piattaforma o in un portafoglio digitale fin quando non si decide di venderla.

La maggior parte degli utenti che decidono di acquistare criptovalute, comprano criptovalute per scambiarle oppure per mantenerle per lungo tempo nella speranza che aumentino di valore.

investire su opzioni

Per acquistare vere criptovalute si può procedere tramite due tipologie di piattaforme: piattaforme di trading e exchange classiche.

Le piattaforme di trading sono offerte da broker che consentono di negoziare anche su altri asset quali azioni, futures e CFD. Un esempio è eToro, che consente sia di comprare vere criptovalute, sia di fare trading con CFD al rialzo e al ribasso.

Le exchange invece sono piattaforme che consentono di acquistare e scambiare criptovalute. Un esempio è Binance.

Comprare criptovalute con una piattaforma di trading è molto semplice. Con la piattaforma che usiamo noi, ad esempio, ovvero eToro (provala qui gratuitamente) si può scegliere una criptovaluta e decidere l’importo da investire. Cliccando su “Apri posizione” si acquista e la si può tenere sia sulla piattaforma che su un portafoglio elettronico (eToro wallet).

Per rivendere la criptovaluta e far cassa, basta andare nel portafoglio e chiudere la posizione.

Capitolo 5

Piattaforme e Exchange Criptovalute

In questo ultimo capitolo presentiamo una selezione delle migliori piattaforme che abbiamo utilizzato per negoziare su criptovalute, che presentano la possibilità di fare trading in modalità demo senza depositare.

broker materie prime

Selezione di piattaforme per investire su criptovalute

Se ti interessa fare trading con CFD, sui rialzi e sui ribassi, ti consigliamo due piattaforme molto popolari in Italia.

Plus500 è di sicuro uno dei più popolari broker a livello mondiale. Per quanto riguarda le criptovalute, consente di fare trading su circa 20 criptovalute.

Dal sito ufficiale e dalla piattaforma è possibile risalire ai dettagli dei CFD criptovalute selezionati. Per quanto riguarda l’interfaccia, la piattaforma Plus500 presenta un display semplice da navigare e decisamente intuitivo. Risulta semplice avere ben chiaro quali siano tutte le funzionalità presenti e le modalità per attivarle.

Plus500 offre un conto demo gratuito senza deposito richiesto. Il conto reale richiede un deposito minimo di 100€, somma che potrai utilizzare interamente per negoziare.

Trading su Criptovalute con eToro

Su eToro è possibile acquistare criptovalute direttamente dal mercato, come su una piattaforma exchange. Le criptovalute acquistate vengono mantenute sulla piattaforma, che è bene specificare appartenere a un broker regolamentato e autorizzato in Italia e in Europa.

La piattaforma eToro consente di comprare vere criptovalute, vere azioni, ma anche negoziare con CFD su diversi asset. Ciò vuol dire che si possono comprare bitcoin, ethereum, ripple e tutte le principali criptovalute in modo sicuro.

Per rivendere le criptovalute acquistate basta chiudere la posizione dalla sezione portafoglio. Il tutto richiede un paio di clic. Sulla nostra guida eToro mostriamo in che modo procedere per acquistare e vendere criptovalute, così come negoziare su azioni, Forex, materie prime, ETF ecc.

Ora tocca a te

In questa guida ti abbiamo aperto una porta con delle grandi opportunità di trading, che tuttavia richiedono un’attenzione particolare. Il trading su criptovalute infatti offre ottime chance di profitto, ma richiedono più cura poiché molto volatili. E’ il momento di fare trading: inizia con una demo e prendi confidenza con le tue criptovalute preferite.

Per iniziare, consigliamo di partire con una piattaforma semplice da usare e dove si può comunicare con gli altri utenti. Un esempio è eToro (iscriviti da questa pagina) che ti consente anche di praticare con un conto demo per il tempo che desideri.

scarica Plus500
*I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 67-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro