Trading su Criptovalute

Guida al trading su Criptovalute

In questa sezione trovate informazioni sul trading su criptovalute e informazioni generali su questo nuovo strumento finanziario. Le criptovalute rappresentano l'ultima frontiera dei mercati finanziari e in particolar modo del Forex. Il mercato valutario infatti, ha assistito al prorompente arrivo delle valute virtuali. Se fino a qualche tempo fa le uniche criptovalute negoziabili sulle piattaforme di trading erano il Bitcoin e il Litecoin, oggi è invece possibile negoziare su diverse di loro, tra cui anche Ethereum e Ripple.

A tal proposito, prima di continuare vi diciamo subito che abbiamo redatto una guida completa al trading sulle criptovalute, che potete consultare online e gratuitamente sul nostro sito.

Ma cosa rende le criptovalute tanto speciali? Potremmo dividere questa risposta in tre categorie, tra cui quella di tipo tecnico, quella di tipo finanziario/economico e infine quella che riguarda il trading. Partiamo proprio da quest'ultima.

Trading su Criptovalute

Gli aspetti che rendono interessante il trading su criptovalute sono:

  • Volatilità
  • Periodi di forte volatilità
  • Settore in crescita e con forti potenzialità
  • Tecnicità con cui fare la differenza

Analizziamo tali punti, uno per uno.

Partiamo dalla volatilità. Per volatilità si intende un'alta frequenza di variabilità di prezzo. Le criptovalute sono degli strumenti finanziari volatili, poiché il loro prezzo è influenzato da numerosi fattori, sia tecnici che dovuti al sentiment.

Tra i vari punti, abbiamo inserito anche “periodi di forte volatilità”. Non è un refuso, né una ripetizione. Vogliamo infatti evidenziare la differenza tra la volatilità media presentata dalle criptovalute e l'alta volatilità che presentano in determinati periodi. Proprio per questa alta volatilità, troverete molto spesso messaggi che vi avvisano sull'alta rischiosità delle operazioni con criptovalute. Tali messaggi sono necessari, poiché i dati fino ad ora sono stati chiari in tal senso, con rialzi o ribassi di molti punti percentuali in pochi giorni (e in alcuni casi, anche in poche ore). Le criptovalute quindi vanno tenute maggiormente sotto controllo rispetto ad altri strumenti finanziari, azioni incluse.

Proseguiamo con il settore in crescita e le forti potenzialità. Si tratta di un nuovo settore e per alcuni versi ancora inesplorato. Aumenta il numero di criptovalute, aumentano quindi le possibilità di fare trading su nuove criptovalute, così come aumentano le possibilità di “beccare” la criptovaluta giusta al momento giusto. Le potenzialità di profitto, dato il settore fresco e l'alta volatilità, sono elevate. Occorre stare comunque molto attenti, controllare con alta frequenza le proprie operazioni, impostare stop loss e ricordarsi delle prese di profitto fisiologiche, in cui il prezzo di mercato di una criptovaluta subisce dei forti ribassi, dovuti soprattutto al fatto che in questo mercato si stanno “buttando” anche tanti soggetti interessati non tanto allo strumento di pagamento, quanto alla possibilità di fare un profitto rapido. Ricordatevi che il prezzo di uno strumento finanziario cresce fin tanto che viene acquistato. Se riuscirete a vendere in tempo e riacquistare al momento giusto, otterrete un profitto e successivamente un riacquisto ad un buon prezzo.

Concludiamo con la tecnicità. Le criptovalute sono strumenti molto complessi, il cui funzionamento non è facilmente comprensibile ed è inquadrabile soltanto da due tipologie di persone: i tecnici e coloro che approfondiscono seriamente il discorso. Ad ogni modo, non si tratta di tecnocrazia, poiché il loro funzionamento, sebbene complesso, è sotto la luce del sole. Ebbene, proprio la loro complessità può diventare un'arma a favore di chi fa trading su criptovalute. Infatti, comprendere il loro funzionamento e i problemi/miglioramenti che possono riscontrare durante la loro “vita”, è sicuramente un fattore in più da aggiungere al proprio bagaglio di conoscenze per arrivare a delle previsioni più accurate. Se tali previsioni sono anche in controtendenza rispetto al sentiment generale (formato anche da tanti non-addetti che cercano semplicemente di “arricchirsi con le criptovalute”) allora possono offrire risultati ancora più efficaci, ad esempio prevedendo inversioni di tendenza.

Criptovalute, rivoluzione di ambito finanziario ed economico

Le criptovalute rappresentano il passare del tempo. Dall'era digitale siamo passati in pochi anni all'era in cui persino le valute diventano totalmente virtuali.

Le criptovalute infatti hanno principalmente due caratteristiche che le rendono molto diverse dalle valute tradizionali. La prima è che non esistono materialmente, la seconda è che non dipendono da nessun ente centrale. Non c'è quindi nessuna banca centrale che può decidere quando "stampare" nuova moneta. Ciò cambia di molto le dinamiche riguardanti le variazioni di valore della criptovaluta e quindi il rispettivo cambio in dollari.

Le criptovalute sono divenute molto importanti sia perché rappresentano un nuovo strumento di pagamento, sia perché sono divenute delle protagoniste nell'ambito dell'investimento finanziario e del trading su criptovalute. Soprattutto perché, come è risultato evidente, hanno presentato notevoli variazioni di valore in poco tempo, dando adito a investimenti che hanno fruttato molti profitti a chi ha creduto loro dalla prima ora, così come a chi è salito sul "treno in corsa". Tuttavia, i tempi delle criptovalute, proprio per la loro volatilità, non sono affatto terminati né stabilizzati. Un mondo da scoprire e come sapete bene, chi meglio ne capisce, più ci guadagna.

Le blockchain

Da un punto vista tecnico, le criptovalute si basano su delle piattaforme blockchain. Si tratta di una tecnologia che consente di creare e gestire un grande database per la gestione delle transazioni condivisibili (block, blocco) o nodi di rete collegati tra loro (chain, catena). Con la blockchain, ogni transazione deve essere validata dalla stessa rete. Quindi, la blockchain è di fatto una catena di blocchi che contengono e gestiscono un grande numero di transazioni.

I nodi devono controllare e approvare le transazioni (in tal modo le rende anche tracciabili, pur nel rispetto della privacy). I blocchi, invece, sono gli archivi delle transazioni, immodificabili e immutabili. Oltre alla privacy è garantita anche la massima sicurezza delle transazioni tramite strumenti crittografici molto complessi.