La Leva Finanziaria nel trading CFD

La leva finanziaria dei CFD, come investire con piccoli capitali

La leva finanziaria dei CFD è un meccanismo che ti consente di investire con somme molto ridotte rispetto al valore del bene sul quale desideri investire Ad esempio, con soli 200 euro puoi investire su azioni per un valore di 1000 euro, oppure con 33 euro puoi investire sul Forex per un valore di 1000 euro. Interessante, vero?

In questa lezione del corso sul trading CFD ti spieghiamo come funziona la leva finanziaria. Per capirne meglio il funzionamento, ti consigliamo di vederla applicata direttamente sulla piattaforma di trading, alla quale puoi accedere anche tramite un conto demo gratuito senza deposito.

Come funziona la leva finanziaria dei CFD?

Nel trading con CFD, la leva finanziaria quindi funziona esattamente come la leva nella fisica, che consente di sollevare (o premere ecc.) dei corpi con uno sforzo minore rispetto al peso o alla forza richiesta senza la leva.

In questa figura, vediamo cosa succede con una leva finanziaria di 1:20.

Come funziona la leva finanziaria dei CFD

Come puoi vedere dalla figura, in questo esempio una leva di 1:20 ci consentirà di negoziare su 20 azioni dal valore totale di 1.000 euro, con soli 50 euro. Infatti, 50 è pari a 1/20 di 1000.

Quindi, con la leva il risultato è che si investe solo una piccola parte rispetto al capitale su cui si negozia.

Questo concetto deve essere chiaro. Se ad esempio voglio negoziare su 1.000€ nel mercato Forex, con una leva di 1:30 anziché investire 1.000€ potrò investire “solo” 33€.

Come si può ben capire, una cosa è investire 1.000€, un’altra è investire 33€. Per chi non dispone di alti capitali, è decisamente più fattibile.

In questo video, ripetiamo alcuni concetti importanti e facciamo una riflessione su quale leva finanziaria sia la più adatta.

Il margine, ovvero quanto investi effettivamente

Il capitale che effettivamente viene richiesto per l’investimento viene chiamato margine. Ad esempio, se si investe su un capitale di 1.000€ con una leva di 1:30, i 33 euro che effettivamente vengono richiesti per l’investimento rappresentano il margine richiesto.

Di questo margine richiesto, una parte sarà congelata per la durata dell’apertura della posizione come garanzia a tutela del broker (margine di mantenimento).

Infatti, il margine richiesto si compone di due parti:

  • Margine iniziale
  • Margine di mantenimento: una parte che viene congelata come garanzia per il broker

Vedremo più in dettaglio i margini nella lezione sui margini dei CFD.

Leva finanziaria sulle azioni

Quello che abbiamo appena visto è un esempio di leva finanziaria sui mercati azionari. Le azioni sono tra gli strumenti più apprezzati da chi fa trading con CFD, poiché i broker CFD generalmente consentono di fare trading sui titoli azionari più importanti.

Comunque, ricordiamo che con i CFD si può negoziare su diversi strumenti finanziari tra cui coppie di valute (Forex), criptovalute, materie prime, indici di borsa e altro ancora.

Alcuni broker come eToro, sulla propria piattaforma presentano migliaia di azioni su cui negoziare, provenienti da tutti i mercati internazionali.

A seguito della normativa ESMA, nel 2021 per i conti base la leva finanziaria sulle azioni può arrivare massimo a 1:5. Ciò significa che per investire su un capitale di 1.000€ di azioni, occorrono 200€ di margine. Per i conti professionali, invece, la leva può essere impostata a valori molto più alti.

Leva finanziaria nel Forex trading

Un altro mercato molto interessante per ciò che concerne la leva finanziaria è il Forex. Il Forex o mercato valutario, infatti generalmente presenta la leva più alta rispetto agli altri mercati.

Con l’entrata in vigore dell’ESMA nel 2018, la leva finanziaria del Forex per i clienti base è di 1:30, che se paragonata al 1:2 del Bitcoin è decisamente molto più alta. Questa normativa vale ancora oggi nel 2021, perciò vale ancora quanto appena detto.

Per i clienti con un conto professionista, invece, la leva finanziaria per il Forex è generalmente molto più alta e mediamente i broker presentano una leva che va da 1:300 a 1:400.

Leva criptovalute

Le criptovalute sono molto volatili e i broker sono molto restii ad offrire delle leve finanziarie. Ad ogni modo, vi sono alcuni importanti broker, come Plus500, che offrono CFD sulle criptovalute con una leva 1:2. Certo, è molto bassa, ma comunque è meglio di niente.

Generalmente, la leva è tanto più bassa quanto più alta è la volatilità di un asset. Ed è proprio per questo motivo che troviamo la leva più alta nel Forex (valute tradizionali) e quella più bassa con le criptovalute.

Leva degli ETF

Anche gli ETF (Exchange Traded Funds) presentano una leva finanziaria, che generalmente è di 1:5, come per le azioni. Se ti interessano gli ETF, puoi consultare anche un video tutorial sugli ETF che abbiamo pubblicato nel 2021.

Gli ETF rappresentano uno strumento finanziario molto interessante, che è acquistabile sul mercato (con piattaforme come eToro) oppure negoziabile tramite CFD tramite molte piattaforme di trading online regolamentate. Quando si acquistano quote ETF non vi è leva finanziaria, in quanto non trattati si CFD.

Leva finanziaria dei conti professionali

Per i conti professionali, ovvero per i trader con più esperienza, c’è la possibilità usare leve molto più alte. Più alta è la leva, maggiore è il rischio (anche se è possibile negoziare con capitali ancora più piccoli), poiché le variazioni di prezzo influenzano più velocemente il capitale disponibile.

Per aprire conti professionali occorre avere dei particolari requisiti, che potrete verificare al momento dell’apertura del conto e con l’aiuto del servizio clienti (occorre avere esperienza, aver investito effettivamente e costantemente, avere un portafoglio importante).

Il conto base è necessario e sufficiente per partire nel modo giusto, in modo tale da prendere confidenza col mercato, fare esperienza e successivamente, se lo si desidera, aprire nel tempo un conto professionale.

Vai alla lezione successiva – La piattaforma trading dei CFD

Leva finanziaria FAQ

Cos’è la leva finanziaria dei CFD?

È un meccanismo tipico dei CFD che consente di negoziare esponendosi solo per una parte del capitale nominale, ovvero del valore complessivo sul quale si negozia.

Come funziona la leva finanziaria?

Una leva 1:5 consente di aprire una posizione con un quinto del capitale nominale. Ad esempio, con una leva 1:5 e un capitale nominale (valore dell’asset) pari a 1000 euro, si può aprire una posizione con 200 euro.

Quanto costa la leva finanziaria?

La leva finanziaria rappresenta una sorta di prestito e il broker si tutela trattenendo una quota del margine, chiamata margine di mantenimento. Inoltre, questo servizio rientra tra quelli coperti dallo spread e dalle commissioni di overnight applicate dal broker.

A quanto può arrivare la leva finanziaria?

Per i conti base la leva finanziaria è soggetta a limiti ben precisi, stabiliti dall’ESMA, a livello europeo. Questi limiti sono ad esempio di 1:5 per le azioni e 1:30 per il Forex. Per i conti professionali, invece, la leva finanziaria può essere molto più alta.

Preferisci copiare i TOP Trader?

Da oggi è possibile copiare automaticamente i migliori trader al mondo con la piattaforma di eToro. Scelgi i trader più performanti che vuoi copiare e replica con facilità le operazioni. Scopri come funziona