Lezione 2 – La Leva Finanziaria nel trading CFD

lezione 2 la lave finanziaria dei CFDCome già accennato nell’articolo “Cosa Sono i CFD“, i Contract for Difference trovano la loro forza nell’elemento della leva finanziaria”. Ma cosa è una leva? Tutti noi siamo sicuramente familiari con l’effetto leva. Ma partiamo dando una definizione della leva finanziaria con un esempio. Si consideri leva come un fattore per il quale si può moltiplicare una determinata somma al fine di poter negoziare con più denaro rispetto a quello effettivamente a disposizione. Si tratta perciò di una sorta di prestito che il broker effettua a favore dell’utente in modo tale da offrirgli più spazio per le contrattazioni. Ovviamente, vanno considerate alcune conseguenze come ad esempio quelle che affrontiamo nei paragrafi qui sotto. In questo articolo non vogliamo dilungarci su argomenti troppo tecnici come il calcolo della leva finanziaria oppure la sua formula, piuttosto vogliamo darvi le basi per evitare le complicazioni di una banca e partire con la migliore piattaforma italiana regolamentata: Plus500.

Cosa succede se perdo utilizzando una leva finanziaria?

Questa è in assoluto la migliore domanda attinente a questo tema, soprattutto perché su internet circolano voci discordanti e soprattutto di gente non informata. La maggior parte dei broker CFD e in special modo quelli da noi presentati, non prevedono la possibilità che si vada in rosso, ovvero che si entri in una situazione di debito nei confronti del broker. Uno sei migliori broker per sfruttare la leva finanziaria è sicuramente Plus500. Quando si utilizza una leva finanziaria nel trading, il broker anticipa del denaro ma prende anche tutte le precauzioni per non rimetterci, com’è giusto che sia. Perciò, se volete ottenere risultati positivi di più di quanto potreste fare con il vostro denaro disponibile, dovrete anche mettere in conto che non potrete rischiare più di tanto poiché il broker non ve lo permetterà. Prima di utilizzare una leva quindi pensate bene al tipo di negoziazione che andrete ad effettuare. Nel caso vi andasse male, perderete tutto ciò che avrete impiegato per una data operazione.

Una Margin Call o chiamata a margine è un versamento ulteriore che il broker vi chiederà prima di una maggiore esposizione, al fine di garantire la prestazione su una posizione richiesta che si è mossa contro il cliente. In parole povere, se una situazione inizia ad andarvi male, il broker vi avviserà al fine di proteggersi e di proteggervi, in modo tale che la posizione venga tenuta aperta. Si tratta praticamente di una sorta di garanzia. Nel caso il cliente non prenda provvedimenti, il broker potrà liquidare la sua posizione. Questo potrebbe causare la perdita di titoli.

piattaforma per la leva finanziaria

Margine Iniziale o Variabile

I CFD consentono di andare al rialzo o ribasso di qualsiasi posizione utilizzando un deposito iniziale, detto margine, che può essere di due tipi: iniziale o variabile. Per maggiori dettagli vi rimandiamo alla lezione sui margini.

Il margine iniziale varia dal 3 al 30% per le azioni e tra lo 0,5% e l’1% per il resto degli strumenti finanziari (indici, valute, materie prime). Questo varia a seconda del sottostante e del rischio percepito. Più alto sarà il rischio più alto sarà il margine iniziale.

Il margine variabile è invece fissato dal prezzo di mercato ed è applicato quando una posizione si muove contro gli interessi del cliente. Ad esempio, comprando 200 azioni Pirelli con CFD da 100 centesimi, nel caso il prezzo subisse un ribasso a 90 cent il broker detrarrebbe 20€. Al contrario, se il prezzo arrivasse a 110 cent il broker accrediterebbe 20€ sul conto del cliente. Il tutto in tempo reale e ben visibile dal display della piattaforma.

Mentre il margine variabile può avere effetto positivo o negativo sul saldo del conto del trader, il margine iniziale invece verrà sempre detratto dal conto del trader, venendo rimpiazzato nel momento in cui il trade sarà coperto. Clicca qui (piattaforma Plus500) per iniziare a fare pratica con la leva finanziaria con la migliore piattaforma regolamentata in Italia.

Vai alla lezione 3 – La piattaforma trading dei CFD

Da oggi è possibile iniziare a fare trading sui CFD con soli 100€ di deposito minimo su Plus500 oppure su xTrade entrambe leader del settore e autorizzate in Italia dalla CYSEC