Guida a Binance con Video Tutorial per Iniziare

In questa pagina presentiamo un video tutorial e una guida a Binance, la famosa piattaforma d’investimento su criptovalute. Non si tratta di una piattaforma semplicissima da usare, ma con questa guida voglio fornire tutte le istruzioni necessarie per iniziare. Vi spiegherò come funziona binance, come comprare bitcoin al prezzo di mercato o a quello che desiderate. Vi spiegherò come scambiare i bitcoin che avete in euro o in altre criptovalute. Vedremo tutte le principali funzionalità per l’investimento e parleremo anche dell’opportunità di investire sui futures con binance.

Per accedere gratuitamente a Binance puoi partire da questa pagina ufficiale e con il video qui sotto potrai imparare a muoverti facilmente sulla piattaforma e piazzare tutti gli ordini che desideri.

Gli aspetti di cui parlare sono tanti, ma cercherò di fare un video breve ma chiaro, che vi possa essere utile nel caso decidiate di iniziare a usare binance. Detto ciò, vi auguro una buona visione. Se volete premiare il mio impegno, lasciate un mi piace e se proprio volete farmi contento, iscrivetevi al canale.

Binance, video tutorial per iniziare da zero

Converti, il convertitore di Binance

Partiamo da Converti. Cliccando su Trading e quindi su Converti si accede a questa pagina che è un vero e proprio portale di conversione, poiché consente di convertire in modo semplice valute e criptovalute.

Il convertitore di Binance

Tutto ciò che occorre fare è inserire l’importo che si vuole convertire, la valuta o la criptovaluta che si desidera convertire e la criptovaluta o valuta che si desidera comprare. Infatti, ciò che avviene è di fatto un ordine al mercato, quindi un acquisto al miglior prezzo disponibile nel momento in cui si effettua la conversione.

Quindi, se ad esempio volessi convertire 1000 euro in bitcoin, lo strumento di conversione effettuerà istantaneamente un ordine sul mercato e otterrei una quantità di bitcoin in base alla quotazione di mercato, quindi al miglior prezzo disponibile in quel momento, in base alle offerte di vendita di bitcoin. Ricordiamo che infatti tale scambio avviene in un mercato OTC, ovvero Over The Counter, in cui gli operatori si incontrano al fine di collocare e scambiare degli asset, al di fuori dei circuiti borsistici ufficiali.

Le piattaforme Base e Avanzato di Binance

Procediamo con le piattaforme “base” e “avanzato”, che si possono trovare sempre dopo aver cliccato su Trading nel menu in alto situato dell’homepage di Binance. In realtà, tra le due modalità sono identiche, con la sola differenza che con “avanzato” si opera con un’interfaccia personalizzabile, in cui si possono allargare le finestre, ridurle, eliminarle o aggiungerle in base alle proprie preferenze di visualizzazione. A parte questo, tutto funziona come nella modalità base, che è più chiara e semplice da usare, perciò è perfetta per il nostro video tutorial su Binance.

Per entrare nella modalità di trading base, basta cliccare su trading e quindi base.

Qui dice “adatta ai principianti”, però insomma, andrebbero aggiunte delle legende per tutte le parti che compongono la piattaforma, che come vedremo tra poco non devono apparire per nulla semplici agli occhi di un principiante.

La piattaforma Base di Binance

Ed eccola qui, la piattaforma “Base” di Binance. Vediamo come si compone, riquadro per riquadro.

La piattaforma Base di Binance

Al centro troviamo il grafico in tempo reale della coppia selezionata. Per selezionare una coppipa, andiamo nel riquadro sulla destra in alto e clicchiamo sulla criptovaluta o fiat che desideriamo scambiare con un’altra. Ad esempio BTC/EUR. Possiamo cliccare su BTC per visualizzare tutte le coppie con BTC, oppure sceglierne un’altra per visualizzare tutte le coppie ad essa relative. Per il nostro esempio, comunque, restiamo con BTC/EUR. Cliccando su BTC/EUR, nel grafico centrale visualizzeremo il grafico del bitcoin nominato in euro.

In basso, sotto il grafico, vi sono i volumi di scambio relativi ad ogni candela nel grafico. Ricordiamo brevemente che ad ogni candela corrisponde un intervallo di tempo. Se in questo intervallo il prezzo è sceso, la candela è rossa, se in questo intervallo il prezzo è salito, la candela è verde.

Ancora più in basso abbiamo la finestra dell’ordine, in cui poter impostare l’ordine e inserire tutti i parametri per effettuare l’investimento. Tra le tipologie di ordine che si possono fare vi sono l’ordine Limite, l’ordine al Mercato, lo Stop Limit e l’OCO.

La finestra dell'ordine in Binance

Ordine di mercato

Partiamo da quello più semplice, ovvero l’ordine al mercato. Con l’ordine al mercato si definisce una quantità di bitcoin da acquistare l’ordine verrà eseguito al prezzo più basso sul mercato. Oppure se si desidera vendere bitcoin, l’ordine verrà eseguito al prezzo più alto sul mercato.

Ma da dove si vede il prezzo di acquisto o vendita sul mercato? Dai cosiddetti “libri degli ordini”, qui sulla sinistra. In alto, in rosso, troviamo gli ordini di vendita. Invece, in basso, in verde, troviamo gli ordini di acquisto.

All’ultima posizione dei rossi troviamo il prezzo più basso sul mercato, che sarà quindi il primo a venire utilizzato per l’acquisto. Quindi, nel momento in cui eseguiremo l’ordine di acquisto, questo sarà eseguito al prezzo situato all’ultimo posto dei rossi.

Nella parte più in alto dei verdi invece troviamo il prezzo più alto, che sarà quindi il primo a venire utilizzato per la vendita. Quindi, nel momento in cui eseguiremo l’ordine di vendita, questo sarà eseguito al prezzo situato al primo posto dei verdi.

Semplice, no? Prezzo di acquisto, prezzo di vendita. Ovviamente, cambia di continuo perché il mercato è in costante movimento.

Ordine Limit

Passiamo ora all’ordine limit. Con l’ordine Limit si imposta anche il prezzo, oltre che la quantità, perciò si ordina alla piattaforma di acquistare o vendere bitcoin ad un dato prezzo. Non è detto che si riesca, ma nel caso riusciremo a comprare o vendere bitcoin al prezzo da noi desiderato. Se ad esempio ordinassimo alla piattaforma di “investire 1000 euro in bitcoin quando scenderà a 40.000€”, la piattaforma accetterà l’ordine, ma non è detto che il bitcoin scenda di valore fino a 40.000€ e quindi non è detto che tale ordine incontrerà venditori. Perciò, se volete usare l’ordine limit per l’acquisto di bitcoin, dovreste impostare un prezzo al quale siete davvero convinti che il bitcoin potrà scendere.

Potremmo effettuare anche un ordine limit anche di vendita, ordinando alla piattaforma di vendere il bitcoin al prezzo di 60 mila, ad esempio. Se il prezzo arriverà a tale quota, verrà venduto, ma fin quando non ci arriverà, l’ordine non incontrerà acquirenti. Perciò, se volete usare l’ordine limit per la vendita di bitcoin, dovreste impostare un prezzo al quale siete davvero convinti che il bitcoin potrà salire.

Per impostare un ordine limit occorre quindi inserire il prezzo al quale si vuole comprare o vendere il bitcoin e la quantità desiderata. Un consiglio: se si investe in base al proprio budget, è molto più semplice scrivere il totale che si vuole investire, lasciando alla piattaforma calcolare automaticamente la quantità di bitcoin desiderata. Quindi, se ad esempio volessimo investire 1000 euro in bitcoin, andiamo semplicemente a scrivere 1000 nella casella del totale. Come si può vedere, la quantità di bitcoin viene calcolata automaticamente.


Se desideriamo acquistare bitcoin, andremo a impostare un prezzo più basso di quello corrente, poiché vorremo acquistarlo a un prezzo più conveniente. Al contrario, se desideriamo vendere bitcoin, andremo a impostare un prezzo più alto di quello corrente, per guadagnare dal suo aumento di valore.

Per “prezzo corrente” intendiamo il più basso dei rossi e il più alto dei verdi.

Quindi, se volete vendere dovete impostare un prezzo più alto dell’ultimo della lista rossa (ovvero dei prezzi di vendita). Se volete acquistare, dovete impostare un prezzo più basso del primo della lista verde (ovvero dei prezzi di acquisto).

Ordine Stop-Limit su Binance

Passiamo ora all’ordine Stop-Limit. Questo è un po’ più complesso poiché combina le caratteristiche di un ordine stop loss a quelle di un ordine limit. Con questo ordine si fa partire un ordine limit ad una determinata quota, una quota che diviene lo stop per la stessa posizione aperta. Quindi, ad esempio, impostando 40500 per lo stop e 41000 per il Limit, succederà questo: arrivato a 40500 verrà effettuato l’ordine limit con acquisto a 41000 e al tempo stesso verrà impostato uno stop loss a 40500. Quest’ordine è utile quando si pensa che un prezzo salirà e continuerà il suo trend, ma che nel caso ritornasse sui suoi passi si sarebbe protetti da uno stop loss.

La stessa cosa vale anche, al contrario, per le posizioni di vendita.

Ordine OCO

Veniamo ora all’ordine OCO, acronimo di One Cancels the Other. È un ordine un po’ complicato che consente di impostare sia lo stop loss che il take profit contemporaneamente. Ciò porta a due possibili scenari: se viene attivato lo stop loss, viene automaticamente cancellato l’ordine Limit in take profit, se invece viene attivato l’ordine limit in take profit, viene automaticamente cancellato lo stop loss.

Va bene, è un po’ complicato ma basta un po’ di pratica per capire meglio come funziona.

Margin Trading

Quando si accede al conto, ovvero quando si effettua il login con le proprie credenziali, nello stesso riquadro della finestra dell’ordine vengono visualizzate altre due modalità di trading: Cross Margin 3x e Isolated 10x.

Il margin trading di Binance

Per operare in una di queste modalità occorre cliccare su trasferisci e quindi inserire un importo che si desidera utilizzare per tale modalità.

Ma in cosa consistono Cross Margin 3x e Isolated 10x di Binance? In entrambi i casi si può fare trading a margine, quindi si possono aprire posizioni short e con una leva finanziaria, un po’ come i CFD di cui abbiamo parlato in altri video.

In breve, ciò che accade è che si chiede un prestito di criptovalute all’exchange. Con il Cross Margin 3x si usa una leva di 3x e ciò vuol dire due cose:

  1. Se ad esempio voglio aprire una posizione con 100, la aprirò con 300
  2. I risultati vengono amplificati per 3 volte, perciò si guadagna o si perde 3 volte più velocemente
  3. Dato che binance deve proteggere il suo prestito, liquiderà posizioni nel caso arrivassero a determinati livelli di perdita. Ad ogni modo, Binance non consente di andare in rosso, con questa operazione, perciò l’eventuale liquidazione proteggerà anche il capitale che investiamo a margine.

Con Isolated 10x è la stessa cosa, ma con due differenze:

  1. C’è una leva per 10. Quindi se voglio aprire una posizione con 100, la aprirò con 1000
  2. Mentre con cross margin 3x si può usare il prestito si possono aprire più posizioni, con isolated 10x si può usare il prestito per aprire una sola posizione.

Con il cross margin, quindi, se una delle posizioni va molto peggio delle altre, può riuscire a far liquidare anche le altre. Con Isolated 10x non si corre tale rischio poiché la posizione è una.

Trading Futures su Binance

Ora passiamo alla piattaforma di Binance per il trading sui futures. Per accedervi cliccate su derivatives, quindi Binance futures overview, strategy trading e infine su Futures Grid. Per un’interfaccia più semplice, cliccate su uno degli USD-M o COIN-M dal menu in alto.

La piattaforma futures di Binance

Ed eccoci qui. Innanzitutto, ricordiamo che i futures sono dei contratti in cui il contraente s’impegna a comprare o vendere un determinato asset ad un determinato prezzo, ad una determinata scadenza. Ad esempio, comprare 1 bitcoin a 50 mila euro il giorno 30 gennaio 2022.

Dato che si basano su una previsione del prezzo futuro, i futures presentano dei prezzi diversi dalla quotazione di mercato attuale. Quindi, si tratta a tutti gli effetti di una sorta di “scommessa” sul prezzo futuro di una determinata criptovaluta.

Su Binance si può negoziare al rialzo e al ribasso e con leva (fino a 125x!) su futures perpetual o delivery.

Vediamo le differenze tra queste due tipologie di futures:

  • I futures delivery hanno una scadenza definita (generalmente hanno una scadenza trimestrale). Quando si comprano il loro valore è più alto o più basso, rispetto al prezzo corrente. Alla scadenza, si ottiene l’ammontare di criptovaluta (asset settled) o il valore che la stessa ha quello specifico giorno (cash settled). Infatti, alla scadenza, il futures delivery matura al prezzo dello spot, quindi al prezzo di mercato al momento della scadenza.
  • I futures perpetual non hanno una scadenza e il suo prezzo varia a seconda del sentiment. In un momento particolarmente bullish, il prezzo tenderà a salire, al contrario in un momento particolarmente bearish, il prezzo tenderà a scendere. Per questo, ogni 8 ore viene effettuato un “funding”. Se il suo prezzo si allontana al rialzo rispetto al prezzo corrente, viene riequilibrato al ribasso con l’incentivazione di aperture short, mentre se il suo prezzo si allontana al ribasso rispetto al prezzo corrente, viene riequilibrato al rialzo con l’incentivazione di aperture long. Questo per tenere ancorato il più possibile il prezzo del perpetual al prezzo spot. Se non si hanno posizioni aperte non si paga alcun funding.

Anche per i futures ci sono il Cross Margin 3x e l’Isolated Margin, che però arriva fino al 125%. Ricordiamo che più alta è la leva, più alto è il rischio.

Per operare sulla piattaforma futures di Binance, occorre prima trasferire dei fondi su tale piattaforma. Per farlo basta, cliccare sulla doppia freccia situata in alto a destra e quindi trasferire i fondi del proprio conto Binance che si desiderano trasferire per operare sui futures.

Sulla piattaforma futures di Binance si può operare con gli stable coin (USD-M), oppure con alt coin (COIN-M). In pratica, mentre con USD-M si possono aprire posizioni con Tether, ad esempio, con COIN-M si possono aprire posizioni con bitcoin o con un’altra criptovaluta e quindi occorrerà tenere in considerazione anche le fluttuazioni di valore che la stessa criptovaluta avrà sul mercato.

La finestra dell’ordine della piattaforma futures comprende anche l’ordine Stop Market e il Trailing Stop. Quest’ultimo consente di ottimizzare automaticamente una posizione in cui il mercato si mostra favorevole rispetto alla previsione effettuata.

Commissioni Binance

Andando in fondo alla homepage di Binance e cliccando su Commissioni, si accede a questa pagina, dedicata per l’appunto alle commissioni applicate da binance in tutte le modalità di trading.

Le commissioni di Binance

Ad esempio, vediamo che per i futures USD-M, di cui abbiamo appena parlato, per chi inizia da zero vi sono delle commissioni pari allo 0,02% per gli ordini Limit e dello 0,04% per gli ordini al Mercato. Per il trading Spot, quindi la compravendita di criptovalute, per chi inizia vi è una commissione dello 0,1% sia per gli ordini Limit che per gli ordini al Mercato.

Molto interessante è anche la scheda relativa ai tassi d’interesse sul prestito con margine sulle varie criptovalute chieste in prestito (vi ricordate? Abbiamo visto che lo si può fare con il margin cross 3x e l’isolated 10x). Ogni giorno di prestito va pagata una commissione, nella percentuale qui indicata.

Proprio per le commissioni, se si desidera operare con leva quindi è meglio operare con i futures, poiché non vi sono commissioni da pagare giornalmente. Inoltre, vi sono commissioni più basse per gli ordini market e limit.

Un’altra cosa importante è che se si utilizzano i BNB, ovvero i token di Binance, si ottiene uno sconto del 25% sulle commissioni nel mercato Spot, e un 10% di sconto nelle commissioni sui futures USD-M.

Binance Earn

Con Binance Earn, Binance vi consente di mettere a rendita le criptovalute possedute, con un tasso d’interesse con termini fissi o flessibili. In pratica, si può ottenere un rendimento in base alla quantità di criptovalute che si desidera inserire in questo piano, e in base alle condizioni scelte.

Il programma Binance Earn