Intesa Sanpaolo: il deal con Generali sarebbe un buon affare?

0
2521

Intesa Sanpaolo è finito sotto i riflettori del mercato nelle ultime sedute per via delle speculazioni che ruotano intorno a Generali.

Intesa Sanpaolo è stato penalizzato dalle vendite nelle ultime sedute, mostrando una sottoperformance rispetto al mercato. Dalla chiusura di venerdì scorso il titolo ha lasciato sul parterre circa il 7% del suo valore, a dispetto dell’andamento positivo di altri bancari e del mercato italiano in generale.
Inizialmente sono circolati dei rumors relativi ad un possibile interesse da parte della banca per Generali e la conferma è arrivata dalla stessa Intesa Sanpaolo che ha fatto sapere di puntare alla crescita del settore del risparmio gestito e del segmento assicurativo in sinergia con la rete di credito bancario.
Intesa Sanpaolo avrebbe la possibilità di percorrere due strade: un’offerta pubblica di acquisto su Generali o un’offerta pubblica di scambio su tutta o la maggioranza della compagnia tristina, con il coinvolgimento in questo caso di altri protagonisti della finanza italiana quali Unicredit e Mediobanca.
Non tutte le banche d’affari sono d’accordo nel valutare le possibili mosse di Intesa Sanpaolo, esprimendosi così in modo differente sul titolo.
Gli esperti di HSBC ad esempio hanno ridotto il giudizio da buy a hold, con un prezzo obiettivo tagliato da 2,76 a 2,44 euro. Un eventuale deal con Generali, ipotizzando un’offerta del 60% della compagnia ad un premio del 30% rispetto ai valori del close di ieri, avrebbe un effetto limitato sull’utile per azione, ma rilevante sul book value.
La pensa diversamente UBS che invece consiglia di acquistare Intesa Sanpaolo, con un target price a 2,6 euro. Secondo gli analisti un eventuale deal con Generali avrebbe l’effetto di accrescere gli utili, se l’operazione verrà realizzata a multipli ragionevoli, senza dimenticare che Intesa Sanpaolo potrebbe aumentare la sua quota di mercato nel business assicurativo domestico.
In attesa di capire come evolverà questa partita del risiko intorno a Generali, per Intesa Sanpaolo possiamo fornire dei livelli tecnici da considerare per un’operatività sul titolo.
Al ribasso sarà importante la tenuta del supporto in area 2,2 euro, la cui rottura potrebbe provocare una prosecuzione del ribasso verso quota 2/1,95 euro. Al rialzo il primo ostacolo da monitorare è in area 2,4 euro, oltre cui il titolo potrà allungare verso i massimi segnati nell’intraday del 6 gennaio scorso a ridosso dei 2,6 euro.
Operativamente si può tentare un acquisto in caso di ripiegamento a 2,25 euro, con stop stretto sotto 2,2 euro e obiettivi a 2,4 e a 2,5 euro. In alternativa si può attendere un’eventuale discesa a 2,2 euro, con stop sotto 2,1 euro e target a 2,4 euro prima e a 2,6 euro in un secondo momento.

Preferisci copiare i TOP Trader?

Da oggi è possibile copiare automaticamente i migliori trader al mondo con la piattaforma di eToro. Scelgi i trader più performanti che vuoi copiare e replica con facilità le operazioni. Scopri come funziona