Quando investire sul Forex: I Separatisti

0
3415
gbp eur forex

gbp eur forexNegli scorsi giorni abbiamo assistito ad un evento storico che ha interessato tutti coloro che sono soliti investire sul Forex. L’evento in questione è stato il referendum per l’indipendenza della Scozia nei confronti dell’Inghilterra. Tale evento è stato decisamente interessante non soltanto per l’aspetto storico, politico e sociale, ma anche per ciò che più direttamente ci interessa, ovvero il Forex. Il mercato delle valute infatti è stato decisamente in subbuglio per questo avvenimento: la sterlina inglese (GBP) è scesa di parecchio nei giorni immediatamente precedenti al referendum e le ragioni sono ovvie: in caso di vittoria del sì, la sterlina avrebbe avuto un calo ulteriore, ma in caso di vittoria del no, questa sarebbe risalita. Per questo motivo si sono registrate molti movimenti di compravendita con sterline (singole) e coppie valutarie con il GBP.

Al fine di fornire un dato significativo, si consideri il giorno 9 settembre, con il cambio GBP/EUR a 1,2436 ovvero che per comprare una sterlina ci sarebbero voluti 1,2346 euro, un minimo storico che i professionisti del Forex non si sono fatti scappare l’occasione di cogliere. Sia chiaro: i professionisti del Forex che credevano nella vittoria del no al referendum, cosa che non era per niente sicura. Si è trattato di un rischio, certo, poiché il referendum poteva essere vinto dai separatisti e quindi il GBP avrebbe potuto scendere maggiormente e quindi gli investitori avrebbero rivenduto in fretta i GBP acquistati. Ovviamente si tratta di operazioni di speculazione, che pur sempre legali, sono comunque diverse dagli investimenti a lungo termine.

A questo proposito, ricordiamo che attraverso le piattaforme di trading online, ovvero i software di negoziazione offerti dai broker online, si possono negoziare coppie valutarie in daytrading, ovvero su base giornaliera. Pensate che ad esempio tra il 18 e il 19 settembre (il giorno dopo il referendum) la GBP/EUR è salita da 1,2591 a 1,28 che tradotto in termini di guadagno si tratta di un dato decisamente rilevante. Infatti, si tratta di 200 pip che tramite l’utilizzo della leva finanziaria (tipica del trading Forex online) ha fatto fruttare notevoli guadagni a coloro che hanno acquistato il 18  ( meglio ancora il 9) e rivenduto il 19. Dal 9 settembre al 19 vi sono quasi 400 pip di differenza.

Investire nel Forex: il futuro

Questa situazione è stata sicuramente dovuta ad un evento eccezionale, tutt’altro che quotidiano, tuttavia non serve un grande esperto d’attualità e di socio-politica per capire che lo stesso evento potrebbe ripetersi in altri paesi. Il rischio dell’indipendenza della Scozia costituiva un rischio per via delle possibili “imitazioni” da parte di altri paesi con la stessa situazione, anche se in tali casi non si tratta di movimenti separatisti e indipendentisti in uno stesso paese, ma nei confronti dell’Europa e dell’Euro. Potrebbero essere diversi infatti i paesi che potrebbero rivolgersi al popolo tramite un referendum per capire se vogliano procedere con l’euro e l’europa o meno. Anche se l’evento avrebbe contraccolpi su tutti i paesi, sicuramente l’euro avrebbe un contraccolpo pesante nei confronti del dollaro, ad esempio. Per questo motivo vanno tenute sempre altamente in considerazione poiché potreste approfittarne tramite il Forex, per un guadagno intraday tramite le piattaforme di trading online.

Preferisci copiare i TOP Trader?

Da oggi è possibile copiare automaticamente i migliori trader al mondo con la piattaforma di eToro. Scelgi i trader più performanti che vuoi copiare e replica con facilità le operazioni. Scopri come funziona