Lezione 19 – Guida agli Indicatori Forex

0
2366

In questo articolo inizieremo il percorso per una guida agli indicatori Forex, per farvi approfittare al meglio delle informazioni presenti sulla rete. Nelle ultime lezioni abbiamo visto cosa sono gli indicatori economici e come possono influenzare il prezzo nei mercati delle valute a cui fanno riferimento. Ad ogni modo, va considerato che quelli da noi menzionati sono soltanto alcuni dei più importanti indicatori che si prendono in considerazione nell’analisi fondamentale. Ogni giorno vengono pubblicati numerosissimi indicatori economici da governi, agenzie di rating, enti economici di vario genere. Come abbiamo già menzionato, questi dati oltre ad essere un bilancio del momento, rappresentano un vero e proprio stato di salute dell’economia presa in considerazione. In questo caso facciamo riferimento all’economia di un singolo paese o di una comunità di paesi (es. UE). I dati, così ottenuti, vengono anche chiamati fondamentali, perciò ricordatevi che dietro questo termine vi sono indicatori macroeconomici come quelli che abbiamo visto nelle passate lezioni (PIL, disoccupazione, inflazione, tassi d’interesse, consumi, ecc.).

I Dati Relativi

I dati degli indicatori economici si possono suddividere in due grandi categorie: dati assoluti e dati relativi. Mentre i dati assoluti fanno riferimento ad un determinato periodo e basta, i dati relativi mettono a confronto più periodi. Ad esempio, si possono avere delle comparazioni tra i dati del secondo trimestre e quelli del primo trimestre, così come comparazioni dei dati del primo trimestre 2014, con quelli del primo trimestre 2013. Ovviamente, oltre che di trimestre si può parlare di semestri, mesi ecc.
Plus500

Il Consensus

Si sente poco parlare di questo termine ma capita più spesso del previsto, soltanto che lo si lascia cadere nel dimenticatoio dopo due secondi perché ci si scorda di andare a controllare cosa significa su wikipedia o sul vocabolario. Eppure, il consensus riguardo agli indicatori economici è molto importante, poiché rappresenta i dati attesi dagli analisti. Solitamente viene chiamato con un termine molto più comprensibile come “valore atteso” degli analisti, tuttavia a volte in alcuni approfondimenti economici viene chiamato con il suo nome tecnico, restando così comprensibile soltanto per gli addetti ai lavori.

Ebbene, il consensus non è soltanto un pronostico, ma assume molta importanza perché i pronostici degli analisti influenzano il mercato, a volte in modo decisivo. Se ad esempio un’agenzia di rating prevede che il PIL per il Giappone avrà una variazione in negativo di 1 punto percentuale, quasi sicuramente gli investitori inizieranno a muoversi di conseguenza e quindi vi saranno effetti anche sul mercato Forex.

Reperire i Dati Consensus

Un buon trader deve saper fare buon uso anche di internet, collegandosi ai siti che offrono dati sui consensus così come dati ufficiali per i fondamentali. Su internet si può avere informazione circa date e orari precisi in cui determinate informazioni vengono rilasciate, ovvero pubblicate. Si tratta di comunicazioni che possono avere luogo tramite bollettino pubblicato da un sito ufficiale (es. ente governativo o agenzia di rating in caso di consensus) oppure tramite conferenza stampa. Sul nostro sito provvederemo presto a fornirvi fonti per indicatori economici e consensus.

Passa alla lezione successiva – Come interpretare gli indicatori economici sul Forex

Da oggi è possibile iniziare a fare trading CFD con conto demo con questa piattaforma leader al mondo, autorizzata in Europa dalla CYSEC ed iscritta al registro CONSOB