Mercato finanziario, definizione e quadro giuridico

0
1834
Come funziona il mercato finanziario

Il mercato finanziario potrebbe essere definito come quel luogo, fisico o virtuale, dove avviene la contrattazione e lo scambio di strumenti finanziari.  Esempio di mercato finanziario è il mercato azionario. Qui l’investitore può investire in azioni. Il che consente, fra l’altro, di contribuire al finanziamento le attività delle aziende, stimolando la crescita economica.

Mercato finanziario: lo scambio di strumenti finanziari 

Il sistema odierno dà la possibilità di poter mettere in contatto individui che intendono far fruttare i propri risparmi, ovvero gli investitori, con gli emittenti di strumenti finanziari.

Ovviamente, in tutto questo circolo di transazioni sono presenti intermediari. Questi sono specialisti del settore in grado di mediare tra le due parti in causa, facendo da garanti della correttezza delle transazioni. Il sistema non è perfetto. E le informazioni non sono sempre chiare e veritiere. Proprio a causa di questa asimmetria informativa, c’è bisogno di persone specializzate, che facciano anche da garante. L’azionista è infatti l’anello debole della catena, la cui posizione deve essere tutelata.

L’importanza di una corretta regolamentazione dei mercati finanziari 

Si rende quindi necessario porre gli agenti in una posizione di parità. E diversi sforzi sono stati fatti in tal senso.

L’opione pubblica ha un’idea piuttosto distorta del mercato azionario. A chi non si è mai interessato all’argomento in modo attivo, sentire parlare di azioni, investimenti, finanza fa venire in mente immagini di spietati uomini di affari in giacca e cravatta che si godono potere e ricchezza alle spalle della gente comune.

In verità, finanza ed economia reali sono strettamente collegate. E la prima non è solo uno sport per annoiati uomini d’affari alla ricerca di un modo per spartirsi il globo.

I titoli finanziari costituiscono il mezzo fondamentale per reperire risorse monetarie da destinare alla realizzazione degli obiettivi economici dell’impresa.  Sono quindi un elemento imprescindibile delle economie moderne. Se questo è vero, è vero anche che la posizione dell’investitore, specialmente se piccolo, va tutelata. A ciò provvede la disciplina di legge in materia finanziaria.

Le riforme di sviluppo dei mercati finanziari, il Testo Unico della Finanza

Negli ultimi vent’anni sono stati fatti dei passi in avanti in materia legislativa sul mercato finanziario, colmando le lacune dell’assetto normativo precedente. Nel 1998 è stato approvato il Testo Unico della Finanza., opera di razionalizzazione e coordinamento delle norme vigenti in materia di servizi di investimento nel settore mobiliare. Da non sottavalutare poi il contributo, nell’ambito della regolamentazione dei mercati finanziari, delle fonti UE.

L’obiettivo di questo quadro normativo è di tutelare l’investitore che opera nel mercato finanziario. Garantire la sua posizione contrattuale attraverso il controllo sulla trasparenza e la correttezza delle transazioni.

 

 FAQ

Qual è la definizione di mercato finanziario?

Si tratta del luogo in cui avvengono gli scambi finanziari. Sul mercato finanziario possono essere scambiati molteplici strumenti. Da quelli più tradizionali, come le azioni, a quelli più recenti, come le crypto.

Qual è il collegamento fra finanza ed economia reale?

Economia reale e mercato finanziario sono, al contrario di quanto si tenda normalmente a crede, strettamente collegate. L’investitore, investendo sui titoli e sugli strumenti finanziari, contribuisce al finanziamento delle aziende, stimolando in questo modo l’economia e la crescita economica.

Perché è necessario regolamentare i mercati finanziari?

Per garantire la correttezza delle operazioni economiche che avvengono al suo interno. La regolamentazione consente, fra l’altro, di mettere tutti gli agenti che operano sul mercato in una posizione di parità, nei limiti del possibile, riducendo gli squilibri che vengono normalmente a crearsi.

Quali sono gli ultimi sviluppi in materia di regolamentazione dei mercati finanziari?

Negli ultimi anni si è andati nella direzione di colmare le lacune che caratterizzavano il sistema normativo precedente. Emblematico in questo senso è il Testo Unico della finanza (1998), un’opera di razionalizzazione e coordinamento delle norme vigenti in materia di servizi di investimento nel settore mobiliare.