Capitolo 1 – Mercati finanziari, definizione e quadro giuridico

0
614

Il mercato finanziario è quel luogo fisico o virtuale in cui avvengono le contrattazioni e gli scambi di strumenti finanziari di vario genere, a breve, medio e lungo termine. Tra i mercati finanziari più importanti vi è ad esempio il mercato azionario, in cui un investitore offre la possibilità ad aziende di prosperare grazie al proprio investimento. In questi casi la fiducia è la base da cui partire, maggiore è la fiducia riposta, più un investitore si sentirà protetto e disposto ad investire il proprio denaro. Così facendo, si è stati in grado di aumentare le risorse disponibili al sistema economico per effettuare vari investimenti.

Il sistema odierno, dà la possibilità di poter mettere in contatto individui che intendono far fruttare i propri risparmi, ovvero gli investitori, con gli emittenti di strumenti finanziari. Questi richiedono denaro a causa di un deficit finanziario, ad esempio per far partire la propria impresa.

Ovviamente, in tutto questo circolo di transazioni sono presenti intermediari. Questi sono specialisti del settore in grado di mediare tra le due parti in causa, facendo da garanti della correttezza delle transazioni. Infatti, i mercati non sono perfetti e sempre chiari, spesso le informazioni non sono disponibili nell’immediato per ogni utente. Per l’appunto, gli investitori spesso non riescono ad ottenere in modo rapido tutte le informazioni ottenibili dal mercato, ma necessitano di analisti e persone specializzate. Nel mercato finanziario, l’azionista è la parte debole della catena, e proprio per questo motivo necessita di protezioni maggiori, così da essere portato a poter investire in sicurezza.

In questa situazione è stato necessario porre gli agenti in una posizione di parità. Ovvero di avere mercati regolamentati con sicurezza assoluta. Come in ogni settore, raggiungere un livello ideale sarà difficilmente possibile, ma i passi che si continuano a fare in Italia e in Europa sono sempre più positivi.

Parte dell’opinione pubblica ritiene che i mercati finanziari siano uno strumento difficile da comprendere, pieno di insidie che possono causare il fallimento degli investitori, un mondo lontano da ciò che può rappresentare la vita di tutti i giorni. La verità è che i titoli delle varie società e la finanza in generale, sono una base fondamentale per reperire risorse monetarie da parte delle aziende e anche delle aziende in crescita. Il sistema è in costante evoluzione, anche dopo le recenti crisi del mercato e le perdite degli investitori.

Le riforme di sviluppo dei mercati finanziari, il Testo Unico della Finanza

Negli ultimi vent’anni abbiamo avuto un grande passo in avanti dal punto di vista legislativo. Nel 1998 infatti, è stato approvato il Testo Unico della Finanza. Questo decreto, è riuscito ad arricchire il quadro legislativo con un insieme di norme, con lo scopo di regolamentare la materia in questione con maggiore accuratezza. Ovviamente tutto ciò è stato possibile sotto l’occhio dell’Unione Europea, che è riuscita gradualmente ad inserire nuovi mercati finanziari sotto regole ben precise.

Tutto ciò è stato fatto con lo scopo di poter fornire agli investitori, e a chiunque agisse nel mercato finanziario, un livello maggiore di protezione. In questo modo si è riusciti a tutelare maggiormente chi vuole investire all’interno dei confini europei.