Azioni Juventus

0
585
Come fare trading sulle azioni Juventus

In questo articolo vedremo come fare trading sulle azioni Juventus, offrendo al tempo stesso informazioni sul profilo della società e qualche accenno della sua storia. La Juventus infatti non include soltanto la squadra di calcio, ma anche una società quotata in borsa. Proprio perché quotata in borsa, sui suoi titoli è possibile fare trading online CFD tramite la piattaforma IQ option.

Prova ora il trading sulle azioni Juventus

Profilo della società Juventus

La Juventus Football Club è una tra le più famose aziende che operano nel settore del calcio professionistico. La società compete sia a livello nazionale che internazionale, e ottiene i propri guadagni grazie ai ricavi prodotti dagli eventi sportivi, dall’importanza del brand Juventus e dall’immagine della Prima Squadra. Le società calcistiche come la Juventus, ottengono le entrate più importanti grazie alle licenze dei diritti televisivi e media, dalle varie sponsorizzazioni e partnership, e grazie alla vendita della licenza ed al merchandising.

La Juventus Football Club, decise di quotarsi in borsa a partire da metà dicembre 2001, quotando le proprie azioni a Piazza Affari.

La società di investimento guidata da Giovanni Agnelli, la EXOR N.V., possiede il 63,8% del capitale societario. Questa grande società internazionale è quotata in borsa, con sede a Amsterdam.

Come fare trading sulle azioni Juventus

Esattamente com’è possibile fare compravendita di azioni di una società importante come la Juventus, esistono ormai sistemi che permettono ai trader di poter operare direttamente da casa, da PC o da dispositivo mobile. Queste piattaforme consentono di poter fare trading CFD su molti titoli, tra cui quelle della Juventus e di altre società sportive quali le azioni Roma, i titoli Lazio ed altre ancora.

Ma quali sono i vantaggi del trading CFD?

Il trading CFD permette agli utenti di non dover acquistare direttamente delle azioni, ma semplicemente di poter negoziare tramite CFD sul valore dell’azione. Il trader deciderà se puntare a rialzo o a ribasso. Inoltre, come accennato prima, questo sistema innovativo permette ai trader di poter agire con tranquillità, facendo trading dove e quando si vuole.

Ovviamente, una delle cose più importanti è scegliere con attenzione le piattaforme su cui investire. Come in ogni settore, l’attenzione è fondamentale, le truffe possono essere dietro l’angolo in caso si scelga il sistema sbagliato. Tra le piattaforme più sicure troviamo IQ Option, uno dei principali leader del settore che vuole accompagnare il trader nelle sue scelte in modo chiaro e semplice, grazie anche a sistemi di protezione sicuri ed efficaci.

Per ogni operazione si possono impostare:

  • Importo: l’ammontare dell’investimento, a partire da 1$
  • Moltiplicatore: ovvero la leva finanziaria, a x3, x5, x10 che aumenta sia il ritorno potenziale, sia il livello di rischio dell’operazione
  • Livello di chiusura automatica: si possono impostare stop loss e take profit che consentono di chiudere automaticamente la posizione una volta raggiunto un livello di profitto o perdita scelto personalmente
  • Pre-ordine: il livello di prezzo raggiunto con il quale far aprire un ordine in automatico.

Ogni operazione può essere al rialzo e al ribasso, perciò si può negoziare sia in modo tale da puntare a dei profitti in base ai rialzi, sia in modo tale da puntare a dei profitti in base ai ribassi.

Ricordiamo che si tratta di operazioni a proprio rischio, perciò oltre a eventuali profitti, in caso di mercato sfavorevole si deve tenere conto anche di eventuali perdite.

Bilanci della Juventus

E’ possibile trovare il resoconto dei bilanci della società a questo collegamento: http://www.juventus.com/it/club/investor-relations/pubblicazioni/bilanci-e-relazioni/2017-18.php .

Nella stagione sportiva 2017-2018, la Juventus è riuscita ad ottenere il primo posto nel campionato italiano di Serie A portando a casa l’ottavo scudetto consecutivo, e a risultare la vincitrice della Coppa Italia (quarta consecutiva). A questi straordinari risultati nazionali però, si deve aggiungere l’eliminazione dalla Champions League ai quarti di finale per mano del Real Madrid.

Con l’uscita anticipata dalla competizione europea più prestigiosa, si deve sommare la grande stagione della Roma, che è riuscita ad ottenere le semifinali di Champions League, diminuendo così i ricavi della Juventus rispetto alla stagione precedente.

Allo stesso modo, durante la stagione sportiva 2016-2017, la Juventus era stata capace di portare a termine cessioni importanti (Paul Pogba venduto per 105 mln di euro), ottenendo ricavi decisamente superiori alle previsioni iniziali.

Al netto di tutti questi fattori e a meno che non arrivino cessioni di giocatori importanti entro il 30 giugno 2018, l’esercizio 2017-2018 dovrebbe chiudersi in rosso di circa 30 milioni di euro.

Cifra non preoccupante per una società capace di ottenere ricavi per oltre 400 mln di euro, che comunque consentono alla Juventus di rimanere ampiamente nei margini dettati dal Fair play finanziario.

Un po’ di storia

La Juventus Football club, meglio nota come Juventus, è una società calcistica italiana per azioni con sede a Torino.

Fondata nel 1897, la Juventus è uno dei club più antichi d’Italia, e il più titolato a livello nazionale. Tra competizioni nazionali ed internazionali, la Juventus vanta ben 34 titoli di campione d’Italia e 11 in competizioni UEFA.

Storicamente, la società torinese è sempre stata legata al nome della famiglia Agnelli, che ne prese la gestione nel 1923 senza più lasciarne la guida.

Nel 1985 diventò il primo club ad aver vinto tutte e tre le maggiori competizioni europee e successivamente divenne il primo e tuttora unico club al mondo ad avere conquistato tutti i trofei ufficiali della propria confederazione di appartenenza.

Da metà degli anni ’90, la Juventus è stabilmente tra le prime società calcistiche mondiali, sia per fatturato che per valore borsistico. E’ notevole inoltre il contributo di giocatori di qualità che la società fornisce alla nazionale di calcio italiana anno dopo anno.

Attualmente, la Juventus ha deciso di rimodernare i propri impianti, in particolare dalla stagione 2011-2012, in cui venne inaugurato il nuovo Juventus Stadium (poi rinominato Allianz Stadium), nato sulle ceneri del precedente Stadio delle Alpi.