Azioni Alibaba o eBay?

0
3146
azioni alibaba guerra a ebay

Chi è solito giocare in borsa è anche solito fare dei confronti tra le diverse società concorrenti, così come negli ultimi giorni come nei prossimi vi sarà il confronto tra le azioni Alibaba e quelle di eBay. Anche se in realtà sarebbe Amazon il sito più simile ad Alibaba, va considerato che Alibaba si muove su tantissimi fronti per via della struttura di siti che gestisce direttamente, perciò si può fare un confronto con un gigante dell’e-commerce, eBay. Non c’è niente di originale, in questo confronto, poiché è+ stata sempre la stessa Alibaba a muovere guerra ad eBay, così come si evince in questa divertente fotografia, con personale di Alibaba vestito in assetto da guerra.

azioni alibaba guerra a ebay

Va meglio Alibaba o eBay?

I dati che si possono prendere in considerazione sono davvero tanti, perciò proveremo a tenere maggiormente presente quelli che dovrebbero rendere meglio l’idea delle proporzioni di Alibaba. In tanti infatti non hanno per niente idea di cosa sia, ma presto scopriranno un mostro dell’e-commerce.

Il primo dato che prendiamo in considerazione è il volume di merchandise lordo dal 2012 ad oggi. Come potete evincere dal grafico, eBay sembra il prodigio della costanza. Sta migliorando ma è praticamente fermo. E’ costante nel suo risultato. Alibaba, invece, dal 2012 ha quasi triplicato il risultato. Da notare, che nel grafico compaiono 4 trimestri di cui l’ultimo è una previsione. Non sottovalutate la previsione, poiché si basa su presupposti molto realistici, oltre che statistici.

merchandise alibaba

Chi Compra su Alibaba?

No, non ci stiamo chiedendo se ci sia qualcuno che faccia acquisti su Alibaba, ma la tipologia di target raggiunto. Ora, considerato il seguente grafico, ci sarebbero diverse considerazioni da fare.

acquisti su Alibaba

Alibaba è arrivata a 231 milioni di acquirenti attivi grazie soprattutto ad un mercato enorme, quello cinese, che conta un miliardo e mezzo di abitanti. Ebay, che comunque è conosciuta in tutto il mondo, ne conta “solo” 140 milioni. La prima considerazione è: cosa succederà dopo la IPO delle azioni Alibaba? La IPO è solo la prima mossa per “conquistare” l’occidente, dopodiché sarà davvero guerra tra Alibaba e le sue concorrenti. La seconda considerazione è: il successo di Alibaba nel 2014, con ricavi superiori ad Amazon e eBay messe insieme è da considerare tutto merito del mercato cinese?

A quanto pare, no, poiché c’è da prendere in considerazione un dato abbastanza allucinante: gli utenti mobili. Sugli ultimi dati (enormi anch’essi) delle vendite di Alibaba, gli utenti che hanno acquistato da mobile sono stati il 30%, arrivando a 180 milioni, con la crescita di 25 milioni soltanto nell’ultimo trimestre. Questo è l’effetto di una cura nelle strategie per il futuro, dove sarà il mobile a farla da padrona. Per quanto riguarda l’utenza mobile, Alibaba al momento non ha rivali e il governo cinese pare stia giocando la partita insieme all’azienda. Entro il 2020, infatti, l’85% della popolazione sarà coperta dalla banda larga (3G, 4G) , per coprire perfettamente 1.200.000.000 di abitanti. Scusate se scriviamo il numero per intero, ma altrimenti non rende l’idea. Chi pensa che la Cina sia ancora indietro sulla tecnologia, intesa come tecnologia popolare, si sbaglia davvero di grosso.

eBay non teme rivali

Quando una società seria come eBay sta sul mercato da 20 anni, da quando praticamente internet iniziava a dare i primi vagiti a ridosso delle grandi masse pronte ad accoglierlo, non c’è da stupirsi se la stessa società punti sulla propria esperienza e sul proprio marchio. Se ad esempio uscisse una grande rivale della Coca Cola, non è detto che gli americani, storicamente affezionati alla Coca Cola smettano di berla per passare ad un altro prodotto. E’ normale quindi che eBay possa mostrare i muscoli, e questa costanza nei risultati è un fattore che lo dimostra. eBay fa semplicemente “il proprio dovere” ed è praticamente diventato un punto di riferimento per gli acquisti online tra utenti, in primo luogo, e tra utenti e negozi online, in secondo.

La stessa cosa si è vista tra Swatch e Apple, dove quest’ultima prima di lanciare l’iWatch ha lanciato la sfida alla Swatch promettendo addirittura di affossarla. Swatch, per contro, ha risposto che al massimo aumenteranno gli americani che avranno un orologio, ma che non ha per niente paura di perdere clienti ormai affezionati alla qualità e allo stile offerti dalla storica società.

 

Preferisci copiare i TOP Trader?

Da oggi è possibile copiare automaticamente i migliori trader al mondo con la piattaforma di eToro. Scelgi i trader più performanti che vuoi copiare e replica con facilità le operazioni. Scopri come funziona