Come riconoscere le piattaforme di trading sicure

0
193

In questo articolo ti spiego cosa bisogna controllare per riconoscere le piattaforme di trading sicure, ovvero quali aspetti valutare per capire se un broker sia affidabile.

Sarà capitato anche a te, sicuramente, di capitare su una di quelle pagine che promettono guadagni facili con bitcoin senza fare nulla. Tutto ciò che viene chiesto è solo un deposito. Dopodiché, stando a quanto dicono i testimonial, i guadagni fioccano come la neve. Da pochi euro si passa a centinaia di migliaia di euro in pochi giorni, trascorrendo il tempo in spiaggia.

Certo, come no! Che stupidi siamo tutti noi altri che passiamo il tempo a lavorare!

Quando un sito non è affidabile può essere davvero palese. Tuttavia,in altri casi potrebbe non essere così evidente.

In questo video ci concentreremo sui siti dei broker e ti mostrerò quali sono gli elementi da tenere in considerazione per valutare la sua affidabilità e la sua legalità.

1. Regolamentazione e Iscrizione al Registro Consob

Le piattaforme di trading sicure sono offerte solo dai broker affidabili. Il più importante aspetto da controllare di un broker è la regolamentazione. Per operare in Italia, un broker deve essere regolamentato.

Ma cosa significa regolamentazione? Significa che viene autorizzato e monitorato da un’ente istituzionale, ovvero l’ente regolatore.

I broker che operano in Italia devono essere autorizzati e controllati da un ente regolatore riconosciuto a livello europeo. Molte piattaforme di trading in Italia, ad esempio, sono offerte da broker che sono regolati da CySEC, con sede a Cipro.

Oltre ad essere regolamentati, le società che gestiscono i broker devono anche essere iscritti al registro Consob, ovvero il registro della Commissione Nazionale per le Società e la Borsa. La Consob è l’autorità italiana per la vigilanza dei mercati finanziari.

Questi due aspetti, la regolamentazione e l’iscrizione al registro Consob, sono obbligatori per i broker che vogliono operare in Italia. Perciò, se il sito di un brokere non presenta questi requisiti, vi sconsiglio vivamente di evitarlo.

Come si fa a controllare che un broker sia regolamentato?

Partiamo dalla regolamentazione. Quando sei sulla pagina di un broker, scorri in fondo alla sua homepage. Qui, troverai le informazioni circa la regolamentazione. Ad esempio, dovresti trovare i riferimenti alla CySEC.

Ciò significa che il broker è regolamentato da questo ente regolatore. Se proprio volete essere pignoli, potete andare sul sito dell’ente regolatore e controllare che al numero di licenza combaci lo stesso broker.

Come verificare che una società sia iscritta al registro Consob

E per quanto riguarda l’iscrizione al registro Consob? C’è da dire che non sempre questa viene evidenziata, tuttavia basta procedere come segue.

Per prima cosa annota il nome della società che controlla il broker (come ad esempio Rodeler Ltd per 24option) e quindi vai sulla pagina della Consob relativa alle società di intermediazione con sede all’estero. Nella lista, cerca il nome della società di cui ti sei annotato il nome.

Talvolta il nome della società è diverso da quello del broker, mentre altre volte è uguale (ad esempio per Plus500, eToro o IQ Option). Questo non è importante, ma l’importante è che tutto sia specificato nella homepage del sito del broker.

Ricapitolando

Quindi, ricapitolando, per controllare se un broker è affidabile, controlla che sia regolamentato da un ente regolatore riconosciuto a livello europeo. Oltre a questo, controllate che la società che lo gestisce sia iscritta al registro Consob.

Che fatica! Beh, un modo più semplice ci sarebbe… fate fare il duro lavoro a noi e scegli un broker dalla nostra pagina dedicata alle migliori piattaforme di trading, dove ne troverai diversi e tutti affidabili, regolamentati e legali.

Ogni broker che trovi su giocareinborsa.com è stato recensito personalmente da me. Inoltre, per non farti mancare nulla, ho anche scritto delle guide specifiche per ognuno di loro.

Scegli la piattaforma di trading sicura che preferisci

Qui sotto trovi alcune delle migliori piattaforme per fare trading online sicure e autorizzate. Sono tutte regolamentate a livello europeo e la loro società è iscritta al registro Consob.

  • Piattaforma: 24option
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza: Cysec
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and Conditions apply 75% of retail CFD accounts lose money
  • Piattaforma: itrader
    Deposito Minimo: 250 €
    Licenza: Cysec
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    76.4% of retail CFD accounts lose money **Your capital is at risk (CFD service)
  • Piattaforma: Iq Option
    Deposito Minimo: 10 €
    Licenza: Cysec
    • Interfaccia di ultima generazione
    • Deposito Minimo Basso
    • Guida Completa
    ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)

2. Popolarità

Molto velocemente e semplicemente, un broker famoso, rinomato, popolare, è già una buona base di partenza. Le piattaforme di trading sicure sono generalmente molto utilizzate e conosciute.

Se non hai mai sentito parlare di un broker, a meno che non sia pronto a fare tutti i controlli descritti in precedenza, faresti meglio, nel dubbio, a evitarlo.

3. Pagamenti

Una piattaforma di trading deve essere sicura non solo perché regolamentata, ma anche perché deve pagare. I depositi, così come i prelievi, devono svolgersi senza problemi. Se guadagno facendo trading, devo poter prelevare “liscio liscio”.

A tal proposito, la regolamentazione è un ottimo strumento di controllo: se un broker non dovesse pagare nella sua ordinaria attività, verrebbe bandito immediatamente, chiuso e multato. Se i broker che uso sono online e funzionanti da diversi anni, quasi dieci anni ormai per alcuni, un motivo ci sarà.

Beh, non a caso 24option è partner della Juventus, Plus500 è sponsor dell’Atletico Madrid ecc. Non è davvero un caso.

A tal proposito, personalmente preferisco quei broker che consentono di effettuare depositi e prelievi anche con la Postepay, perché è un metodo di pagamento molto utilizzato dai trader principianti italiani. Ad ogni modo, sono sempre fornite più alternative tra cui anche i portafogli elettronici come Paypal, Neteller, Skrill e altri ancora, oltre ai metodi più classici come carte di credito e bonifici.

4. Servizio Clienti

Considerati gli standard attuali, un buon broker deve anche fornire un ottimo servizio clienti. E’ per questo che sulle migliori piattaforme di trading oggi si possono trovare le chat live di assistenza. In ogni momento si può contattare il servizio clienti e chattare dal vivo per risolvere eventuali problemi in tempo reale.

Niente male. Fino a qualche anno fa bisognava scrivere un’email e aspettare la risposta. Nel trading tuttavia alcune questioni o semplici dubbi vanno risolti subito.

Occhio però che il servizio clienti non è un professore gratuito. Prima di inondarli di domande del tipo “come si fa trading?” ti consiglio prima di dare un’occhiata al nostro portale, dove troverai guide su ogni cosa. E ne sto scrivendo altre!

Conclusione

Questi 4 aspetti (regolamentazione, popolarità, pagamenti e servizio clienti) ti aiuteranno molto a trovare una piattaforma di trading sicura, legale e affidabile.

Il mio consiglio è quello di “restare dove si tocca”, evitando di credere a soluzioni miracolose per guadagnare tanto e in breve tempo, così come di iscriversi ad un broker soltanto perché si viene invitati a farlo (forse mi riferisco alle cosiddette telefonate del trading).

Un broker offre semplicemente gli strumenti per fare trading online, tra cui la piattaforma. Non vende sogni o illusioni. Per ottenere dei profitti affidati solo a te stesso e alle tue capacità di apprendimento del trading.

 

Preferisci un corso gratuito in PDF?

Ti consigliamo allora quello che a nostro parere è il migliori corso trading per principianti. Il corso è creato da 24option, una piattaforma leader al mondo, autorizzata in Europa dalla CYSEC ed iscritta al registro CONSOB

Ultimo aggiornamento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here