Lezione 8 – Basi per un Forex Sicuro, gli Stop

0
3431

Nella lezione 7 abbiamo fatto un esempio di operatività pratica sul Forex, evidenziando gli effetti della leva finanziaria che ci consente di negoziare su una quantità di titoli superiore a quella su cui potremmo negoziare con il nostro budget effettivo. Questo fattore rende il Forex online molto più interessante e produttivo.

I risultati operativi infatti sono tangibili fin da subito, per tutti i tipi di utenti. A prescindere che si investa poco o molto, le potenzialità di guadagno in percentuale sul Forex sono assolutamente rilevanti e si possono apprezzare sin dalle prime operazioni. Ad ogni modo, per operare in modo sicuro, anche da subito, vi sono due modalità: conto demo oppure conto reale con utilizzo dello stop loss.

Forex Sicuro: lo Stop Loss

Sempre nella lezione n.7 sulla leva finanziaria nella pratica abbiamo menzionato gli stop (stop limit e stop loss) ma abbiamo rimandato il loro approfondimento in una lezione successiva.

In questa lezione perciò vi spiegheremo cosa sono e a che servono gli stop del Forex, che sono tuttavia utilizzabili per qualsiasi tipo di mercato, oltre quello valutario.

Sia che negoziate su valute, sia che negoziate su azioni, materie prime, ETF o indici, gli stop saranno sempre a disposizione per rendere il vostro trading più sicuro.

Stop Loss nel Forex, cosa è, come funziona

Cosa è lo stop loss? Cosa è lo stop limit o take profit?

Quindi veniamo al dunque: cosa sono gli stop?

Per “stop” si intende un ordine con cui si ordina al broker di chiudere automaticamente una posizione. Per effettuare questi ordini, si utilizza la piattaforma di trading.

  • Lo stop loss consente di impostare un livello di prezzo corrispondente ad una determinata percentuale di perdita sull’operazione, raggiunta la quale la posizione verrà chiusa automaticamente dalla piattaforma. In pratica, si dice alla piattaforma “se il prezzo arriva a tot, chiudi la posizione”. Lo stop loss si usa per mettere un tetto alle perdite.
  • Il take profit, anche detto stop limit, consente di impostare un livello di prezzo corrispondente ad una determinata percentuale di profitto sull’operazione, raggiunta la quale la posizione verrà chiusa automaticamente dalla piattaforma. In pratica, si dice alla piattaforma “se il prezzo arriva a tot, chiudi la posizione”. Il take profit si usa per prendere profitto una volta raggiunto un determinato obiettivo di profitto.

Come potete ben capire, si tratta di due operazioni fondamentali, sia in termini di diminuzione del rischio (gestione del rischio), sia in termini di gestione dei guadagni. Si tratta di due esempi di trading automatico che vi consente di stare al sicuro anche se non potete seguire personalmente e costantemente le vostre operazioni.

Il Conto Demo Forex

Cosa è e a cosa serve il conto demo Forex

Se si parla di sicurezza non si può non citare il conto demo, sebbene questo discorso sia stato già presentato e verrà riproposto in futuro.

Si tratta di una componente fondamentale del percorso formativo di chi impara ma anche per i professionisti, poiché il conto Forex demo consente di mettere in pratica le proprie strategie per verificare la loro efficacia.

Chi adotta dei particolari sistemi o tecniche, non disdegna di aspettare anche diverse settimane per testarle al meglio.

Il conto demo, gratuito, è sicuramente il metodo migliore. Prova un conto demo Forex gratuito iscrivendoti a Trade.com.

Passa alla lezione successiva – Orari dei mercati Forex

Da oggi è possibile iniziare a fare trading CFD con conto demo con questa piattaforma leader al mondo, autorizzata in Europa dalla CYSEC ed iscritta al registro CONSOB