Strumenti di analisi tecnica IQ Option per un Trading di Qualità

0
5807

In questa lezione della guida a IQ Option, ci dedichiamo agli strumenti di analisi tecnica di IQ Option. Brevemente ricordiamo che l’analisi tecnica nel trading è lo studio dei grafici e la loro interpretazione al fine di effettuare delle previsioni sull’andamento dei prezzi.

Per provare questi strumenti, assolutamente gratuiti, accedi qui senza depositare alla piattaforma e continua a leggere il testo della lezione.

Se desideri fare trading online di qualità, dovresti utilizzare almeno gli strumenti di analisi tecnica più basici. Più strumenti per l’analisi tecnica si conoscono, strumenti si hanno a disposizione per avere risultati concreti e costanti nel lungo termine. Infatti, una cosa è effettuare una previsione corretta, una cosa è effettuare molte più previsioni corrette rispetto a quelle errate nell’arco di alcuni mesi. Se il tuo obbiettivo di trading è quello di effettuare dei guadagni quanto più costanti, allora non puoi esimerti dall’approfondire l’analisi tecnica.

Per chi non ha voglia, tempo o testa per approfondire

Se non avete voglia o tempo di approfondire l’analisi tecnica, allora potreste basarvi sull’analisi fondamentale, che può essere svolta a diversi livelli.

Nel mercato azionario, l’analisi fondamentale comprende lo studio dei dati di bilancio, le prospettive, i flussi di cassa, i piani di produzione, la valutazione della dirigenza, l’aggiornamento sul contesto settoriale ed economico ecc.

Nel mercato Forex, l’analisi fondamentale comprende lo studio e l’aggiornamento sui dati macroeconomici che vengono pubblicati periodicamente sul cosiddetto calendario economico. Un determinato dato può influenzare positivamente o negativamente una valuta, andando quindi a spostare gli equilibri all’interno di un cambio valutario (ad esempio l’euro dollaro).

Cosa offre IQ Option a chi vuol fare sul serio

Nelle precedenti lezioni del tutorial IQ Option abbiamo visto che nella schermata principale della piattaforma IQ Option è presente un bel grafico in tempo reale. Abbiamo anche visto come nello stesso riquadro occupato dal grafico si possono visualizzare fino a 9 grafici in tempo reale contemporaneamente.

Oggi invece vediamo come è possibile personalizzare il grafico da un punto di vista di analisi tecnica. Per analisi tecnica, si intende lo studio dei grafici (formati grazie ai dati storici) al fine di individuare trend o inversioni di mercato. In pratica, serve come ausilio alla previsione dei movimenti dei prezzi nel futuro (prossimo).

Gli strumenti di analisi tecnica sono:

  • Grafici
  • Strumenti grafici
  • Indicatori

Qui di seguito li scopriamo in dettaglio.

Grafici su IQ Option

Su IQ Option si può visualizzare il grafico in 4 diversi modi. Quello che vi consigliamo è quello delle candele giapponesi o delle barre, poiché presentano diverse informazioni tra cui prezzo di apertura, prezzo di chiusura, oltre a valori di massimo e minimo in uno specifico intervallo.

Un altro tipo di grafico presente su IQ Option è quello di tipo “Zonale”, utile per mostrare come un prezzo si muova su una singola linea.

Infine, è presente la tipologia di grafico lineare, la più semplice, che collega tutti i livelli toccati dal prezzo tramite una linea continua.

Per impostare il tipo di grafico su IQ Option occorre semplicemente cliccare sul pulsante più in alto situato nella piccola barra verticale che appare in basso a sinistra sulla piattaforma.

Strumenti grafici

Tra gli strumenti grafici inseriamo anche l’impostazione di un periodo temporale del grafico (su IQ Option è valido solo per le candele e le barre). Per periodo temporale si intende il lasso di tempo tra un tracciato e l’altro, sul grafico. Ad esempio, se impostiamo 1d (1 day ovvero 1 giorno), ci apparirà un grafico con una candela per ogni giorno. Se invece impostiamo 4h, ci apparirà un grafico con una candela relativa ad ogni 4 ore. Ancora, se impostiamo 5 m (5 minuti) ci apparirà un grafico con una candela relativa ai movimenti avvenuti ogni 5 minuti e così via.

Nota bene: per ogni tipo di strategia associata ad un indicatore, corrisponde un determinato intervallo temporale (timeframe) preferibile rispetto ad altri. Ad esempio, un conto è impostare una media mobile con timeframe a 5 minuti, un altro è impostarla a 7 giorni. A seconda dell’indicatore utilizzato, occorre assicurarsi di impostare una suddivisione temporale del grafico adatta ed efficace.

Passiamo ora agli strumenti grafici per disegnare. IQ Option consente di disegnare sui grafici delle linee, in modo completamente autonomo e indipendente. Questa è una caratteristica delle migliori piattaforme di trading. Con gli strumenti di disegno si possono creare in prima persona elementi dell’analisi tecnica, come ad esempio tendenze, linee di supporto e linee di resistenza.

Le linee che si possono creare facilmente, a mano, con una guida, in IQ Option sono: la linea semplice, la linea del trend, la linea orizzontale e le linee di Fibonacci.

In ognuno di questi casi il metodo per la creazione è lo stesso. Occorre prima cliccare sullo “strumento per disegnare” che si desidera utilizzare, poi si torna sul grafico, si clicca e si tiene premuto trascinando il mouse fino a quando non si ottiene il risultato desiderato.

Per eliminare ciò che si è disegnato, basta tornare nella finestra “strumenti per disegnare” e quindi eliminare la linea che si desidera. Nel caso abbiate tracciato più linee, potrete facilmente selezionare quella che volete eliminare, lasciando intatte le altre.

Indicatori tecnici su IQ Option

Sulla piattaforma di IQ Option si possono utilizzare numerosi indicatori per l’analisi tecnica, selezionati tra i più importanti e soprattutto utili ed efficaci per il trading con le opzioni.

Qui di seguito vediamo quali sono gli indicatori presenti e utilizzabili su IQ Option.

Medie Mobili

MM o Medie Mobili. Le medie mobili rappresentano gli indicatori di analisi tecnica più utilizzati e basici, poiché vengono solitamente utilizzati in aggiunta ad altri indicatori, al fine di confermare determinati segnali (es. con le Bande di Bollinger, Alligator, MACD e Awesome Oscillator). Si presenta in 4 varianti quali media mobile semplice (SMA), media mobile ponderata (WMA), media mobile esponenziale (EMA), media mobile adattiva (SSMA). Le medie mobili vengono impiegate per stabilire l’attuale tendenza ma anche per mettere in evidenza delle inversioni, ad esempio quando due tipologie di linee MM si toccano (es. semplice ed esponenziale).

Nella figura in basso, l’applicazione grafica di SMA e EMA. Si può notare l’inversione al momento dell’intersecazione.

Bande di Bollinger

Le bande di Bollnger, chiamate così per via dello studioso che le ha inventate, fanno parte della categoria di indicatori tecnici utilizzati per l’individuazione e lo studio di una tendenza (indicatori di tendenza).

Questi infatti in un certo senso “misurano” la dinamicità dell’andamento di un determinato prezzo. Tramite le Bande di Bollinger si può determinare la posizione relative del prezzo entro un determinato intervallo di tempo, così come identificare possibili punti di ingresso nel mercato. Inoltre, sono molto popolari poiché consentono di individuare il livello di onde correttive quando il prezzo rimbalza dalle linee dell’indicatore.

Alligator

 Il nome di questo indicatore deriva dal fatto che le sue tre linee vengono facilmente memorizzate pensandole come tre parti della bocca di un alligatore. L’indicatore Alligator consente di valutare l’andamento del mercato e filtrare periodi di assenza di trend (laterali). Il suo scopro è quello di visualizzare il segnale del trend emergente. E’ applicabile alla maggior parte degli intervalli di tempo.

Indice di Forza Relativa

Chiamato anche RSI (Relative Strenght Index), è un indicatore tecnico utilizzato per determinare la forza di un trend in atto e i suoi possibili punti di inversione. L’Indice di forza relativa confronta la crescita in termini assoluti del target price all’interno di un determinato intervallo di tempo, con la riduzione complessiva di prezzo all’interno dello stesso periodo. Il risultato visualizzato è una curva con un intervallo percentuale che va dallo 0 al 100%.

MACD

L’indicatore MACD o Moving Average Convergence Divergence (media mobile convergenza divergenza), mostra per l’appunto le convergenze e le divergenze delle medie mobili. Questo indicatore rappresenta la visualizzazione grafica del rapporto tra due medie mobili esponenziali applicate a periodi dalla lunghezza differente. Il suo obbiettivo è quello di determinare la direzione e la forza del trend. La linea visualizzata è una media mobile semplice dei valori dell’indicatore.

SAR Parabolico

Questo indicatore si base sul grafico del prezzo e viene visualizzato come una serie di piccoli punti. Il suo obbiettivo è molto simile a quello delle medie mobili, con la differenza che il Parabolic SAR si muove con delle accelerazioni più accentuate e cambia la sua posizione a seconda del prezzo. Quando il trend è di tipo rialzista, l’indicatore si trova sotto i prezzi. Quando invece il trend è ribassista, l’indicatore si trova sopra i prezzi.

Oscillatore Stocastico

L’oscillatore Stocastico, di cui avrete già sicuramente sentito parlare, mette in relazione il prezzo corrente con gli estremi del periodo selezionato. Questo indicatore viene espresso in forma percentuale e i suoi valori sono compresi tra lo 0 e il 100%. L’oscillatore Stocastico può individuare condizioni di sovra-comprato e sovra-venduto, aiutando a identificare in quali punti il mercato è pronto ad una inversione.

Oscillatore Awesome

Letteralmente, si traduce in “oscillatore fantastico”, un “ottimo indicatore”. Ad ogni modo, mettendo da parte il suo nome, questo indicatore costituisce la rappresentazione grafica del rapporto tra due medie mobili semplici (lenta e veloce) sotto forma di grafico a barre. Mostra il compimento e lo sviluppo di nuovi trend. Generalmente, si considera l’oscillatore Awesome come una versione semplificata del MACD.

Average True Range (ATR)

Si può tradurre come “il reale intervallo della media” e a differenza di molti indicatori, non può prevedere la direzione del movimento. Questo indicatore mostra soltanto la volatilità di un determinato momento, per un determinato asset, in un determinato periodo. Inoltre, l’ATR determina il tasso di cambiamento delle quotazioni. Un movimento attivo dell’ATR indica un incremento nell’ampiezza delle candele (ovvero delle candele giapponesi).

ADMX o ADX

Nome completo  Average Directional Movement Index, è sempre davanti alla curva e mostra la forza di un trend (rialzista, ribassista o in indebolimento) anteriore all’inizio del movimento di prezzo. Questo indicatore può essere utilizzato anche per identificare potenziali cambi nella situazione di volatilità del mercato.

Frattale (Fractal)

L’indicatore frattale si compone di una serie di almeno 5 candele giapponesi. La candela centrale è sempre più alta o più bassa delle altre che la circondano. Il principale obbiettivo dei frattali è quello di visualizzare i punti di massimo e minimo locali della curva di prezzo e indicare punti per l’inversione di mercato.

CCI o Commodity Channel Index

Come si può intuire dal nome, questo indicatore è utilizzato per il trading di commodity, ovvero delle materie prime. Nel caso delle opzioni binarie, per quelle che hanno come asset sottostante i prezzi delle materie prime. Ad ogni modo, questo indicatore, così come altri, misura la velocità di un movimento di prezzo e il suo obbiettivo ultimo è quello di individuare inversioni di mercato in arrivo. Il CCI può essere quindi utilizzato per misurare la forza di un trend corrente oppure per individuare i massimi e minimi. E’ molto simile all’indicatore ADX e generalmente viene ugilizzato anche per determinare il trend di mercato.

Vai alla prossima lezione della guida: il test di autovalutazione sulla comprensione della guida