Crolla il bitcoin: conviene comprare o aspettare?

0
753
Conviene comprare bitcoin o vendere con il coronavirus

Il bitcoin è crollato del -27% nella sola giornata di ieri, 12 marzo 2020. E’ passato da 7.928$ a 5.7444$ (quote CoinMarketCap). Questo è apparso piuttosto strano poiché il bitcoin in realtà, essendo fuoiri dai mercati tradizionali, dovrebbe essere l’alternativa alla moneta ufficiale e garantire un valore anche nei periodi di crisi economica.

Ciò che è avvenuto oggi dimostra che non è così. In pratica, non si muove come l’oro, non è un bene rifugio. E’ un asset che ha una vita a sé stante e che è influenzata da numerosi fattori.

Ad ogni modo, ciò che in molti si chiedono è: conviene comprare bitcoin in questo momento?

Ipotesi ottimistica: perché comprare bitcoin

Il virus prima o poi verrà debellato, la crisi economica verrà risolta e tutto tornerà come prima. Questo è certo. L’unica incognita sono i tempi.

Ciò detto, chi acquista bitcoin lo fa comunque per tenerli nel cassetto e aprirli dopo qualche anno. Considerando che il bitcoin ha perso più di 2.000$ in un giorno solo, non è detto che non li recuperi in un altro giorno, tra qualche tempo (o magari qualche giorno stesso!). Perciò, considerando che nell’ultimo anno ha viaggiato con una media di 7500$, non è detto che non ritorni presto a questa quota.

Presto potrebbe essere tra qualche mese, ad esempio. Il ragionamento è questo: se le borse che oggi sono crollate in modo eccezionale hanno prodotto grosse vendite di bitcoin, cosa succederà se le borse dovessero risalire di colpo? Ovviamente non si parla di rialzi pre-crisi, ma anche soltanto ai prezzi antecedenti all’ultima giornata di contrattazioni?

Inoltre, in qualche mese o un anno le quotazioni potrebbero tornare alla normalità. Quindi, teoricamente il bitcoin potrebbe tornare allo stesso modo alle quote del 2019 e inizio 2020.

Non c’è alcun dubbio, guardando il grafico del bitcoin, che siano state le borse a tirarlo giù (basta guardare i grafici a partire dalla fine di febbraio). Quanto altro potrebbero scendere i mercati internazionali? Quanti mesi potrà ancora durare la pandemia? Nessuno ha la risposta. Ciò che è logico pensare, è che un rialzo delle borse potrebbe potenzialmente causare anche un rialzo del bitcoin.

Ipotesi pessimistica: perché vendere bitcoin o rinviare l’acquisto

L’altro lato della medaglia, l’ipotesi pessimistica, vede invece la crisi economica causata dal Coronavirus più lunga di quanto ci si poteva aspettare e quindi potrebbe essere ancora più conveniente aspettare che il tutto si risolva completamente, e comprare quindi quando il bitcoin avrà raggiunto una soglia inferiore addirittura ai 1000 dollari.

Potrebbe essere addirittura conveniente venderli, sotto questo punto di vista, poiché sebbene le borse potrebbero avere qualche sbalzo, nel medio termine la situazione è comunque piuttosto incerta, grave e difficile da risolvere.

Ad ogni modo, se i paesi adotteranno le giuste misure di contrasto al virus, questo sarà debellato così come è accaduto per altri virus molto contagiosi e mortali come ad esempio fu quello dell’influenza spagnola che causò dai 50 ai 100 milioni di morti in tutto il mondo.

Quindi, meglio il trading bitcoin?

Ciascuno deve individuare la previsione che ritiene più opportuna in base ai ragionamenti che potrebbero essere stati ispirati anche da questo articolo. Lungi da noi proporvi una soluzione o un’altra: spetta a voi decidere.

Oltre a comprare bitcoin sulle piattaforme dedicate, si può fare anche trading sul bitcoin, tramite CFD. In questo modo, si può negoziare sul rialzo o sul ribasso del prezzo del bitcoin.

L’importante è che scegliate con la vostra testa, evitando possibilmente di affidarvi a metodi che promettono di guadagnare col bitcoin ma che in realtà non offrono alcuna garanzia di successo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here