Problemi col vaccino: come reagiranno le azioni Astrazeneca?

0
1954
Grafico prezzo azioni AstraZeneca

In più parti in Europa purtroppo si sono verificati alcuni casi di sospetti effetti collaterali al vaccino Astrazeneca. Intanto che gli organi competenti accertino cosa sia effettivamente successo e le relative cause, il mercato continua a fare il suo corso. Nella giornata di contrattazione odierna, AstraZeneca parte in perdita, con un -2%, che tuttavia è molto più pesante di quanto possa sembrare. Infatti, esso è causato proprio dalle voci che iniziano a circolare e ai casi accertati, che saranno ora meglio esaminati dagli esperti.

Nel caso in cui si dovesse creare un effetto domino di vendite per mancanza di fiducia, il ribasso potrebbe continuare. Chi ha acquistato azioni AstraZeneca o aperto posizioni ribassiste con CFD, dovrebbe tener d’occhio la situazione e nel caso impostare i dovuti Stop Loss, al fine di scongiurare il pericolo derivante da eventuali ribassi repentini.

Nervi saldi in attesa delle verifiche su Astrazeneca

Sebbene ci siano stati effettivamente dei gravi problemi (anche decessi!) con alcune persone che hanno ricevuto la somministrazione del vaccino AstraZeneca, è bene attendere prima di prendere decisioni avventate, fermo restando che con il proprio capitale si può fare ciò che si vuole.

Il punto è: ci sono le basi per un possibile ritiro di massa del prodotto dal “mercato”? Potrebbe subire un reale danno economico l’azienda con ciò che sta accadendo? Se si pensa di sì, occorre agire di conseguenza.

Il mercato si è aperto in modo negativo per il titolo AstraZeneca ma non eccessivamente negativo, tale da far pensare a una vendita in massa del titolo. Si tratta anzi di un ribasso fisiologico, inferiore a quanto ci si potesse aspettare in data odierna. Su questo influisce anche il fatto che sebbene vi siano stati dei casi problematici, la stragrande maggioranza dei vaccini AstraZeneca finora non ha causato problemi.

Mercati finanziari e trading on-line a parte, occorre che tutti incrocino le dita, poiché la salute viene prima di tutto e i vaccini giocheranno un ruolo fondamentale a tal proposito.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here