Piazza Affari: a rischio una svolta ribassista?

0
2787

Piazza Affari nel corso dell’ultima settimana ha indubbiamente regalato qualche emozione, salvo rimangiarsi il tutto nel finale.

A Piazza Affari le settimane passano ma il copione rimane sostanzialmente lo stesso, con un Ftse Mib che continua a muoversi in un estenuante laterale che si sperava potesse essere superato nelle scorse giornate. L’indice in effetti ci ha provato, andando a testare nuovamente la parte parte del canale situata a ridosso dei 19.800 punti, da cui però è stato respinto con una certa forza.
Proprio a ridosso dei 19.780 punti si è formato un potenziale doppio massimo, visto che questo livello è stato toccato il 3 e il 26 gennaio. Come sappiamo questa figura tecnica ha implicazioni ribassiste, motivo per cui sarà bene monitorare il mercato con attenzione nelle prossime giornate.
L’attivazione del doppio massimo si avrà in caso di cedimento dei 19.100/19.090 punti, con un rottura confermata in chiusura giornaliera.
Sarà importante quindi monitorare l’andamento del Ftse Mib nelle prossime sedute per vedere se i corsi riusciranno a mantenersi al di sopra dei 19.200/19.100 punti. In tal caso si avrà un tentativo di recupero in direzione dei 19.500 punti, oltrepassati i quali ci saranno le condizioni per un nuovo test di area 19.780/19.800. Solo oltre questo ostacolo il Ftse Mib si aprirà ulteriori spazi al rialzo almeno fino ai 20.400/20.500 punti nel breve.
In cado di cedimento dei 19.200/19.100 punti l’indice rischia una flessione ben oltre la soglia dei 19.000 punti, con obiettivi a 18.800/18.700 e a 18.500 in prima battuta.
Il contesto generale appare ancora favorevole ai mercati azionari, come evidenziato dall’avanzamento del dollaro nei confronti dello yen, anche se ciò si scontra un po’ con gli spunti rialzisti registrati nelle ultime ore dall’euro-dollaro.
Anche la prossima settimana sarà scandita da diversi dati macro, ma l‘appuntamento più rilevante sarà senza dubbio quello di venerdì prossimo, quando sarà diffuso il report sull’occupazione Usa.
Quanto ai titoli da monitorare nelle prossime sedute segnaliamo Salvatore Ferragamo che martedì presenterà i dati sulle vendite e venerdì sarà impegnato nell’Investor Day. Oltre i 25,5 euro il titolo potrà allungare il passo verso la soglia dei 27 euro.
Da seguire anche STM che nella sua inarrestabile ascesa potrebbe puntare ora all’area dei 13 euro, con target successivo a 14,5/15 euro, facendo attenzione ad eventuali ritorni al di sotto degli 11,5 euro.
Infine, uno sguardo ad Fca, reduce da ben nove sedute consecutive al rialzo. Se il titolo riuscirà a superare la soglia dei 10,7 euro da cui è stato respinto di recente, potrà aprirsi la strada verso i 12 euro.

Preferisci copiare i TOP Trader?

Da oggi è possibile copiare automaticamente i migliori trader al mondo con la piattaforma di eToro. Scelgi i trader più performanti che vuoi copiare e replica con facilità le operazioni. Scopri come funziona