Lezione 4b – Take profit, a cosa serve, come si usa

In questa lezione del corso completo sui CFD ci occuperemo del Take Profit, su alcune piattaforme chiamato anche Stop Limit. Si tratta di una funzione che consente ai trader di incassare il profitto automaticamente in caso di previsioni corrette.

Nella scorsa lezione abbiamo parlato dello Stop Loss, che ci consente di bloccare automaticamente le perdite. Ebbene, il take profit funziona allo stesso modo, ma per “fare cassa”.

E’ bene evidenziare che per applicare stop loss e take profit è necessario negoziare su una piattaforma che presenti queste funzioni, come ad esempio eToro (accedi qui gratuitamente), ovvero la piattaforma che utilizziamo per gli esempi inclusi in questa lezione.

Come funziona il Take Profit

Supponiamo di prevedere un rialzo di prezzo per le azioni Amazon. Ovvero, prevediamo che la azioni Amazon nei prossimi giorni saliranno.

Ebbene, per trarre profitto da questa previsione dobbiamo aprire una posizione di tipo “Acquista” relativa alle azioni Amazon.

Inoltre, supponiamo di avere un obiettivo: guadagnare 100 euro.

Ebbene, questo obiettivo possiamo applicarlo alla piattaforma di trading con la funzione Take Profit. Infatti, se imposteremo il Take Profit a 100 euro, la posizione verrà chiusa automaticamente una volta raggiunta quella quota di profitto.

Ovviamente, va da sé che la posizione non verrà chiusa fin quando tale quota non verrà raggiunta. Inoltre, va sempre considerata l’ipotesi di perdita, in caso di previsione sbagliata.

Take Profit per le operazioni al ribasso

Nell’ipotesi precedente abbiamo parlato di una previsioni al rialzo, tuttavia è bene sottolineare che il take profit si può applicare anche alle operazioni al ribasso, ovvero per le operazioni “Vendi”.

I CFD infatti consentono di negoziare sia al rialzo che al ribasso, perciò cercare profitti sia se il prezzo sale, sia se il prezzo scende.

L’unica differenza tra il take profit per le posizioni al rialzo e quelle per le operazioni al ribasso, è che per le posizioni al ribasso il take profit va posizionato sotto il prezzo corrente. Infatti, il trader guadagna se il prezzo scende, perciò il take profit deve essere piazzato sotto il prezzo in cui si apre la posizione.

Trading automatico, da computer e smartphone

Il trading può diventare una attività stressante. A seguire tutte le operazioni ci si stanca e inoltre non è detto che si abbia il tempo per farlo.

La funzione Take Profit, così come lo Stop Loss e gli altri tipi di Stop, consente di effettuare delle operazioni di trading automatico senza la necessità di dover essere presenti.

Nel caso si verifichi la condizione posta nel paragrafo precedente, ovvero che si raggiunga un determinato livello di profitto, la piattaforma chiuderà l’operazione e nel proprio conto di avrebbero 100€ in più.

Cosa succede se il prezzo non raggiunge la quota impostata

Se un prezzo non raggiunge un determinato livello impostato con il Take Profit, questo non potrà entrare in azione. La posizione quindi resterebbe aperta.

Ad esempio, se si lascia una posizione aperta con un Take Profit posto a 100€, anche nel caso di rialzo con un guadagno di 99,99€ per l’operazione in corso, non si avrebbe l’entrata in funzione del Take Profit. Questo è molto preciso ed entra in funzione soltanto nel caso in cui si raggiunga la quota stabilità.

Quindi, se una posizione dovesse raggiungere 99,99 e tornare verso quota 20 o -20, o -99, non ce l’avreste fatta per un solo centesimo.

Per tale motivo, vi consigliamo di scegliere bene i valori da impostare.

Inoltre, vi consigliamo di impostare sempre anche lo Stop Loss.

Esempio pratico su come impostare il Take Profit

Per il nostro esempio, utilizzeremo la piattaforma eToro, che tra le sue tante funzionalità facili da applicare, presenta anche il Take Profit.

Per prima cosa, selezioniamo un asset dalla lista. Nella lista preferiti potrete mettere tutti i titoli e gli asset che preferite. Potremo selezionare ad esempio le azioni Amazon (CFD su azioni Amazon).

Selezione CFD azioni amazon per l'esempio di trading CFD

Cliccandoci su, accederemo alla pagina informativa dell’asset sottostante selezionato (titolo azionario Amazon).

Pagina informativa asset sottostante del CFD

Cliccando su “Investi”, accederemo alla finestra dell’ordine.

Finestra dell'ordine CFD

La procedura da seguire sarà questa:

1.Imposta l’importo dell’operazione (di default ci sono spesso quote piuttosto alte ma che puoi modificare in base alle tue preferenze)

Impostazione dell'importo sul quale negoziare con la piattaforma di trading CFD eToro

2. Clicca su Acquista o Vendi a seconda della tua previsione (rialzista o ribassista)

3. Spunta la casella Take Profit e quindi imposta un prezzo desiderato per lo stop loss, corrispondente all’ammontare di profitto desiderato

Impostazione del take profit sull'ordine CFD nella piattaforma eToroInfine, per aprire effettivamente la posizione basterà cliccare su “Apri Posizione”.  In questo caso (guarda in basso nello screenshot) dato che il mercato americano era ancora chiuso per via dell’orario, appare “imposta ordine” anziché “Apri Posizione”. L’ordine in tal caso viene aperto al momento della riapertura del mercato.

Consiglio comunque di impostare sempre anche lo Stop loss, con la stessa procedura qui descritta per la presa di profitto.

Passa alla lezione successiva: Stop Operativo, cosa è, come funziona.

Preferisci copiare i TOP Trader?

Da oggi è possibile copiare automaticamente i migliori trader al mondo con la piattaforma di eToro. Scelgi i trader più performanti che vuoi copiare e replica con facilità le operazioni. Scopri come funziona

Ultimo aggiornamento