Lezione 4c – Stop Operativo, a cosa serve e come funziona

In questa lezione ci occupiamo dello Stop Operativo, detto anche “Trailing Stop”. Si tratta di una funzione diversa da quella vista nei due precedenti capitoli, riguardanti lo Stop Loss e lo Stop Limit. Lo Stop Operativo infatti è uno stop che varia da solo a seconda dell’andamento del mercato.

Prima di proseguire, facciamo presente che lo Stop Operativo è disponibile, così come gli altri stop menzionati in precedenza, sulla piattaforma Plus500, a cui si può accedere anche in modalità demo per praticare con fondi virtuali.

A cosa serve lo Stop Operativo

Per comprendere meglio come funziona lo Stop Operativo, è necessario capire a cosa serve.

Supponiamo di aprire una posizione di trading e di impostare uno stop loss che chiuda automaticamente la posizione nel caso in cui le perdite tocchino un determinato livello.

Nel caso in cui il mercato si muovesse a nostro favore, non sarebbe ottimo se il livello dello Stop Loss si muovesse in direzione dello stesso, aggiornando l’asticella della quota impostata per il massimale di perdita?

Ed è per questo che è stato progettato lo Stop Operativo.

Esempio per capire meglio

Lo Stop Operativo è più facilmente comprensibile tramite un esempio.

Supponiamo che il prezzo di un asset sia pari a 100 e che desiderassimo aprire una posizione di trading di tipo Long, ovvero “Acquista”. Impostiamo lo Stop Loss a 90, in modo tale che se il prezzo scendesse e arrivasse a 90, la posizione si chiuderebbe automaticamente.

Ma se il prezzo salisse, come potremmo sfruttare meglio la nostra operazione? Facile: usando lo Stop Operativo.

Con lo Stop Operativo, si può fare in modo che lo Stop si alzi nel caso in cui la posizione di acquisto ottenesse dei profitti. In pratica, tornando all’esempio, si potrebbe impostare lo stop operativo in modo tale che se il prezzo arrivasse a 110, anche lo Stop passerebbe da 90 a 100.

Nel caso in cui il prezzo arrivasse a 150, lo Stop arriverebbe a 140. Ciò vuol dire che lo Stop si sarà adeguato ma che potrebbe chiudere la posizione anche in profitto e non solo in perdita.

Tutto ciò vale anche per le posizioni Short, ovvero “vendi”, in cui si opera in ragione della previsione al ribasso dell’asset.

Come applicare lo Stop Operativo sulla piattaforma

Va detto innanzitutto che non tutte le piattaforme offrono la possibilità di applicare uno Stop Operativo. Questa una funzione presente sulle migliori piattaforme di trading, tra le quali evidenziamo la piattaforma Plus500.

Dopo aver selezionato un asset e cliccato sul tipo di posizione da aprire, appare una finestra in cui impostare i dettagli dell’ordine. Oltre a Stop Loss e Stop Limit, vi sono delle funzionalità avanzate, tra cui per l’appunto lo Stop Operativo.

Per il nostro esempio, clicchiamo “Acquista” relativamente all’asset Ferrari (con i CFD che replicano le performance delle azioni Ferrari)

Come si applica lo Stop Operativo nel trading CFD

Abbiamo impostato 20 azioni, per un margine richiesto pari a 196,36 euro (quanto verrà scalato dal capitale disponibile per aprire la posizione). Più sotto, cliccando su “Avanzate”, abbiamo fatto apparire lo Stop Operativo, espresso in Pip. 133 Pip, in questo caso, sono pari a 28,26 euro di perdita. Per facilità, lasciate stare i Pip basatevi sulla quota già espressa in euro.

Ciò vuol dire che lo stop, impostato a 133, chiuderà la posizione quando la perdita arriverà a quota 28,26€.

Nel caso in cui il mercato si muovesse al rialzo, anche lo Stop Operativo si adeguerebbe, salendo e mantenendo sempre lo stesso livello differenza tra il tasso corrente e il livello di perdita massimo rispetto allo stesso.

Quindi, in definitiva, lo Stop Operativo è uno stop che varia in base al tasso corrente e che si adegua ad esso, nel caso in cui il mercato si muova verso la direzione favorevole.

Da oggi è possibile iniziare a fare trading CFD con conto demo con questa piattaforma leader al mondo, autorizzata in Europa dalla CYSEC ed iscritta al registro CONSOB