Lezione 7: buone regole e consigli di trading

0
4198
errori nel trading

Attraverso qualche slogan e qualche buona regola, studieremo in questa lezione gli errori nel trading ed i modi per evitarli. Prima di leggerli, vi consigliamo di fare pratica sulla piattaforma demo gratuita di Plus500.

  • Il primo slogan dal quale vogliamo cominciare è: “comprare a prezzi bassi e vendere a prezzi alti” Può sembrare banale ma è uno dei motivi per cui si accumulano perdite anno dopo anno.
    Analizzeremo nelle lezioni seguenti altre tecniche per sostituire tale slogan con il seguente: “comprare a prezzi alti e vendere a prezzi ancora più alti”.
  • Tre sono i nemici principali dell’azione del trader/investitore sul mercato: “l’avidità“, la “paura” e la “speranza“. La prima postula di poter “essere” su tutte le oscillazioni dei prezzi, la seconda non ci permette di “esserci” nel momento giusto. La paura si trasforma spesso in panico e fa vendere ai minimi; l’avidità spinge spesso a ricomprare vicino ai massimi. A tal proposito ricordiamo una celebre frase di Warren Buffett: “Per avere successo in borsa basta avere paura quando gli altri sono avidi ed essere avidi quando gli altri hanno paura”. Infatti, come pensa la massa? Spera quando deve avere paura e ha paura quando deve sperare. L’attività di investimento e speculazione è un’attività contro natura!
  • Spesso si cade in errore e non si è dalla parte giusta del mercato perché non si fanno le cose semplici, ricordiamo a tal proposito ancora una frase di Warren Buffett: “Deve esserci qualcosa di perverso nel carattere umano, perché gli piace far diventare difficili le cose facili.”
  • Uno degli errori nel trading che si commette di più è quello di non seguire il trend di mercato o di seguirlo entrando con il cosiddetto parco-buoi. A tal riguardo citiamo il seguente slogan: “trend is your friend!”
  • Se siete investitori di lungo-lunghissimo termine non potete non conoscere lo slogan del solito Warren Buffett: “L’incertezza è in realtà amica dell’investitore di lungo termine”. Ciò significa che il mercato nel lungo termine “digerisce” sempre le tempeste che si abbattono sui mercati finanziari. Quindi talvolta conviene comprare a prezzi bassi durante le tempeste per poi rivendere a prezzi alti non appena arriverà la quiete.
  • Il mercato sconta tutto: questo slogan sta ad indicare che tutti gli aspetti fondamentali conosciuti dagli operatori (ed anche dagli insiders trading) sono già incorporati nei prezzi delle azioni.

errori nel trading

  • Una delle regole fondamentali da adottare è la “coerenza d’azione”, cioè la disciplina negli schemi operativi; non si può essere un giorno fondamentalista e il giorno dopo tecnicista: ciò fa cadere in errore.
  • Altra regola è: indipendenza degli operatori. Ogni trader/investitore nello svolgere le varie operazioni deve essere indipendente da brokers, articoli di giornale e news societarie: è importante affidarsi solo alla propria metodologia.
  • Altro slogan di Warren Buffett: “La prima regola è non perdere denaro, la seconda regola è non dimenticare mai la prima regola”. L’obiettivo di investimento e speculazione è la preservazione del capitale.

Non si può essere sempre dalla parte giusta del mercato, ma si può esserlo un numero di volte ragionevolmente alto. L’eccellenza nell’attività di trading/speculazione e investimento è “far correre gli utili” quando siamo dalla parte giusta del mercato e “tagliare velocemente le perdite” quando siamo dalla parte sbagliata. Ma cosa significa tagliare velocemente le perdite? Per ogni figura di operatore (trader/investitore), tagliare velocemente le perdite assume diverso significato, rappresentato dal limite percentuale di perdita prefissata.

Tipo di operatore Arco temporale di azione Limite % di perdite (x)
Day trader 1 giorno x<1%
Swing trader 3-5 giorni 1.5%<x<3-5%
Trader di medio 2-4 settimane ed oltre 2%<x<6-7%
Investitore 1-2 anni max 25%

Perché è importante tagliare velocemente le perdite?
Scopriamolo insieme dalla seguente tabella: come recupero le perdite

% perdita % guadagno per recupero perdita
5.00% 5.30%
10.00% 11.10%
15.00% 17.60%
20.00% 25.00%
25.00% 33.00%
30.00% 42.90%
40.00% 66.70%
50.00% 100.00%
60.00% 150.00%
75.00% 300.00%
90.00% 900.00%

Come possiamo notare dalla tabella, se su un titolo si ha una perdita del 90% per recuperare tale perdita si dovrà compiere una performance del 900%!

Slogan di Jesse Livermore: “Le operazioni sbagliate sono il prezzo che si paga per imparare”. Gli errori (le perdite) rappresentano una risorsa per il futuro.

Capacità del trader/investitore per evitare errori nel trading

Per concludere, quali sono le qualità che un trader/investitore deve avere?

  • Capacità di accettare le perdite
  • Skills sul mercato
  • Sistematicità
  • Pazienza
  • Disciplina (rispetto delle proprie regole)
  • Controllo del rischio (prospetto recupero perdite)
  • Attività di Money Management

Come possiamo notare dall’elenco, se su un titolo si ha una perdita del 90% per recuperare tale perdita si dovrà compiere una performance del 900%!

Slogan di Jesse Livermore: “Le operazioni sbagliate sono il prezzo che si paga per imparare”. Gli errori (le perdite) rappresentano una risorsa per il futuro.

Le prime 5 sono capacità comportamentali.

Con queste buone regole puoi cominciare a fare trading in maniera consapevole con la piattaforma Plus500.

Nella prossima lezione studieremo la terminologia del trading e dell’analisi tecnica che ogni trader/investitore deve conoscere.

Vai alla Lezione 8 – Terminologia e vocabolario di trading