Grano

0
2206
Come fare trading sul grano

In questa pagina illustriamo come fare trading sul grano online, ovvero come investire a breve termine utilizzando strumenti finanziari pensati per offrire la possibilità di ottenere risultati economici in breve tempo (sia positivi che negativi), operando comodamente da casa attraverso una piattaforma di negoziazione online.

Indicatori del prezzo del grano

Quando si decide di investire sul grano si devono considerare necessariamente quei fattori che influenzano o possono influenzare il suo prezzo. Questi fattori sono anche conosciuti come “indicatori”. Tra i principali indicatori per il prezzo del grano vi sono:

  • Condizioni climatiche: le condizioni atmosferiche che variano il clima dei paesi di coltivazione e raccolta possono influire notevolmente sul prezzo del grano, che sebbene sia una pianta forte può subire dei danni quando è ancora giovane. Tecniche di semina e di impianto influiscono notevolmente sulla buona riuscita della coltivazione anche quando vi siano condizioni climatiche avverse.
  • L’offerta: i produttori di grano possono variare notevolmente il prezzo del grano in base alla quantità di grano prodotto, che se in sovrapproduzione può influire al ribasso sul prezzo di questa materia prima.
  • La domanda: la richiesta di grano, va considerata insieme alla produzione e alla quantità di grano disponibile (scorte o riserve)
  • Politiche economiche legate alla produzione e soprattutto all’esportazione di grano nei paesi produttori (soprattutto nei paesi a elevata produzione ed esportazione)
  • Sviluppo della popolazione mondiale: il grano e i suoi prodotti derivati come la farina e il pane, rappresentano la base dell’alimentazione della popolazione di tutto il mondo.  L’aumento della popolazione significa più richiesta, quindi aumento del prezzo. Infatti, in normali condizioni di mercato, il prezzo aumenta all’aumentare della domanda.

Breve e lungo termine

Ora, considerando ad esempio l’ultimo punto trattato nel paragrafo precedente (relazione tra prezzo e popolazione mondiale), si tratta di un fattore che ovviamente va preso in considerazione se si investe a lungo termine, inteso come da 1 a 5 anni o più. Ebbene, con il trading online di CFD sul grano ci si deve concentrare sul breve termine, poiché i CFD sul grano si basano sui futures del grano a scadenza più prossima.

La scadenza dei futures del grano è bimestrale, avviene quindi ogni due mesi. Per tale motivo, vanno considerati gli indicatori nella misura in cui possono agire nel breve termine.

Dettagli dei CFD sul grano, cosa sono?

I CFD sono strumenti derivati utilizzati nel trading online che consentono di realizzare profitti in base alle variazioni di prezzo di altri strumenti finanziari, detti sottostanti o asset. Lo strumento finanziario sottostante dei CFD sul grano sono proprio i futures del grano.

Qui sotto mostriamo il grafico in tempo reale dei CFD sul grano offerti da Plus500. Cliccando su “visualizza dettagli completi” si accede alla pagina relativa ai dettagli del CFD.

 

Dalla pagina relativa ai dettagli dei CFD si può accedere alla pagina ufficiale di Future-CME, in cui è possibile consultare i prezzi dei ufficiali dei future sul grano, relativi alle varie scadenze bimestrali.
Sotto la tabella, invece, è riportata la scadenza di riferimento del future sottostante.

Come si fa trading online sul grano?

Per negoziare CFD sul grano occorre quindi accedere alla piattaforma di trading, tra le quali consigliamo quella di Plus500 poiché valutabile gratuitamente in versione demo illimitata.

Con la stessa piattaforma di negoziazione è possibile piazzare ordini di acquisto o scoperto di CFD sul grano, al fine di realizzare profitti sui rialzi o sui ribassi del prezzo. Le posizioni long o short si aprono e chiudono con un semplice clic e la piattaforma è disponibile sia in versione software scaricabile, sia in versione browser online accessibile dal proprio browser, partendo proprio dalla pagina di Plus500.

Sono applicabili anche ordini secondari ma molto importanti come lo stop loss, stop limit, stop operativo, stop garantito. Lo stop loss consente di fissare un massimale di perdita nel caso in cui il mercato vada contro le proprie previsioni.