Come Comprare azioni Enel SpA

Le azioni Enel, emesse dalla società omonima e quotate sull’indice FTSE MIB di Borsa Italiana, sono il frutto della privatizzazione dell’Ente Nazionale per l’Energia Elettrica (ENEL). Sebbene sia nato come “statale”, Enel è diventata un’azienda multinazionale, e oltre a produrre energia elettrica e gas, si occupa della sua distribuzione sul libero mercato.  Lo Stato Italiano, nelle vesti del Ministero dell’Economia, è ancora il primo azionista della società, detenendo circa un quarto del capitale sociale.

Nel presente articolo illustreremo i fattori da considerare per un investimento a lungo termine, così come quelli da considerare per un approccio a breve termine, come il trading su azioni Enel con CFD.

Migliori piattaforme per il trading su Azioni Enel SpA

Di seguito elenchiamo i migliori broker che consentono di investire e fare trading su azioni Enel SpA. Tutti i broker elencati sono regolamentati ed autorizzati poichè provvisti di regolare licenza Cysec

Broker Vantaggi Dep. Min. Apertura Conto
  • Tra i miglior broker CFD
  • Piattaforma potente e flessibile
  • Leva 1:300
  • Spread stretti
  • Senza Commissioni
  • Guida Completa
100€ VAI AL SITO
*Your capital might be at risk
  • Bonus all'apertura
  • Piattaforma Metatrader 4
  • Video Analisi Giornaliere
  • Centro Formativo
  • Grafici Avanzati
100€ VAI AL SITO
*Your capital might be at risk

Info principali Enel SpA

  • Nome: Enel SpA
  • Codice: ENEL
  • Sede legale: Roma
  • Persone chiave: Patrizia Greco (P), Francesco Starace (AD) (DG)

Altro

Per fare trading su azioni Enel SpA è possibile scaricare la piattaforma gratuita Plus500 e aprire un conto demo senza deposito

Grafico delle azioni Enel SpA in borsa

Andamento storico delle azioni Enel SpA

Previsioni Azioni Enel SpA in borsa

Per effettuare delle previsioni sulle azioni Enel, occorre considerare che le proporzioni dell’azienda sono enormi, perciò occorrerà considerare fattori quasi macroeconomici. Infatti, Enel fattura oltre 70 miliardi di euro l’anno e la sua capitalizzazione di borsa è poco meno di 40 miliardi. Si tratta della prima utility integrata in Europa in termini di capitalizzazione, oltre ad essere la 56esima azienda al mondo in termini di fatturato. Questo dato potrà variare di poco negli anni, in positivo o in negativo, ma comunque rende bene l’idea del tipo di soggetto di cui stiamo trattando.

Aziende di queste dimensioni presentano, ai fini delle previsioni, presentano alcuni pro e contro. Infatti, sebbene prevedano numerosissimi fattori di bilancio, questi si possono racchiudere in alcune linee principali che possono effettivamente influire sulle quotazioni del titolo. Nello studio riguardante le previsioni Enel possiamo includere le seguenti linee:

  • Crescita globale generale e di alcune forti economie (es. USA o Cina)
  • Prezzo delle materie prime (tra le quali in particolare il prezzo del petrolio)
  • Forza della valuta euro e politiche monetarie che possano influire sul mercato dei cambi
  • Economie emergenti
  • Inflazione e forza delle monete locali dei paesi emergenti

La crescita dell’economia internazionale può avere molto effetto sui rendimenti delle azioni Enel e sul suo bilancio. Le economie più potenti, come USA e Cina, possono avere un peso molto influente sulle dinamiche di mercato. Per fare un esempio, se la Cina in un dato periodo si trova in difficoltà e richiede meno materie prime (diminuendo così la domanda globale di materie prime di molto), ciò avrebbe effetti su tutte le materie prime e anche sul petrolio. Il petrolio, per l’appunto, quando arriva a costare molto poco agisce sulla richiesta di rinnovabili, influendo quindi su uno dei prodotti di punta di Enel. Ciò nonostante, il settore delle rinnovabili è in espansione, anche grazie agli incentivi statali offerti in diversi paesi, perciò nonostante la volatilità delle materie prime che potrebbe caratterizzare gli anni a venire, il mercato per le rinnovabili di Enel si prospetta positivo.

Un altro fattore che influisce molto sul bilancio di Enel è dato dal mercato dei cambi e in particolare dal rapporto tra euro e dollaro (e tra euro e altre valute). Il cambio con l’euro gioca un bel ruolo nel rendimento dell’azienda e del titolo, poiché nel mercato di Enel vi sono il dollaro americano, il rublo russo, il real brasiliano, il pesos colombiano, pesos cileno, sol peruviano ed altri ancora. Ciò vuol dire che un brusco deprezzamento di una valuta nei confronti dell’euro è un sicuro fattore negativo nei bilanci dell’azienda. Questa condizione si può prevedere qualora l’economia di un paese che emette valuta vivesse un periodo di particolare difficoltà o si prospettassero difficoltà macroeconomiche che lo coinvolgano. Nel caso di Enel possono influire le economie dei paesi emergenti, che per vari motivi includono paesi del BRIC che producono petrolio e che quindi vengono fortemente coinvolte nel caso in cui il prezzo del petrolio cali di molto. E’ stato il caso del Brasile e della Russia nei momenti in cui il petrolio ha subito un crollo vertiginoso.

Il Quantitative Easing, manovra di politica monetaria in chiave espansiva lanciata dalla Banca Europea,  ha contribuito e potrà ancora contribuire in futuro (qualora applicata) ad allentare la forza della valuta rispetto ai cambi. In tal senso, il QE ha aiutato Enel e continuerà a farlo ogni volta che si applicherà questo tipo di manovra.

Quotazioni Azioni Enel SpA in borsa

Le quotazioni delle azioni Enel mostrano un grafico storico che dimostra quanto questo titolo sia sensibile riguardo al primo elemento discusso nel paragrafo precedente, riguardante le previsioni. Il primo fattore è l’andamento dell’economia, che difatti ha visto scendere il titolo di molto nel 2008, anno della crisi globale, vedendolo passare da 7 a 3 euro.  Successivamente, le quotazioni sono scese ulteriormente per via dell’aumento del carico fiscale applicato alle aziende che operano nel settore della produzione e distribuzione dell’energia. Anche questo, è un fattore importante da tenere in considerazione quando si pianifica un investimento in questo settore, poiché determinati paesi potrebbero adottare delle specifiche politiche, in generali riguardanti l’energia e che potrebbero influire anche su quanto prodotto o venduto da Enel. Questo è uno dei fattori da tenere conto anche nel trading a brevissimo termine. A parte questi scossoni, dal 2014 in poi, il titolo è rimasto stabilmente attorno a quota 4 euro.

Azioni Enel SpA dividendi

Prima del 2008, anno della crisi internazionale dell’economia, il pagamento dei dividendi Enel si trovava sopra quota 0,30 e addirittura 0,40€ per azione. Successivamente all’anno di tale crisi, si sono stabilizzati in un range compreso tra 0,15 e 0,18 euro per azione.

A questo proposito, va ricordato che anche i CFD consentono di ottenere benefici economici derivanti dai dividendi. Ciò accade nel caso si abbiano posizioni aperte su azioni in concomitanza del pagamento dei suoi dividendi . In questo caso, la leva finanziaria verrà applicata anche al dividendo, il cui importo sarà rapportato all’ammontare della leva applicata all’apertura della posizione.

Investire in Azioni Enel SpA

Chi desidera investire su azioni ENEL può puntare, oltre che sui rendimenti del titolo, soprattutto nella fruizione dei dividendi. Infatti, in un investimento a lungo termine su questo tipo di azione potrebbe portare risultati positivi in termini di alternativa al risparmio, senza troppa preoccupazione o entusiasmi. L’azione Enel si presenta come un titolo che dovrebbe presentarsi abbastanza stabile e che frutterebbe dei dividendi accettabili.  Ad ogni modo, ENEL potrà puntare in misura sempre crescente sulle rinnovabili, un settore che potrà contare su un mercato in continua espansione. Inoltre, non è da sottovalutare il nuovo tipo di servizio di ottimizzazione dei consumi offerto da ENEL, una caratteristica che lo renderà sempre più competitivo.

Per investire su azioni Enel a lungo termine,  si può procedere all’acquisto di azioni tramite banca o SGR (Società di Gestione del Risparmio). L’investimento azionario è da ritenersi a lungo termine, poiché di scadenza superiore a 1 anno (solitamente vengono proposti piani triennali). I vantaggi dell’investimento azionario comprendono i dividendi, pagati annualmente, per ogni azione posseduta. Gli svantaggi sono rappresentati dal capitale minimo richiesto per ottenere dei risultati netti,  e dalle commissioni applicate.

Per chi desidera procedere tramite investimento azionario, è consigliabile la consulenza di un esperto, interno o esterno all’azienda, interno o esterno alla banca o SGR a cui ci si rivolge.

Trading su Azioni Enel SpA

Una modalità più pratica e più economica rispetto all’investimento tradizionale è quello del trading su azioni Enel tramite i CFD. I CFD sono particolari strumenti finanziari che replicano l’andamento di un titolo “sottostante”. Ad esempio, per i CFD Enel il sottostante è rappresentato dalle azioni Enel quotate su Borsa Italiana. Il CFD replicherà l’andamento del sottostante e il trader potrà realizzare profitti aprendo posizioni al rialzo o al ribasso sui CFD.

Si può giocare in borsa online tramite il trading di CFD azionari Enel, grazie alle piattaforme di negoziazione, le quali consentono di piazzare ordini di apertura o chiusura di posizioni al rialzo o al ribasso, oltre ad ordini di stop che consentono di chiudere automaticamente una posizione qualora raggiunga un livello di perdita o profitto prestabilito.

Una piattaforma molto utilizzata e consigliata è quella di Plus500,  primo fornitore al mondo di CFD con oltre 2.000 titoli disponibili. Questa piattaforma, sebbene sia semplice da usare, richiede una base d’esperienza poiché va presa confidenza con lo strumento e occorre già conoscere le dinamiche del mercato. Plus500 offre completa autonomia operativa, perciò l’utente dovrà sapere già come muoversi, quando opererà con denaro reale. Proprio per venire incontro a chi non possiede molta esperienza, Plus500 mette a disposizione una demo gratuita che consente di fare pratica con fondi virtuali, per tutto il tempo che si desidera, al fine di prendere confidenza con lo strumento.  Dalla stessa piattaforma demo si può passare a quella reale con un semplice clic.

Per chi non ha esperienza invece consigliamo la piattaforma eToro, poiché consente di comunicare con altri utenti più esperti e addirittura copiare il loro operato, selezionandoli in base alle loro prestazioni.