Mercato Forex post Draghi

0
2230
Mario-Draghi
Mario-Draghi

Oggi analizziamo la settimana a livello macro economica e i suoi risvolti sul mercato Forex,perché ancora una volta essa è stata densa di grandissime novità.

Ancora una volta il mercato Forex è stato travolto dalle decisioni sorprendenti della banche centrali, vediamo nel dettaglio di che cosa si tratta e quello che è successo nel dettaglio, per meglio capire la forza con cui i movimenti si sono scatenati. Attenzione, le misure sono state forti e quindi vedere oscillazioni molto esagerate è normale, seguire il trend di mercato è ancora più fondamentale del solito in queste occasioni, altrimenti si rischia veramente di farsi travolgere, massima attenzione.

Partiamo dalle dichiarazioni di Mario Draghi presidente della Bce:

-Ha constatato che il crollo di prezzo delle materie prime, il forte rallentamento globale con la Cina in capo, sono un problema serio e non passeggero.Questo ha e avrà delle ripercussioni strutturali sull’economia dell’Europa, che non può fronteggiare questa profonda crisi e uscirne vincitrice senza un aiuto da parte della sua banca centrale.Quindi durante la conferenza, Draghi ha ha apertamente affermato che il board in questi mesi è attivo alla realizzazione di un nuovo piano di easing più aggressivo, con buona probabilità negli importi nella durata. Ma non sarà tutto qui, ha fatto trapelare che con buona probabilità, bolle in pentola qualche nuova idea ancora più forte di quella attualmente in campo. I toni molto decisi, la sua parlata veloce e chiara l’utilizzo di pochi giri di parole, hanno convinto la platea degli investitori che nella riunione di Dicembre ne vedremo delle belle. Risultato pratico, in questa settimana abbiamo visto l’Euro crollare verso tutte le valute.

-Banca centrale cinese, senza preavviso la banca, Venerdì ha annunciato nuova manovre straordinarie:

*Taglio di 0.25 basis point del tasso di prestito.

*Stesso taglio sul tasso di rifinanziamento.

Questa manovra, dovrebbe spingere le banche centrali a far girare sempre più velocemente il denaro nel sistema, quindi aiutare le famiglie e le imprese a investire.

-Banca del Giappone, a Ottobre il mercato si attende che anche il Giappone adotterà delle misure straordinarie per supportare la sua economia, sempre più in difficoltà.Già in una precedete riunione Abe  aveva fatto capire che sarebbe andato avanti senza problemi nella sua politica espansiva senza fermarsi davanti a nulla.

-Usa, con questa politica espansiva mondiale, sembra davvero Impossibile che la Fed possa alzare i tassi ne nel breve e ne nel lungo, altrimenti rischia veramente di avere un super dollaro che metterebbe la sua economia davvero in ginocchio. Già cosi essendo gli Usa, gli unici che non hanno in previsione nessuna manovra espansiva, ma anzi dovrebbero essere i primi ad adottare misure di natura restrittiva, non aiuta il dollaro che continua a rafforzarsi, ma se questa sua forza dovesse continuare…

Vediamo queste forti azioni di politica monetaria mondiale, come hanno influito sui cambi.

-Euro ha ripreso la sua via dell’indebolimento globale come è giusto che sia. Nel medio lungo termine ogni rafforzamento dell’euro deve essere un occasione per andar short perché bisogna sempre andare a favore di banca centrale.

-Usd che in questo periodo si stava indebolendo per un non rialzo dei tassi in Usa, con il rafforzamento delle politiche aggressive da parte delle altre banche centrali e tornato nuovamente in una posizione di forza indiretta.

-Aud in continuo rafforzamento grazie alle politiche espansive globali, che faranno riprednere il mercato delle materie prime e che aumentano sempre di più, il divario di tassi tra l’Aud e le altre valute, questo differenziale si vede chiaramente nelle differenti quotazioni.

-Nzd che ha tassi ancora più alti di quelli autstraliani, in questa settimana si è rafforzato ancora di più e crediamo che questo processo possa continuare anche nell prossime settimane.

-Yen è la porsima valuta che dovrà svalutarsi, il Giappone e la prossima banca centrale che deve agire quindi ci dobbiamo aspettare un forte deprezzamento dello Yen. Da tenere in grande considerazione il cross Aud Yen che potrebbe essere un cross valutario che al rialzo può dare davvero grandi soddisfazioni perché unisce insieme il forte indebolimento dello yen con la fase fortemente rivalutativa dell’Aud.

Attenzione quindi cari amici del sito Giocare in Borsa, in questa fase di mercato abbiamo le banche centrali che sono davvero molto attive, la cosa più facile da fare e andare sempre in loro trend, ma provare ad andargli contro anche se alcuni indicatori possono sembrare in iper comprato è un grae errore.Infatti gli indicatori di analisi tecnica funzionano bene in fase di normalità di mercato, non in casi come questi, dove ci sono degli interventi di dimensioni enormi che di fatto rendono inutile l’utilizzo degli indicatori di analisi tencica,bisogna solo osservare il macro movimento e stare con lui finché dura.

Preferisci copiare i TOP Trader?

Da oggi è possibile copiare automaticamente i migliori trader al mondo con la piattaforma di eToro. Scelgi i trader più performanti che vuoi copiare e replica con facilità le operazioni. Scopri come funziona