La regolamentazione dei mercati finanziari: cos’è, come funziona

0
3242
La regolamentazione dei mercati finanziari è importante per operare in Europa

La regolamentazione dei mercati finanziari è un passo importante per garantirne l’equità, la trasparenza, la sicurezza per chi vi opera. Per ogni sistema sociale complesso esiste un complesso di regole volto a regolamentarlo, assicurare la correttezza delle interazioni e garantire la posizione di quanti operano all’interno dello stesso. Il mercato finanziario non fa eccezione. 

Qui sotto, presentiamo una tabella di broker regolamentati in Europa e iscritti al registro Consob italiano.

  • Broker: eToro
    Deposito Minimo: 50 €
    Licenza: Cysec 109/10
    • Adatto per principianti
    • Copia i migliori trader
    *Il 77% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.
  • Broker:
    Deposito Minimo: No dep. min. €
    Licenza: Regolamentazione knf
    • 5800+ Strumenti disponibili
    • 0% commissioni azioni ed ETF
    *68,60% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore
  • Broker: Fineco
    Deposito Minimo:
    Licenza: Banca d'Italia e CONSOB
    • La banca più votata su trustpilot
    • Tra le banche più solide in Europa: CET1 21,8%
    *Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: plus500
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec 250/14
    • Tra I migliori broker CFD
    • Ampia scelta Criptovalute
    *Il 82% dei conti degli investitori al dettaglio perdono denaro a causa del trading di CFD con questo fornitore
  • Broker: Capital.com
    Deposito Minimo: 20 (con carta) €
    Licenza: Cysec
    • Spread competitivi
    • Materiale Educativo
    *Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore

In cosa consiste la regolamentazione dei mercati finanziari

L’oggetto dei regolamenti finanziari sono le transazioni finanziarie. In parole povere, l’obiettivo è quello di spiegare, a chi opera sui mercato, come eseguire le transazioni correttamente. E reprimere eventuali abusi. Questo insieme di regole è stato precedentemente deliberato dall’assemblea ordinaria della società di gestione e approvato dalla Consob. In caso qualche aderente non si attenesse a tale regolamento, proprio tali società di gestione potrebbero imporre forti sanzioni, che possono giungere fino alla sospensione dei contratti. Tutti i provvedimenti applicati rispetto alle violazioni del regolamento, vanno sempre riferite all’ente centrale, ovvero alla Consob.

In tutti i mercati regolamentati sono presenti regolamenti, con disposizioni di attuazione. Il regolamento può attribuire al consiglio di amministrazione della società di gestione il potere di dettare tali disposizioni. Queste sono anche dette istruzioni, come nell’esempio dei mercati riferenti alla Borsa Italiana S.p.A.

Il regolamento

All’interno del regolamento trovano condizioni minime che devono obbligatoriamente essere rispettate per poter ottenere l’approvazione da parte della Consob. Qui di seguito mostriamo alcuni passi che il regolamento deve presentare:

  • Le modalità e le condizioni di ammissione (come i requisiti dell’emittente), esclusione e sospensione degli operatori di Borsa. Le condizioni e le modalità di ammissione, di esclusione e di sospensione e degli strumenti finanziari dalle negoziazioni;
  • Gli obblighi degli operatori e degli emittenti. Per operatori si fa riferimento sia gli intermediari finanziari in grado di partecipare alle negoziazioni, sia operatori con compiti specifici, come gli specialist o i market maker, funzionali ad un andamento positivo del mercato. Sugli emittenti ricadono principalmente obblighi di informazione;
  • Le condizioni e le modalità per lo svolgimento delle negoziazioni, tra cui le fasi dove si divide la giornata di Borsa e la disposizione delle proposte di acquisto o vendita. Le modalità di accertamento, di pubblicazione e di diffusione dei prezzi degli strumenti finanziari negoziati
  • I tipi di contratti ammessi alle negoziazioni, nonché i criteri per la determinazione dei quantitativi minimi negoziabili.

Tale complesso normativo deve garantire la trasparenza del mercato, la sicurezza degli investitori e il corretto svolgimento delle trattative. Secondo le linee guida tracciate dalla Consob, le società di gestione devono fornire una giusta pubblicità del testo completo aggiornato del regolamento e delle relative disposizioni di attuazione.

FAQ

Quali sono i poteri della Banca di Italia sui mercati finanziari?

La banca di Italia ha un’importantissima funzione nell’ambito della regolamentazione, assieme alla Consob. Ha infatti facoltà di supervisione, regolamentazione e indirizzo in materia di transazione dei titoli. Cerca di promuovere l’efficienza del sistema finanziario.

Quali sono gli interventi normativi più importanti in tema di regolamentazione dei mercati finanziari?

Negli ultimi anni sono stati fatti diversi sforzi, a livello internazionale, nella direzione della regolamentazione dei mercati finanziari. Si inseriscono in quest’ottica la Dodd–Frank Wall Street Reform and Consumer Protection Act (DFA) in USA, e il regolamento sulle infrastrutture del mercato europeo, nonché la direttiva sui mercati degli strumenti finanziari, sempre a livello UE.

Quali sono gli obiettivi della regolamentazione finanziaria?

Oltre alla già accennata necessità di tutelare la posizione degli investitori, si cerca di garantire da un lato la stabilità e la funzionalità del sistema, risultando queste essenziali per il corretto funzionamento del sistema economico.

Cosa si intende quando si parla di mercati non regolamentati?

Si intende una serie di mercati, come ad esempio quelli delle crypto, fuori dall’ambito di applicazione di parte della normativa. Non sono quindi soggetti a modalità standardizzate di compravendita e contrattazione. E non devono attenersi ai medesimi obblighi informativi delle società che operano in mercati regolamentati.