Come investire in Borsa

investire in borsa

Prima o poi arriva un momento in cui si riflette sul come impiegare parte del proprio capitale in modo più fruttuoso e si arriva considerare anche come investire in Borsa. Le azioni rappresentano la base dell’economia, poiché consentono alle aziende di ottenere capitali e al tempo stesso offrono agli azionisti la possibilità di veder accrescere il valore delle azioni e quindi del proprio capitale.

Chi valuta per la prima volta l’ipotesi di accedere al mercato azionario ha varie possibilità di scelta per mirare a risultati economici. Alcuni sono più classici, o tradizionali, e comprendono le banche e le società di intermediazione mobiliare che solitamente fanno capo a gruppi bancari. Altri sono più professionali, come la richiesta di servizi ad un broker professionale di tipo tradizionale. Altri ancora, detti alternativi o moderni, che includono l’iscrizione ai servizi di un broker online, solitamente caratterizzato dalla totale autonomia data al cliente per la propria operatività.

Leggi anche: guida completa al trading su azioni

Cosa è la Borsa?

borsa cosa èPartiamo dalle basi, ovvero dalla definizione di Borsa. Cosa è? Cosa rappresenta? Che funzioni ha? Dove si trova? Perché è importante? Cosa consente di fare?

La borsa o borsa valori è un mercato organizzato e regolamentato in cui avviene la compravendita di vari strumenti finanziari  e valute. Tra gli strumenti finanziari vi sono le azioni (quote di capitale delle imprese che le emettono), le obbligazioni (debiti di imprese e di istituzioni), gli ETF (particolari fondi le cui quote sono scambiate come le azioni) e titoli derivati tra cui i futures, i covered warrant e le opzioni.

Sebbene la Borsa abbia come riferimento una città, essa funziona tramite un sistema elettronico, completamente telematico, fatto di terminali ai quali accedono gli intermediari finanziari. Proprio gli intermediari finanziari sono gli operatori a cui occorre rivolgersi per investire in borsa. Essi sono infatti gli unici a poter accedere al mercato azionario di una borsa regolamentata.

Leggi anche: come funziona la borsa

Le funzioni della borsa

A che serve la borsa valori? A far incontrare gli attori del mercato, ovvero la domanda e l’offerta, innanzitutto. Un’altra importante funzione è quello di garantire che le operazioni vengano effettuate con trasparenza, correttezza e sicurezza.

Si tratta di funzioni fondamentali, senza le quali il mercato non avrebbe la stessa credibilità e importanza che ha raggiunto passo dopo passo nella sua storia secolare.

Tramite la borsa gli investitori raggiungono titoli che potrebbero offrire benefici al loro capitale, con la possibilità di farlo fruttare con dei tassi superiori alle forme di risparmio. Dall’altra parte, le aziende raccolgono dei fondi (in cambio di quote azionarie) che utilizzano per le attività produttive, le stesse che poi dovrebbero fruttare risultati economici e quindi contribuire nuovamente a offrire rialzi favorevoli ai possessori di azioni, i quali possono contare anche sui dividendi, laddove staccati.

Gli indici di borsa

Un altro concetto fondamentale da conoscere per investire in borsa è quello di indice.

Gli indici di borsa sono dei panieri di titoli che presentano una o più caratteristiche in comune e la cui media va a creare un valore che poi diventa la quotazione dell’indice.

Ad esempio, per quanto riguarda il FTSE MIB, le caratteristiche in comune sono:

  • Azioni/Società Italiane
  • Società a più alta capitalizzazione

Quando si parla dell’indice della Borsa di Milano, si intende solitamente il FTSE MIB, ovvero l’indice più importante poiché rappresenta una grande fetta del mercato indici di borsaazionario italiano e della sua economia finanziaria. Questo comprende le 40 società italiane a maggiore capitalizzazione quotate sul MTA (Mercato Telematico Azionario).

Allo stesso modo, anche quando si parla di altri listini azionari, come ad esempio Londra, Francoforte, Tokyo, New York, Parigi e così via, si intendono allo stesso modo i titoli delle società a più alta capitalizzazione di quel particolare mercato azionario, caratterizzato anche da un fattore geografico.

Gli indici tuttavia possono essere di vario tipo e racchiudere titoli accomunati da altre caratteristiche. Ad esempio, il settore di produzione.

Tra gli indici azionari o indici di borsa più importanti al mondo vi sono quelli americani, per la precisione statunitensi. Tali indici sono lo Standard & Poor’s 500 chiamato anche S&P500, che comprende 500 aziende Statunitensi a maggiore capitalizzazione quotate sul NYSE (New York Stock Exchange) e il NASDAQ, l’indice tecnologico per eccellenza, che comprende tra gli altri anche i titoli dei colossi informatici.

Gli indici possono raggruppare le azioni secondo diverse modalità di calcolo, che abbiamo evidenziato in un articolo dedicato agli indici di borsa.

Cosa è la quotazione in borsa?

quotazioniFacciamo prima una breve distinzione terminologica tra quotazione di borsa e quotazione in borsa.

Per quotazione di borsa si intende il valore corrente ovvero il prezzo corrente di un titolo azionario (es. la quotazione di borsa è arrivata a 4,5€). Per quanto riguarda la seconda, sviluppiamo l’argomento qui di seguito.

Per quotazione in borsa si intende l’offerta al pubblico (ovvero gli investitori) dei titoli di una società che desidera quotarsi in borsa, ovvero una società che intende porre i propri titoli sul mercato, a disposizione delle contrattazioni.

La quotazione in borsa è un’operazione piuttosto complessa, per la quale le imprese si rivolgono a degli intermediari finanziari decisamente accreditati.

L’operazione di quotazione in borsa di un’azienda può avvenire secondo diverse tipologie di processo tra cui:

  • OPS: Offerta Pubblica di Sottoscrizione
  • OPV: Offerta Pubblica di Vendita
  • OPVS: Offerta Pubblica di Vendita e Sottoscrizione

La quotazione in borsa può avvenire per azioni di nuova emissione, che comportano una raccolta di capitale positiva per la società emittente. Oppure, la collocazione può interessare azioni già esistenti e in tal caso i soci ottengono dei profitti ma perdono i loro diritti sull’azienda che si quota in borsa (azienda che in tal caso non raccoglie capitali).

In che modo si può guadagnare con le azioni

Le modalità di profitto con le azioni sono principalmente due: rialzo del valore del titolo e pagamento del dividendo.

Entrambe le modalità di guadagno sono molto semplici da comprendere, anche se presentano delle sfaccettature a seconda dei casi.

Il guadagno dal rialzo del titolo consente a chi ha acquistato azioni ad un determinato prezzo, di rivenderle al prezzo corrente, più alto. Nel caso in cui le azioni dovessero subire dei ribassi, l’azionista potrà aspettare tempi migliori oppure rivendere con una minusvalenza.

Il guadagno dal dividendo avviene ogni qualvolta la società decida di staccare e quindi pagare il dividendo, cosa che avviene periodicamente, ma che al tempo stesso può anche non avvenire. Infatti, a seconda dei casi, si può avere una società la cui assemblea degli azionisti decida di pagare il dividendo, così come avere una società in cui si decida per il reinvestimento. Inoltre, va considerata anche l’ipotesi in cui la società non navighi in acque abbastanza buone da permettersi lo stacco e il pagamento del dividendo.

Investire in borsa da casa

investire da casaTra le varie modalità d’investimento precedentemente menzionate, ve n’è una che consente di investire in borsa completamente da casa, senza dover firmare carte presso uffici e che oltre al tempo consente di risparmiare anche sulle commissioni.

La modalità a cui si fa riferimento è quella dell’iscrizione ai servizi di un broker online.

I broker online offrono degli strumenti finanziari con i quali si può negoziare al rialzo e al ribasso su determinati asset sottostanti, tra cui azioni e indici azionari. Il tutto, comodamente dal proprio computer di casa o dal proprio dispositivo mobile (smartphone, tablet ecc.).

Specificazione circa l’investire in Borsa tramite broker online

E’ importante specificare che solitamente per investimento si intende un’attività con un obbiettivo a lungo termine, come ad esempio un anno o più.

Tuttavia, il concetto resta lo stesso anche per il trading online possibile tramite i broker.

Nel trading online,tuttavia, l’operatività ottimale è nel breve termine, da poche ore e arriva a massimo un mese.

Solitamente, tuttavia, è consigliabile chiudere le posizioni nella stessa settimana in cui si aprono. La motivazione è semplice. Tra i pochi costi previsti dai broker online, oltre allo spread di cui vi parleremo nel corso di questo articolo, vi è l’overnight. Si tratta di un costo che matura alla fine della giornata di contrattazione, dovuto per mantenere la posizione fino alla giornata di contrattazione successiva. Nel weekend, si contano perciò 3 overnight (venerdì sera, sabato sera, domenica sera).

Sebbene siano costi piuttosto bassi, a lungo andare possono pesare sul capitale disponibile, soprattutto quando si tengono aperte numerose posizioni.

Investire in borsa conviene online?

Sebbene dal punto di vista dei costi è sicuramente conveniente operare sulla borsa online, occorre sempre tenere conto dei propri obbiettivi, delle proprie esigenze e soprattutto del proprio tempo e del proprio capitale.

investire in borsa onlineInfatti, se i servizi tradizionali offerti da banche e società d’intermediazione mobiliare (le cosiddette SIM) hanno costi ben più elevati, dall’altro lato consentono di effettuare un investimento semplicemente mettendo qualche firma e basta. Invece, nel trading l’operatività è autonoma e totale, perciò il trader (l’utente) dovrà aprire e chiudere posizioni prendendo tutte le decisioni in modo autonomo.

Selezione degli strumenti, quantità, tempi: nel trading in borsa online è l’utente a decidere.

Vantaggi dell’operare in autonomia

Ovviamente, operare in autonomia comprende anche dei vantaggi.

Un vantaggio è sicuramente quello di poter decidere il momento esatto di quando aprire una posizione, oppure di quando chiuderla. Fermo restando, s’intende, che il mercato sia aperto. Si può chiudere una posizione con un clic, istantaneamente, un fattore che quando un titolo inizia a perdere terreno in modo deciso, può salvare da perdite o cali dei profitti.

Un altro vantaggio è la possibilità di creare portafogli molto vari. L’offerta di strumenti negoziabili con i broker online è molto ampia, soprattutto nel caso dei broker più famosi, quelli più grandi. L’offerta di titoli spazia comprendendo centinaia di titoli di tutti i mercati del mondo, come ad esempio nel caso di Plus500, l’esempio più lampante ma che tuttavia non è l’unico.

Dove investire in borsa online

Qui sotto trovate altri broker online con cui investire in borsa da casa.

PiattaformaCaratteristicheDeposito Min.Apertura Conto
Markets
  • Trading su Criptovalute
  • Trend dei trader
  • Zero Commissioni
  • Piattaforma Professionale
  • Trading Nel Weekend
  • Guida Completa
100 Inizia
24option
  • Tra i migliori broker cfd
  • Conto demo 100.000
  • Possibilità di tradare criptovalute
  • Senza commissioni
  • Leva 1:30
  • Guida Completa
100 Inizia
plus500
  • Tra I migliori broker CFD
  • Ampia scelta Criptovalute
  • Leva 1:30
  • Conto demo gratuito illimitato
  • Senza Commissioni
  • Guida Completa
100 Inizia
Servizio CFD. L'80,6% perde denaro.
Iq Option
  • Interfaccia di ultima generazione
  • Deposito Minimo Basso
  • Conto Demo
  • Piattaforma Intuitiva
  • Trade anche da 1 euro
  • Guida Completa
10 Inizia

Praticare in borsa, simulazione

Tenendo presente che per demo si intende la versione di prova di una piattaforma di trading e che consente di praticare con fondi virtuali, potrebbe interessarvi la possibilità, offerta dai broker menzionati precedentemente, di poter praticare gratuitamente, senza deposito.

Con una demo si può:

  • testare personalmente una piattaforma
  • praticare per imparare prima di operare con fondi reali

Il fatto che i migliori broker online offrano una demo di trading, è sicuramente un ulteriore vantaggio da aggiungere a quelli sottolineati nel paragrafo precedente.

Per accedere ad una demo senza depositare occorre semplicemente conto demoiscriversi, fornendo la propria email e impostando una password. Le generalità solitamente vengono richieste soltanto nel caso in cui si desideri passare ad un conto reale (scelta facoltativa).

Con una demo di trading si può negoziare in borsa alle stesse condizioni di un conto con denaro reale, con l’unica differenza che le proprie operazioni non vanno a modificare il mercato azionario derivato. Tutto il resto dei dati, dalle quotazioni in tempo reale ai costi, funziona così come nel conto reale. In tal modo, si può maturare piena coscienza del proprio grado di preparazione e di esperienza. Fondamentale per chi desidera iniziare, importante per chi desidera migliorare, utile per chi desidera perfezionarsi.

Ricordatevi che oltre che sulle azioni, si può fare trading sugli indici.

Leggi anche: guida completa al trading su indici

I costi del trading online in Borsa

Abbiamo già presentato uno dei costi del trading online: l’overnight.

Tra le cose che occorre sapere quando si desidera imparare come investire in borsa online, vi sono sicuramente i concetti di spread e di Tobin Tax. Di questi due aspetti, molti siti di trading non parlano molto, poiché è molto più facile parlare dei vantaggi, rispetto ai costi.

Ebbene, noi abbiamo affrontato largamente l’argomento, sia riguardo allo spread nel corso sui CFD aggiornato al 2017, sia riguardo alla Tobin Tax in un articolo specifico.

Lo spread rappresenta una piccola percentuale che viene trattenuta dal broker in apertura della posizione (e a volte anche in chiusura), come compenso per i suoi servizi. Non si tratta di una commissione, ma ci somiglia.  L’importo dello spread, in termini percentuali, si può consultare tra i dettagli del CFD, o sulla piattaforma, o sul sito del broker in relazione ad uno strumento specifico. L’entità dello spread è il principale fattore che produce la differenza tra la quotazione di un titolo sul mercato e il CFD fornito dal broker.

La Tobin Tax invece è un’imposta applicata sulle operazioni di trading e in generale d’investimento, sulle società italiane quotate in borsa con capitalizzazione superiore ai 500 milioni di euro. Quindi, non vale ad esempio per il Forex o per le società estere, così come per le società con una capitalizzazione inferiore a tale cifra.

Come investire in borsa: PDF, libri e guide online

Se siete alla ricerca di istruzioni su come investire in borsa, vi basterà fare un giro sul web o in libreria per trovare numerosi titoli da acquistare o semplicemente sfogliare per valutare con calma.

Se cercate una guida su come investire in Borsa in PDF, noi offriamo una versione consultabile online, con tante illustrazioni e spiegazioni dettagliate.

Una guida completamente gratuita.

La nostra guida completa al trading online potrete salvarla tra i preferiti e persino condividerla con i vostri amici. L’abbiamo pensata in un formato graficamente apprezzabile, chiara e completa, come le migliori guide PDF. L’unica differenza è che essendo online potrete consultarla tutte le volte che volete da qualsiasi dispositivo oppure, se preferite, salvarla sul vostro computer.

Se desiderate consultare guide più specifiche su altri argomenti, visitate la nostra pagina relativa ai corsi di trading, con corsi gratuiti e completi sulle varie modalità di negoziazione e persino sulle piattaforme di trading più famose.