venerdì, luglio 28, 2017
Home Guida completa al trading online

TRADING ONLINE
La guida definitiva per chi inizia

(Aggiornata a giugno 2017)
di giocareinborsa.com a cura del dott. Francesco Terzano

La seguente guida è stata realizzata allo scopo di fornire al lettore tutte le conoscenze/informazioni base per iniziare a fare trading online in maniera consapevole ed autonoma al fine di massimizzare i profitti e limitare le perdite.

Grazie a questa guida otterrai importanti competenze che ti permetteranno di cominciare ad operare sui mercati finanziari in maniera sistematica e corretta. Conoscerai, infine, tutti gli strumenti utilizzati dai top trader nelle loro negoziazioni.

Pronti? Iniziamo.

trading-online

Cos’è il trading online

Il trading online è l’acquisto e la vendita di strumenti finanziari (esempi di strumenti finanziari sono azioni, obbligazioni, futures, valute, materie prime) attraverso una piattaforma di trading allo scopo di conseguire dei guadagni.

Di seguito i vantaggi del trading online:

  • bassi costi di commissione
  • opportunità di eseguire le sue negoziazioni in qualsiasi luogo
  • opportunità di avere informazioni precise su un qualsiasi strumento finanziario
  • opportunità di rivendere un titolo in pochissimo tempo
  • possibilità di dedicare al trading anche pochi minuti della giornata
cos'è il trading

Come approcciare con il trading online

Il trading è un’attività rischiosa che deve essere fatta con metodologia, sistematicità e precise regole comportamentali. Per la buona riuscita di questa attività, il trader/investitore deve possedere determinate capacità sia tecniche che psicologiche.

Questa guida ti consentirà di apprendere quelle conoscenze di base per cominciare a fare trading in maniera consapevole.

Introduzione ai mercati finanziari e agli strumenti finanziari

I mercati finanziari sono mercati adibiti alla negoziazione di strumenti finanziari. Esistono due tipologie di mercati: mercati organizzati e mercati non organizzati.
Gli strumenti finanziari sono contratti che hanno per oggetto una prestazione finanziaria.

Capitolo 2

L’analisi fondamentale
e analisi tecnica nei grafici di trading

Quali analisi devo effettuare prima di comprare uno strumento finanziario? Nel seguente capitolo scopriremo le analisi che effettuano i grandi trader per le loro decisioni di investimento. Porremo, inoltre, l’attenzione sui principali grafici di borsa utilizzati dai trader/investitori che utilizzano l’analisi tecnica.

grafici di trading

I mercati e gli strumenti finanziari si possono studiare attraverso due forme di analisi: l’analisi fondamentale e l’analisi tecnica. L’analisi fondamentale e l’analisi tecnica sono, infatti, gli strumenti più utilizzati nel trading.

Analisi fondamentale

L’analisi fondamentale consente di determinare il “prezzo equo” di un’azione, una valuta, un indice ecc. attraverso lo studio dei dati di bilancio della società, delle dinamiche economiche, dell’evoluzione dei tassi di interesse, della bilancia dei pagamenti, ecc.

Analisi tecnica

L’analisi tecnica è il principale strumento utilizzato dai trader. Essa attraverso l’uso dei grafici e metodi statistici, consente a chi l’utilizza di prevedere, con una certa probabilità, il futuro andamento dei prezzi degli strumenti finanziari. L’analisi tecnica si serve di principi, strumenti, modelli grafici e indicatori.

Il mercato e gli strumenti finanziari sono rappresentati nei grafici dagli andamenti combinati di prezzo e volume (ovvero il numero di contratti chiusi nella giornata, settimana, mese). L’analisi tecnica è lo strumento che ci permette di studiare i suddetti grafici di borsa.

I grafici di borsa

Il trader che si avvale dell’analisi tecnica ha bisogno dello studio dei grafici (chart) di borsa sui quali vengono riportati prezzi e volumi degli strumenti finanziari.

Sull’asse delle ascisse troviamo lo scorrere del tempo mentre su quello delle ordinate il prezzo.

Esistono varie tipologie di grafici, i principali sono: grafico lineare, grafico a barre e grafico a candele.

Grafico lineare
grafico lineareIl grafico lineare viene costruito congiungendo attraverso una linea i prezzi di chiusura delle giornate di contrattazione.

Grafico a barregrafico a barreIl grafico a barre viene costruito mediante una serie di barre verticali ciascuna delle quali descrive la variazione tra il prezzo minimo ed il pezzo massimo della giornata di contrattazione ed definendo con una linea orizzontale più corta sulla sinistra il prezzo di apertura e sulla destra il prezzo di chiusura.

Grafico a candelegrafico a candeleIl grafico a candele viene costruito attraverso una serie di candele. Ogni candela è formata da un “corpo” detto anche “body“ che indica il prezzo di apertura e di chiusura della giornata di contrattazione e da due “ombre” dette anche “shadows“ che indicano il massimo ed il minimo della giornata.

Capitolo 3

I trend di mercato e le negoziazioni finanziarie

Quali sono le operazioni di compravendita degli strumenti finanziari che posso effettuare? In questo capitolo studieremo i trend di mercato e le negoziazioni finanziarie che si possono effettuare nel trading.

negoziazioni finanziarie

I trend di mercato

Un trend di mercato è la direzione (e quindi la tendenza) che il prezzo dello strumento finanziario assume. La tendenza del prezzo può essere di tre tipi:

    • Rialzistatrand rialzista
    • Ribassista

trand ribassista

    • Laterale

trend laterale

Le negoziazioni finanziarie

Le negoziazioni finanziarie, ovvero la compravendita degli strumenti finanziari, possono essere di 4 tipi: Buy long, Exit long, Short sell, Exit short.

  1. Buy long: acquisto dello strumento finanziario
  2. Exit long: vendita dello strumento finanziario acquistato precedentemente
  3. Short sell: vendita allo scoperto dello strumento finanziario
  4. Exit short: ricopertura di posizioni short, attraverso l’acquisto sul mercato di quei strumenti finanziari precedentemente venduti allo scoperto

Nell’illustrazione in basso vediamo come è possibile effettuare le suddette negoziazioni finanziarie tramite la piattaforma gratuita plus500.

buy exit longshort sell - exit short

Capitolo 4

Gli errori nel trading ed i consigli per evitarli

Quali sono gli errori che si compiono operando sui mercati finanziari e come possono essere eliminati? In questo capitolo porremo l’attenzione sugli errori più frequenti nel trading e sui consigli per evitarli.

errori nel trading

Gli errori nel trading

Di seguito riportiamo gli errori più comuni nel trading:

  • non seguire il trend di mercato ed anticiparlo senza attenderne le conferme
  • entrare a mercato con il cosiddetto “parco buoi”
  • far correre le perdite e tagliare i guadagni
  • non utilizzare gli stop loss
  • non saper individuare il giusto rischio/rendimento della negoziazione
  • non rispettare la propria metodologia
  • mediare al ribasso
  • non analizzare i grafici (chart) in maniera oggettiva

Consigli per evitare gli errori nel trading

Le capacità che il trader/investitore deve possedere sono:

  • capacità di accettare le perdite
  • skills sul mercato
  • sistemicità
  • pazienza
  • disciplina (rispetto delle regole e della propria metodologia)
  • controllo del rischio
  • attività di money management

Capitolo 5

Un po’ di terminologia

Nel seguente capitolo impareremo i vocaboli più utilizzati nel trading al fine di comprendere qualsiasi analisi tecnica effettuata su un grafico di borsa.

terminologia trading

La terminologia del trading

Di seguito riportiamo i principali termini della terminologia di trading:

  • Trading range: è una zona neutrale individuata sul grafico dove gli acquisti e le vendite si equivalgono
  • Media mobile: è una media dei prezzi basata sulle serie storiche
  • Breakout: è la rottura di una resistenza
  • Breakdown: è la rottura di un supporto
  • Stop loss: è il livello di prezzo che determina la perdita che si è disposti a subire per quella determinata negoziazione.

Per avere il vocabolario completo della terminologia di trading più utilizzata clicca qui.

Capitolo 6

La teoria di Dow

Nel seguente capitolo analizzeremo la teoria di Dow, padre e divulgatore dell’analisi tecnica. Nonostante siano passati oltre 200 anni dalla nascita della sua teoria, ancora oggi le sue idee ed i suoi principi mantengono la loro validità.

Teoria-di-Down

I principi della teoria di Dow

Ideata da Charles Dow (dal quale prende il nome), la teoria di Dow è un insieme di principi che riguardano i funzionamenti di mercato ed il comportamento dei prezzi di uno strumento finanziario.

La teoria di Dow di basa su 6 principi:

  • Il mercato è composto da 3 trend
  • Il trend primario si sviluppa in 3 stadi
    trand e i 3 stadi
  • Gli indici e i settori devono confermarsi tra di loro
    gli indici devono confermarsi
  • I volumi devono confermare il trend
    trend e volumi
  • Un trend è considerato in atto finché non si hanno segnali definitivi di inversione
    trend ed inverione
  • Il mercato e le medie scontano tutte le news

Capitolo 7

Gli strumenti per studiare i grafici di mercato

strumenti per studiare i grafici trading

Quali sono gli strumenti che devo conoscere e saper utilizzare per operare con l’analisi tecnica?

Scopriamolo insieme…

Il supporto e la resistenza

Il supporto è un livello di prezzo sul quale le quotazioni “rimbalzano” in quanto in queste aree i compratori superano i venditori.
La resistenza è un livello di prezzo sul quale le quotazioni vengono “respinte” verso il basso in quanto in queste aree i venditori superano i compratori.

resistenza e supporto

Le trendlines, il ventaglio ed i canali

Le trendlines sono linee che vengono disegnate unendo minimi crescenti e/o massimi decrescenti. Una trendline può essere tracciata con soli due punti, ma ne occorrono almeno tre affinché essa sia significativa.

Una serie di trendlines possono dar vita al “principio del ventaglio”: infatti, dopo la rottura della prima trendline, se ne può tracciare un’altra e, dopo un suo eventuale break, un’altra ancora.

I prezzi non si muovono in maniera regolare ma a zig-zag con delle oscillazioni. Tali oscillazioni possono essere delineate da due parallele, formando così i cosiddetti canali. Queste configurazioni consentono al trader/investitore di prevedere, con una certa probabilità, in quale direzione si muoveranno in futuro i prezzi.

ventagli e canali

I pattern di prezzo

I pattern di prezzo sono delle configurazioni che si trovano in un grafico di borsa. All’interno dei pattern i prezzi sono rappresentati graficamente. Per il trader/investitore che utilizza l’analisi tecnica, lo studio dei pattern grafici ricopre un ruolo di grande importanza. I prezzi formano, quindi, dei modelli (pattern) per la formazione dei trend di mercato degli strumenti finanziari.

Esistono due tipi di pattern di prezzo: pattern di continuazione del trend e pattern di inversione del trend. I pattern, quindi, forniscono ai trader (per le loro operazioni) sia segnali di continuazione sia segnali di inversione del trend.

Di seguito un esempio di grafico in cui sono evidenziati alcuni pattern di continuazione

patterns

Esempi di pattern di continuazione da un punto di vista teorico e didattico

triangoli nel trading
cup of handle
rettangoli

Ora tocca a te

Adesso hai tutti gli strumenti per cominciare a fare trading sui mercati finanziari!

Comincia ad operare sui mercati finanziari iscrivendoti a questa piattaforma di trading gratuita!

Grazie a questa piattaforma puoi cominciare a fare trading in modalità demo con denaro virtuale senza alcun rischio!

Cosa aspetti? Fai il tuo trade vincente!

scarica Plus500
*Il tuo capitale potrebbe essere a rischio. Questo contenuto non costituisce un consiglio di investimento.
*Your capital might be at risk.
Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione assumiamo che per te è ok.