Strategia Breakout nel Trading: Come Funziona, Come Usarla

0
4849
esempio di una resistenza perforata

La strategia di breakout nel trading rappresenta una delle tecniche più popolari ed utilizzate. La sua popolarità è dovuta al fatto che è molto semplice da capire e anche piuttosto facile da utilizzare. Inoltre, non meno importante, è molto efficace.

Occhio però, perché efficacia non significa sicurezza e il mercato resta sempre mai totalmente prevedibile. Si tratta di tecniche statistiche, non certezze matematiche. Il futuro non può prevederlo nessuno.

Strategia breakout nel trading, come funziona

La strategia dei breakout nel trading consiste nell’identificare un livello chiave di prezzi e quindi comprare o vendere non appena il prezzo rompe (break) quel livello.

Quindi, in questa strategia dovrai tenere a mente questi due passaggi:

  1. Individua un livello di prezzo (che definiremo “livello chiave”)
  2. Aspetta che il prezzo rompa (break) quel livello

Il concetto alla base di questa strategia è che se il prezzo ha abbastanza forza per rompere il livello chiave, lo stesso continuerà a muoversi in quella direzione.

Due concetti importanti: Supporto e Resistenza

La loro conoscenza è fondamentale per applicare al meglio la strategia di trading dei breakout, poiché come potete vedere al punto 1, la prima cosa da fare è individuare un “livello chiave”. Questo livello sarà dato proprio da un Supporto o una Resistenza.

Sul nostro sito si può consultare una lezione del Corso Forex dedicata a Supporto e Resistenza. Per semplicità, ripetiamo qui in breve in cosa consistono.

Cosa è il supporto? Il supporto è il livello di prezzo sotto il quale vi è un arresto del ribasso dei prezzi. Una volta che il prezzo scende sopra questo livello, si dice che “rompe” il supporto e quindi per la strategia dei breakout questo si dirigerà ancora più in basso verso i supporti più in basso chiamati S2, S3 ecc.

Cosa è la resistenza? La Resistenza è il livello di prezzo sopra il quale vi è un arresto del rialzo dei prezzi. Una volta che il prezzo sale sopra questo livello, si dice che “rompe” la resistenza e quindi per la strategia dei breakout questo si dirigerà ancora più in alto verso le resistenze più alte chiamate R2, R3 ecc.

supporto e resistenza
Esempio di supporto (in basso) e resistenza (in alto)

Resistenza perforata, Supporto perforato

Nel caso in cui successivamente ad un aumento di prezzi con break della resistenza, il prezzo non tornasse sotto la quota della resistenza, si ha una cosiddetta “perforazione”. A questo punto, la vecchia resistenza diverrà il nuovo supporto.

esempio di una resistenza perforata

Esempio di resistenza perforata

Facciamo un esempio:
S1= 10
R1= 20

Il prezzo, inizialmente pari a 15, sale fino a 25 rompendo perciò il livello R1. Dopo qualche giorno, il prezzo si stabilizza intorno a 23. R1 diventerà il nuovo supporto, mentre la resistenza sarà posta più in alto. La resistenza si potrà quindi dire “perforata”.

Ovviamente lo stesso vale per il supporto. Nel caso vi fosse un break al ribasso e il prezzo successivamente non tornasse sopra il livello di supporto, diremo che il supporto è stato perforato (e diventerà la nuova resistenza).

Come usare la strategia breakout nel trading

Quando il mercato mostra un trend forte verso una sola direzione, i breakout saranno il segnale che occorre entrare sul mercato.

Con il trading automatico si può impostare il software di negoziazione settando i livelli chiave che una volta rotti (break) attiveranno automaticamente un ordine al rialzo o al ribasso, a seconda di come si desidera operare.

Quindi, se ad esempio hai fissato un livello chiave di prezzo potrai semplicemente aspettare che il software si attivi da solo una volta che tale prezzo viene raggiunto.

Se ad esempio decidiamo di comprare azioni soltanto quando queste saliranno a 120$ perché pensiamo che una volta superata quella quota vi sarà una continuazione del trend al rialzo, potremo settare la piattaforma in modo tale che acquisti tale titolo soltanto una volta raggiunta quella quota.

Se ad esempio decidiamo di vendere azioni soltanto quando queste scenderanno a 100$ perché pensiamo che una volta superata quella quota vi sarà una continuazione del trend al ribasso, potremo settare la piattaforma in modo tale che venda tale titolo soltanto una volta raggiunta quella quotazione.

Preferire la strategia breakout al caso

E’ molto importante non definire questi livelli chiave a casaccio ma imparare a fissarli o procurarseli in modo efficace e corretto.

Un modo molto semplice, o meglio un “non modo”, è quello di seguire le indicazioni di analisti di cui vi fidate. Questi possono essere siti specializzati, riviste, altri trader ecc.

Per questo esistono numerosi servizi tra i quali a volte è un po’ difficile districarsi.

Ad ogni modo, vi sono forum con utenti appassionati di trading che vi sapranno indirizzare sempre a qualcosa che potrete valutare.

In questo senso, si può sopravvivere benissimo senza spendere un centesimo, poiché anche le analisi tecniche gratuite che troverete su piattaforme come eToro (iscriviti qui) sono molto utili ed efficaci. Sul nostro sito troverete alcuni spunti interessanti, che vi consigliamo di non perdere.

Come calcolare supporti e resistenze

Fortunatamente, la tecnologia in questo caso ci aiuta e ancora una volta con le piattaforme di negoziazione. Infatti, proprio gli stessi software messi a disposizione dai broker online che offrono il servizio CFD, è possibile trovare le funzioni di calcolo di indicatori grafici.

Dovremo soltanto impostare un indicatore che ci interessa e quindi ottenere sul grafico in tempo reale del titolo le linee che ci interesserà tenere in considerazione per segnarci supporti e resistenze.

Attraverso i dati storici ovvero i dati dei prezzi relativi alle giornate precedenti nel breve, medio e lungo periodo, potremo considerare le variazioni di prezzo di un titolo in relazione al periodo in cui si opera.