Lezione 4a – Stop Loss, cosa sono e come usarli

Sulle migliori piattaforme di trading CFD è possibile effettuare un’ordine denominato Stop Loss, che consente di impostare un limite massimo alle eventuali perdite di una determinata operazione. Ad esempio, se si apre una posizione al rialzo o ribasso su un determinato asset, è possibile attivare uno Stop Loss ad una determinata quota, raggiunta la quale la posizione si chiuderà automaticamente, bloccando di fatto ulteriori perdite.

Si tratta di una funzione di trading automatico (poiché si attiva automaticamente), ma che comunque va impostata manualmente. Ciò significa che fin quando non si imposta manualmente lo stop loss, la posizione non verrà chiusa in modo automatico.

Ovviamente, anche nel caso si imposti lo Stop Loss, si avrà sempre la possibilità di chiudere manualmente la posizione a mercato aperto.

E’ consigliabile impostare sempre lo stop loss, soprattutto nei casi in cui si opera su mercati molto volatili. Quando si raggiunge un certo livello di esperienza, si può decidere se lasciare più spazio ai movimenti ribassisti in previsione di successivi rialzi.

Esempio pratico di impostazione Stop Loss

Qui di seguito vediamo come si applica un ordine stop Loss su una piattaforma di trading. Prenderemo come esempio la piattaforma Plus500, poiché si presenta molto intuitiva e quindi ottimale per questo tutorial.

Consideriamo l’ipotesi di apertura di una posizione rialzista sulla coppia EUR/USD. Dalla lista delle categorie selezioniamo Forex e quindi dall’elenco specifico clicchiamo il pulsante Acquista relativo al cambio EUR/USD.

Come usare lo Stop Loss su Plus500

Quindi, cliccando su Acquista si accede alla finestra relativa ai dettagli dell’ordine, che si presenta così.

Finestra ordini di Plus500

Ora, oltre a diminuire la quantità di euro su cui negoziare (possiamo portarla ad un minimo di 10.000 con un margine richiesto di poche decine di euro), possiamo impostare anche lo Stop Loss. Per farlo, occorre cliccare sulla casellina relativa.

Come si usa lo stop loss nel trading CFD

Come si può vedere, spuntando la casella Stop Loss viene visualizzato anche l’ammontare di perdita massima in cui si attiverebbe. Si tratta di una quota di default, che potrete modificare a vostro piacimento.

Ad esempio, per avere più elasticità, potremmo piazzarlo a 1,22200 euro.

Come modificare lo stop loss sulla piattaforma di trading CFD

Ecco che quindi abbiamo modificato le impostazioni in questo modo:

  • Inserendo una quantità di euro da negoziare più bassa (abbiamo scelto il minimo per l’esempio, ma potrete inserire quella che preferite in base al margine minimo che deciderete di investire)
  • Impostando lo stop loss ad una quota per cui andremmo a perdere al massimo 18,13€ (nel caso ci fosse una variazione percentuale del -0,18% nella quotazione del CFD EUR/USD)

Per aprire la posizione con queste impostazioni, occorrerà semplicemente cliccare sul pulsante “Acquista”.

Aggiungere Stop Loss a posizione già aperta

Oltre che ad applicarlo ad una posizione ancora da aprire, si può anche applicare lo Stop Loss ad una posizione già aperta.

Si tratta a tutti gli effetti di una modifica di un ordine. Nelle migliori piattaforme di trading, questa opzione è sempre disponibile e non richiede alcun costo aggiuntivo.

Su Plus500, ad esempio, per poter applicare uno Stop Loss ad una posizione già aperta (magari perché vi siete dimenticati di applicarlo in partenza), potete procedere in due modi:

  • Cliccando sul pulsante “modifica” situato nell’elenco degli asset appena sotto lo strumento su cui si sta negoziandoCome aggiungere uno stop loss ad una posizione aperta
  • Oppure entrando nella sezione “Posizioni aperte”, individuare la posizione da modificare e quindi cliccando su “modifica”.

Come modificare uno stop loss su una posizione aperta

L’operazione di modifica per l’aggiunta dello Stop Loss non presenta differenze con quella vista in precedenza per l’apertura della posizione. Una volta definito lo Stop Loss, potrete cliccare su “Aggiorna”.

Modifica dello Stop Loss già inserito

Oltre ad aggiungere uno Stop Loss ad una posizione già aperta, si può anche modificare lo Stop Loss già inserito in precedenza.

Quindi, nel caso decidiate di aumentare o diminuire lo Stop Loss, potrete farlo procedendo come visto nel precedente paragrafo. La procedura è identica.

Cosa può succedere senza Stop Loss

Una posizione potrebbe venir chiusa automaticamente senza Stop Loss soltanto nel caso in cui il broker non preveda situazioni debitorie e quindi chiuda tutte le posizioni in modo unilaterale. Tuttavia, non tutti i broker prevedono tale procedura. Un broker che non consente di sforare il capitale disponibile sul conto e che quindi non prevede che il trader possa andare “in rosso”, è Plus500.

Vai alla lezione 4b – Stop Limit  (Take Profit), a cosa serve, come si usa

Vai alla lezione 5 – Come guadagnano i broker Forex CFD

Da oggi è possibile iniziare a fare trading in borsa in modalità demo con questa piattaforma leader al mondo e autorizzata in Italia dalla CYSEC