Come Investire in Questo Momento

0
3181
Come investire in questo momento che vede la crisi della Cina e nuove elezioni in Grecia

Un momento sicuramente particolare quello che ci accompagna in questa seconda metà di agosto. Infatti, la Cina e la Grecia hanno nuovamente scombussolato le borse europee, asiatiche e americane. La situazione in Grecia sembrava ormai congelata, così come quella in Cina, tuttavia vi sono stati nuovi eventi che provvediamo a ricapitolare. Per chi sta pianificando come investire in questo momento, non si può evitare di considerare il contesto socio politico ed economico che ci sta accompagnando.

Il punto sulla Grecia al 21 agosto 2015

Dopo mesi di braccio di ferro, il salto del tavolo delle trattative, la vittoria del referendum in Grecia, la nuova proposta accettata da UE, BCE e FMI, l’approvazione delle riforme e il benestare della UE, Tsipras si è dimesso. Ciò avviene perché il leader ellenico ha bisogno di ottenere una maggioranza forte per l’attuazione delle riforme e il futuro proseguio del lavoro del governo, mentre una parte del suo partito Syriza è pronta a fondare un nuovo movimento, più estremista, che desidera una rottura totale delle trattative, tra uscita dall’euro e richiesta di azzeramento del debito. Tsipras lo ha detto chiaramente: “la Troika ha vinto ed ha usato le banche come mezzo”. In parole ancora più semplici, la Grecia ha bisogno di soldi e la Grecia non può permettersi di uscire dall’Eurozona, almeno in questo preciso momento in cui ha diversi debiti da saldare.

Le dimissioni di Tsipras, se da una parte riportano la Grecia ad un punto di incertezza (poiché non si sa cosa accadrà ora), dall’altra consentiranno di stabilire attraverso elezioni anticipate se il premier otterrà nuovamente una maggioranza, ovvero la fiducia dalla maggior parte della popolazione, che nel caso di una vittoria si mostrerà comprensiva verso le scelte adottate dal giovane premier, che a quel punto avrà carta bianca per l’attuazione delle riforme, decisamente importanti per il futuro della Grecia, che deve “aggiornare” il proprio sistema pensionistico, fiscale e altro ancora.

Incertezza sui mercati. Come investire?

Ai mercati l’incertezza proprio non piace. Non interessa tanto la direzione di un determinato evento, quanto la chiarezza dello stesso. In pratica, ai mercati finanziari non interessa chi ci sia al governo in Grecia, quanto che consenta di mantenere un clima “lineare” su cui poter fare delle previsioni sul futuro. Infatti, chi pensa a come investire nel 2015 non può non pensare al futuro, ovvero al prossimo anno (almeno) o al prossimo biennio.

A questo punto, sarebbe bene porre in evidenza che se per investire nel 2015 la situazione si fa abbastanza complicata nel mercato in generale, per negoziare online a breve termine invece vi sono spunti potenziali. Infatti, il trading online, di cui ci occupiamo ormai da diversi anni, consente di aprire posizioni su diversi titoli e chiuderli anche in giornata, e persino in poche ore o minuti. Ciò vuol dire che a differenza dell’investimento tradizionale, il trading offre la possibilità di fare profitto anche dai ribassi, se ad esempio pronostichiamo che un determinato titolo azionario, indice, materia prima perderà di valore, subendo un ribasso nel prezzo.

Il trading online quindi si pone ancora una volta come un’ottima alternativa all’investimento tradizionale a breve termine, poiché in situazioni di incertezza consente di

  • agire in tempi brevi
  • approfittare delle news finanziarie che fanno cambiare i prezzi
  • chiudere una posizione con un semplice clic anche dopo pochi minuti
  • ottenere profitto dal rialzo ma anche dal ribasso di un titolo, quando il mercato dello stesso è in crisi
  • non impegnarsi per lunghi periodi con banche o broker tradizionali

Per fare trading online in questa situazione di incertezza occorre sicuramente un broker online professionale, che ci consenta di operare in autonomia attraverso mezzi appropriati, come grafici in tempo reale, funzioni stop loss (per chiudere automaticamente le posizioni in perdita una volta raggiunte quote da noi impostate), funzioni limit (per chiudere automaticamente una posizione una volta raggiunta una percentuale di profitto da noi impostata).

Due ottimi esempi di broker CFD tradizionali sono Plus500 e XTrade Europe Ltd. Le differenze tra le due sono date dalla quantità di titoli offerti (Plus500 offre più di 2.000 titoli su cui negoziare), la leva finanziaria (XTrade Europe Ltd offre una leva fino a 1:50), la didattica (XTrade Europe Ltd offre guide e video didattici per imparare a fare trading e utilizzare la propria piattaforma).

Quindi, anche se la situazione in Grecia sta portando incertezza sui mercati azionari, ciò non intacca le potenzialità del trading online con i CFD, poiché potremo aprire più posizioni di trading durante il giorno, su una grande varietà di titoli da tutto il mondo, tenendo aperte tali posizioni per il tempo che ci conviene e chiuderle quando lo riteniamo più opportuno o più profittevole.

Il Punto sulla Cina

Tempo fa abbiamo già dedicato un articolo sulla bolla cinese, ovvero sulla situazione che si è creata per via della sovraquotazione delle azioni cinesi. La gente ha comprato azioni spinta dai consigli di chicchessia, oltre che delle banche, con la richiesta di numerosi prestiti per l’acquisto di ulteriori azioni (tutte incredibilmente ultra redditizie), che hanno successivamente assistito ad un crack quando la stessa Cina ha dato segnali di cedimento, a livello macroeconomico.

La Cina non è più il drago con PIL a doppia cifra dell’ultimo decennio. La produzione cala, il costo delle materie prime è negli anni aumentato, le aziende iniziano a faticare per tenere il costo della manodopera basso. Tuttavia, non è certo il punto di decadimento. Piuttosto, si tratta di un momento di riequilibrio, in cui la Cina dovrà fare i conti con il suo nuovo assetto capitalistico, sebbene decisamente controllato dallo Stato.

Fatto sta, ad ogni modo, che le borse di tutto il mondo vedono la situazione in Cina come un fattore di incertezza non da poco, poiché verso la Cina e dalla Cina c’è un grande movimento di investimenti che non riguarda solo le società, ma anche le materie prime e i titoli di Stato. La Cina è la seconda economia più forte al mondo, perciò la situazione è certamente da seguire con attenzione. Continuate a leggerci per ottenere aggiornamenti su cosa succede in Cina e gli effetti che avranno gli accadimenti sul mercato economico.

 

Preferisci copiare i TOP Trader?

Da oggi è possibile copiare automaticamente i migliori trader al mondo con la piattaforma di eToro. Scelgi i trader più performanti che vuoi copiare e replica con facilità le operazioni. Scopri come funziona