Le dinamiche di petrolio, FED e dollaro utili per il trading

0
3266
Estrazione del petrolio

Il prezzo del petrolio è strettamente connesso alle dinamiche dell’economia internazionale. Le crisi geopolitiche hanno portato spesso il prezzo a risalire significativamente, mettendo in crisi diverse nazioni e soprattutto i maggiori importatori di questa materia prima. Altri dati, come ad esempio quelli relativi alla recessione e l’inflazione hanno però trascinato nuovamente verso il basso il prezzo del petrolio.

Inoltre, la politica monetaria attuata dalla FED ha portato all’aumento dei tassi di interesse, e la conseguenza più significativa si è vista sul CPI, ovvero il costo della vita pro-capite, il quale ovviamente comprende anche il costo del petrolio per una fetta importante della popolazione. 

Per fare trading sul petrolio, negoziando sul rialzo o sul ribasso del prezzo, si possono utilizzare le piattaforme regolamentate. Qui sotto trovi una nostra selezione di alcune delle migliori piattaforme di trading regolamentate, autorizzate e affidabili per fare trading online sul petrolio.

  • Broker:
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec 388/20
    • Spread vantaggiosi
    • TradingView
    *Il 75.8% dei conti degli investitori al dettaglio perdono denaro quando scambiano CFD con questo fornitore
  • Broker:
    Deposito Minimo: No dep. min. €
    Licenza: Regolamentazione knf
    • 5800+ Strumenti disponibili
    • 0% commissioni azioni ed ETF
    *68,60% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore
  • Broker:
    Deposito Minimo: 50 €
    Licenza: Cysec 109/10
    • Adatto per principianti
    • Copia i migliori trader
    *Il 76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.
  • Broker: Fineco
    Deposito Minimo:
    Licenza: Banca d'Italia e CONSOB
    • La banca più votata su trustpilot
    • Tra le banche più solide in Europa: CET1 21,8%
    *Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: Capital.com
    Deposito Minimo: 20 (con carta) €
    Licenza: Cysec
    • Spread competitivi
    • Materiale Educativo
    *Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore

Come può colpire il movimento del prezzo del petrolio

Per fare questo occorre prima studiare bene le caratteristiche di questa materia prima riguardo ai suoi rapporti con il mercato e le sue capacità di influenza.

Possiamo dire ad esempio che i prezzi del petrolio sono un buon indicatore economico, poiché spesso e volentieri influenzano effettivamente l’economia e le scelte politico economiche. Inoltre, possiamo sicuramente affermare che i ribassi sostanziosi del prezzo del petrolio implicano anche una distorsione dell’economia internazionale, distorsione che può influire anche sull’economia USA.

L’influenza del prezzo del petrolio sulle azioni

A proposito dell’economia internazionale, vanno tirate in ballo le azioni, poiché come abbiamo detto nell’introduzione il crollo del prezzo del petrolio va a influenzare anche altri strumenti finanziari, oltre a quelli della materia prima e ai futures petrolio. Per quanto riguarda le azioni, sono a rischio soprattutto le società “energetiche” e soprattutto quelle che basano la propria produzione sull’estrazione di petrolio.

Il prezzo del petrolio negli ultimi anni ha visto dei picchi, per ragioni molto diverse.

A tal proposito vanno evidenziate poiché è interessante vedere non solo come il prezzo del greggio riesca ad influire sull’economia, ma anche come l’economia e la finanza influenzino a loro volta il prezzo del petrolio.

Per fare degli esempi, si possono riportare i precedenti del 2008, quando gli alti prezzi hanno aiutato a creare la recessione, diventando così un indicatore di senso opposto, e quello del 2011, quando gli alti prezzi erano stati creati dalla speculazione sull’inflazione, creando così un falso segnale sull’economia.

Altre volte, invece, il prezzo del petrolio è sceso per via della sovrapproduzione che si è creata sul mercato, soprattutto per via degli USA che hanno aumentato esponenzialmente la propria produzione in un momento che si è rivelato con una domanda debole.

Si tratta quindi dell’applicazione del più semplice dei principi: se vi sono diminuzione della domanda e aumento dell’offerta, il prezzo di mercato diminuisce.

Come si è mossa la FED nel corso degli anni

Come si è comportata la FED in questo quadro? La FED si è trovata per diversi anni in una fase di Quantitative Tightening, approfittando anche del fatto che allo stesso modo si è mossa l’Unione Europea. In alcune occasioni la Federal Reserve ha alzato i tassi di interesse, creando instabilità sul mercato e facendo vacillare il prezzo del WTI e del BRENT.

In questo quadro è arrivato poi a giocarsi il suo ruolo il prezzo del petrolio segnando dei risvolti sul mercato azionario. Ora, si tenga presente il fatto che gli USA sono la patria del capitalismo e che il capitalismo è fondato principalmente sul concetto di titolo azionario, ovvero di partecipazione azionaria delle aziende, delle società. La FED, facendo le veci dell’economia americana e quindi del suo capitalismo, non potrà non tenere conto dell’effetto del prezzo del petrolio sulle azioni americane, e dei cali che questi potranno subire per via del petrolio.

Tra le prime società ad essere colpite, vi saranno ovviamente quelle petrolifere.

Il peso del petrolio sul cambio euro dollaro

Tra prezzo del petrolio e dollaro vi è generalmente una correlazione inversa. Ciò vuol dire che se il valore del dollaro aumenta, il prezzo del petrolio decresce. Al contrario, se il valore del dollaro scende, il prezzo del petrolio aumenta.

Questo avviene perché il petrolio è quotato in dollari (così come tutte le materie prime).

Trading sul Petrolio: How To

Per fare trading sul petrolio si possono utilizzare le piattaforme regolamentate. Queste consentono di negoziare sul prezzo del petrolio al rialzo e al ribasso tramite i CFD. I CFD sono strumenti finanziari che replicano il prezzo di un sottostante, senza acquistarlo. Ciò vuol dire che è possibile negoziare sul petrolio senza acquistare fisicamente futures.

Per fare trading sul petrolio si può procedere come segue:

  1. Accedi alla piattaforma di trading

    Scegli una piattaforma di trading, effettua l’iscrizione ed il login con i dati che hai impostato durante l’iscrizione

  2. Cerca “OIL” o “Petrolio” nella casella di ricerca

    Molte piattaforme hanno una casella di ricerca per ricercare l’asset sul quale negoziare. Se non ci fosse, allora individua “Oil” o “Petrolio” o “WTI” nell’elenco degli asset disponibili, e in modo specifico tra le materie prime.

  3. Cliccaci su per aprire la finestra dell’ordine

    Accedi alla finestra dell’ordine sull’asset del petrolio che hai individuato. Nella finestra dell’ordine puoi impostare l’importo da investire, stop loss, take profit e altro ancora.

Preferisci copiare i TOP Trader?

Da oggi è possibile copiare automaticamente i migliori trader al mondo con la piattaforma di eToro. Scelgi i trader più performanti che vuoi copiare e replica con facilità le operazioni. Scopri come funziona