Euro Nok, prepariamoci ad un bel movimento

0
2386
Euro nok
Euro nok

Oggi cari amici del sito Giocare in Borsa, ci occupiamo di un cross valutario non così famoso che ha una configurazione grafica interessante ossia Euro Nok.
Come sempre partiamo dal quadro intermarket delle forze relative, per capire le singole forze e poi passeremo ad analizzare, il loro rapporto insieme, e quindi a capire la predominanza e la direzione del cross valutario in oggetto.
-Il Nok sono le corone norvegesi, una di quelle valute considerate come bene rifugio, simile al Chf. Quindi una valuta davvero molto forte in questi ultimi anni, al punto che più volte la sua banca centrale è dovuta intervenire per cercare di arginare il rafforzamento della stessa. Qualche risultato è stato ottenuto, ma in generale i costi per questo genere di operazioni sono stati altissimi. Una breve parentesi, sulla forza della valute. Avere una valuta forte, per una nazione è certamente positivo, perché segno di solidità finanziaria, da sicurezza per coloro che vogliono investire, ma se questa forza diventa esagerata e prolungata nel tempo si crea un effetto boomerang. L’economia del paese fatica nelle importazioni e gli investitori che possono entrare nel mercato, sono sempre di meno per la forte rivalutazione, mentre coloro che hanno investito nel paese, tendono a voler monetizzare gli investimenti fatti. Ora, dopo una fase d’indebolimento dal punto di vista grafico, notiamo di nuovo un ritorno d’interesse verso il Nok.
-L’euro, siamo a conoscenza perfettamente della situazione. La Bce, nella recente riunione di Draghi ha un solo obiettivo, ossia quello di rilanciare la competitività dell’Europa grazie alla svalutazione forte, della moneta unica. Quindi nel corso dei prossimi mesi, forse anche anni, ci possiamo attendere un euro generalmente debole nei confronti di tutti i cross valutari.
Da questo grafico non ci stupisce, che esaminando secondo l’analisi tecnica, vediamo il grafico euro Nok in una fase laterale molto preoccupante…
Nel dettaglio, il grafico ci racconta che dopo un primo tentativo di rimbalzo, abbiamo generato un primo massimo al livello di 9.6 , la formazione di un minimo d’intermedio al livello di 8.4
La formazione di un ultimo massimo al livello di 9.6  ora questa fase laterale secondo le nostre analisi, rappresenta una fase delicata di distribuzione. Quindi a breve ci attendiamo un forte movimento direzionale ribassista per il cross Euro Nok, per questa ragione, abbiamo aperto una posizione ribassista, in attesa di questo evento. Lo stop a questa posizione short è stato immesso al livello di 10.

Preferisci copiare i TOP Trader?

Da oggi è possibile copiare automaticamente i migliori trader al mondo con la piattaforma di eToro. Scelgi i trader più performanti che vuoi copiare e replica con facilità le operazioni. Scopri come funziona