Lezione 3 – Scopriamo la Piattaforma di Trading

frattali-4In questo articolo vedremo in cosa consistono e cosa offrono le piattaforme di trading per giocare in Borsa da casa tramite CFD. Per iniziare dobbiamo avere una piattaforma di negoziazione, la quale ci consentirà di effettuare tutte le operazioni necessarie alla compravendita. Per ottenere una piattaforma si può seguire questo percorso molto semplice e rapido:

  1. Scaricare il software della piattaforma
  2. Scegliete tra modalità demo o reale
  3. Fornite la vostra email

Ora, per il conto demo serve soltanto una email, in quanto non andrete ad operare con soldi veri bensì con soldi virtuali per pura pratica. Quando vorrete iniziare a fare trading in borsa con soldi veri, allora dovrete fornire i vostri dati. Questi tre punti possono cambiare di ordine ma ci sono in tutti i broker e per tutte le piattaforme, perciò a prescindere dal broker che sceglierete, per scaricare o utilizzare online la piattaforma di negoziazione dovrete necessariamente coprire tutti e tre questi passaggi.

Plus500

Ho scaricato la piattaforma, e ora?

Una volta che si è scaricata la piattaforma o la si apre sul browser e si è pronti ad utilizzarla, inizia la parte pratica di questa attività. Per prima cosa, consigliamo di spulciare per bene ogni parte della piattaforma di trading al fine di conoscere ogni sua funzionalità. Facciamo un esempio pratico con la piattaforma Plus500, che potrete scaricare gratuitamente e utilizzare sia in versione demo che reale, a seconda che vogliate soltanto praticare oppure negoziare con soldi veri.

Ci troviamo nella scheda “Negozia” (lo potete notare dalla parte alta della stessa piattaforma) nella quale il riquadro è suddiviso in 4 parti.

  1. Strumenti finanziari disponibili (primo riquadro sulla sinistra in alto)
  2. Strumenti finanziari specifici (primo riquadro sulla destra in alto)
  3. Situazione del conto (secondo riquadro sulla sinistra in basso)
  4. Grafico dello strumento finanziario selezionato (secondo riquadro sulla destra in basso)

piatta-plus500-int

Bene, ora illustriamoli punto per punto.

1. Strumenti Finanziari Disponibili
Ogni piattaforma di trading offre innanzitutto la possibilità di visualizzare tutti gli strumenti finanziari disponibili quali possono essere azioni, indici, cambi (o valute), ETF e materie prime. Come potete notare dalla foto, ogni categoria può presentare delle sottocategorie (es. cambi principali e secondari, dove i primari sono quelli più importanti). Per quanto riguarda le azioni, queste sono addirittura suddivise per paesi e per ogni paese in ordine alfabetico. Quindi, non solo potremo scegliere tra Italia, Usa, Germania, Hong Kong ecc. ma potremo anche trovare più facilmente un determinato titolo poiché catalogato in orine alfabetico. Nel nostro caso, abbiamo selezionato le azioni Apple, scegliendole nella sottocategoria USA della categoria Azioni (come possiamo notare anche dal riquadro principale a destra).

piatta-plus500-1a

2. Strumenti Finanziari Specifici
Come abbiamo visto nel punto 1, una volta selezionato uno strumento finanziario, questo apparirà evidenziato nel riquadro situato in alto a destra. Sarà evidenziato e presenterà alcuni dati che lo riguardano:

  • Nome: Il nome del titolo o strumento finanziario selezionato (es. Apple)
  • Prezzo di vendita: Il prezzo al quale si può vendere il titolo in quel determinato istante
  • Prezzo di acquisto: prezzo al quale si può acquistare il titolo in quel determinato istante
  • Cambio: la variazione percentuale dall’inizio della seduta di contrattazioni
  • Valori alto/basso: il valore più alto e il più basso toccati dal prezzo del titolo considerato
  • Pulsanti preferenze: vi consentono di marcare il titolo come preferito e di impostare degli avvisi (es. un “alarm” che vi consentirà di essere avvisati se il prezzo di un titolo scenderà fino ad un valore da voi impostato).
  • Dettagli: tutti i dettagli per la negoziazione del titolo con inclusa quantità minima d’acquisto o vendita, margine iniziale e margine di mantenimento (elementi molto importanti che vedremo nella lezione sui margini nel trading CFD)

piatta-plus500-1b

3. Situazione del Conto
In questo riquadro teniamo sotto controllo quattro valori molto importanti quali:

  • Disponibile: è costituito dal saldo disponibile sul vostro conto
  • Equity: è dato dal vostro saldo disponibile sommato ai margini iniziali impegnati nelle posizioni
  • Margine Mantenimento: una percentuale necessaria per mantenere una posizione aperta
  • Profitti / Perdite: profitti o perdite generali prodotte dalle vostre operazioni

piatta-plus500-2a

4. Grafico dello Strumento Finanziario selezionato
Veniamo all’ultimo elemento della piattaforma da noi presa in considerazione ovvero il grafico attinente al prezzo dello strumento finanziario selezionato. Per creare un grafico vi rimandiamo alla lezione sui grafici CFD. Come potete vedere nella barra centrale vi è un menù a discesa che consente di selezionare l’intervallo di tempo tra un aggiornamento e l’altro (es. 1 minuto vorrà dire che il grafico verrà aggiornato ogni minuto). Vi è anche la possibilità di impostare la tipologia del grafico stesso, scegliendo tra candele e linee. Infine vi è il pulsante f(x) che vi consente di impostare degli indicatori, che vedremo con più analisi in un articolo dedicato. Per ora, vi basti sapere che si tratta di funzioni che consentono di analizzare meglio i grafici dei prezzi e studiarne i trend.

piatta-plus500-2b

Vai alla lezione 4 – Margine iniziale, mantenimento e call

Da oggi è possibile iniziare a fare trading sui CFD con soli 100€ di deposito minimo su Plus500 oppure su xTrade entrambe leader del settore e autorizzate in Italia dalla CYSEC