Come approfittare di una IPO

0
127

Nella nostra pagina informativa dedicata alle IPO abbiamo visto cosa sono e come funzionano le Offerte Iniziali al Pubblico. In questo articolo invece vedremo come approfittare di una IPO, ovvero come trarre profitto da una IPO. Questo evento è decisamente cruciale nella vita di un’azienda che decide di quotarsi in borsa, ma allo stesso tempo lo è anche per chi fa trading online.

Infatti, il momento della IPO è un ottimo momento per valutare se aprire una posizione sulle azioni emesse dall’azienda che distribuisce i propri titoli. Il motivo è semplice e sta tutto nelle potenziali variazioni del titolo, sia nel giorno stesso della IPO, sia nei giorni seguenti. Certo, vi possono essere delle IPO “piatte”, ma anche delle IPO che vedono rialzi sin da subito. Oppure, vi possono essere delle IPO piatte che prendono velocità dopo qualche ora/giorno, così come IPO che partono forte e che poi rallentano.

Il migliore momento in cui entrare sul mercato

Il momento della IPO rappresenta il miglior momento in assoluto per entrare sul mercato, ovvero per aprire una posizione su un determinato titolo. Della stessa potenza della IPO vi sono soltanto i bilanci annuali/semestrali con una certa rilevanza (effettiva o nelle stime), o altri eventi di grande portata.

Di certo, una IPO “fatta bene” ha un vantaggio in più: può già dare indicazioni sulla propria direzione.

Supponiamo ad esempio un’azienda che va già bene e che decide di quotarsi in borsa. Se il prezzo da cui parte è piuttosto basso rispetto alle sue stime di crescita, allora vuol dire che le potenzialità di una IPO con un forte rialzo ci sono tutte.

 

La tempistica

La tempistica nelle IPO è fondamentale

Le tempistiche per il trading sulle IPO sono fondamentali. Infatti, ogni IPO può offrire dei timeframe ideali per l’apertura di una posizione al rialzo. Ad esempio, si considerino le seguenti ipotesi:

  • Fiammata o “impennata” iniziale e rientro dopo poche ore
  • Fiammata del primo giorno e rientro nel giorno dopo
  • Fiammata per i primi giorni e rientro in quelli successivi
  • Prezzo in bilico iniziale e rialzo entro poche ore
  • Prezzo in bilico il primo giorno e rialzo nel giorno successivo
  • Prezzo in bilico nei primi giorni e rialzo in quelli successivi

Ecco alcuni esempi di tempistica. In tutti questi casi, il trading online di CFD consente di effettuare operazioni al rialzo e al ribasso, aprendo posizioni long (acquista) o short (scoperto).

Ciò vuol dire che analizzando e seguendo l’evolversi della singola IPO è possibile studiare il momento in cui entrare sul mercato o di uscirne.

Il target price delle IPO

Il target price o prezzo obiettivo di una ipo consente di porsi degli obiettivi di profitto

Non è facile calcolare il target price delle IPO poiché non si dispongono di abbastanza dati per poter effettuare studi di tipo analitico. Tuttavia, alcuni analisti possono individuare dei target price in base a determinati fattori, sia con metodi generali che con metodi soggettivi.

Il target price o prezzo obiettivo ad ogni modo può essere tenuto presente per capire fino a che momento tenere una posizione aperta durante la IPO.

Questo è importante poiché generalmente vi possono essere delle impennate di prezzo iniziali seguite da correzioni fisiologiche dovute a:

  • Rivendite da parte di trader/investitori interessati a speculare sulle prime movimentazioni di prezzo del titolo
  • L’arrivo a determinati target price ritenuti “il giusto prezzo” per quel titolo in quel momento

La grande varietà di IPO disponibili

Le IPO sono praticamente all’ordine del giorno. Ogni settimana infatti vi sono diverse IPO su cui poter negoziare, anche se poi in realtà occorre tenere in considerazione soltanto quelle sulle quali si può effettivamente negoziare. In altre parole, occorre che il broker o uno dei broker con cui si opera disponga di tale titolo.

Tra i broker con più titoli azionari disponibili e con più IPO su cui fare trading è Plus500. La ragione è molto semplice: questo broker presenta migliaia di azioni tra cui numerosissimi titoli del mercato USA. Questo è in assoluto il mercato più florido e perciò che produce più IPO azionarie in assoluto.

Va tenuto in considerazione, comunque, che di “grandi IPO” ve ne sono poche durante l’anno e che perciò vanno segnate con una bella X sul calendario, al fine di prepararsi nel migliore dei modi.

Le IPO più importanti ma non solo

Non c’è dubbio che le IPO più importanti presentano diversi vantaggi quali:

  • Numerose analisi fornite da numerosi analisti
  • Grande quantità di informazioni sull’azienda e sulla stessa IPO
  • Grandi volumi di contrattazioni che possono movimentare il titolo più velocemente

Per chi fa trading, una IPO di grande importanza è sicuramente un’occasione ghiotta da sfruttare, sia che si abbia una visione rialzista, sia che si abbia una visione ribassista. Infatti, nelle Offerte Iniziali al Pubblico più in vista, più attese (esempi possono essere quelli di Ferrari, Facebook, Xiaomi, Netflix, Amazon, Alibaba e tanti altri), le contrattazioni sono numerose e perciò i prezzi si muovono più velocemente. Dato che con il trading si possono chiudere posizioni anche dopo pochissimo tempo (ore, minuti, secondi), il risultato è che si ha la possibilità di sfruttare appieno anche poche ore di contrattazione, quelle più “calde”.

Ad ogni modo, è bene evidenziare che una IPO può rivelarsi interessante anche quando non viene attuata da un’azienda molto in vista. Le buone occasioni possono esserci anche quando un’azienda è di alta qualità ma il suo brand non è ancora molto noto. Ebbene, in tal caso si possono sfruttare le potenzialità produttive e tecnologiche di un’azienda per approfittare del suo potenziale rialzo del prezzo delle sue azioni durante la IPO.