Come investire a settembre 2021: bitcoin, azioni e trading online

0
179
Come investire a settembre 2021

In questo articolo offriremo alcuni spunti di valutazione per chi desidera investire a settembre 2021. Tratteremo più categorie di strumenti finanziari, passando dal bitcoin (e altre criptovalute) e dalle azioni, per arrivare quindi a coppie valutarie, materie prime, indici di borsa ed ETF.

Precisiamo che si tratta di temi da approfondire personalmente, perciò questo articolo non si vuole porre come una sollecitazione all’investimento. Per chi lo desidera, è possibile investire su tutti gli strumenti finanziari menzionati in questo articolo tramite la piattaforma eToro (Clicca qui per accedere gratuitamente) .

Bitcoin, il recupero continuerà con nuovi massimi?

Il bitcoin ci ha abituato alle montagne russe. Il 22 luglio si trovava a quota 29 mila dollari, mentre allo scadere del mese di agosto si trova a 47 mila. Per il bitcoin, come forse per nessun altro asset, conta moltissimo l’analisi fondamentale, cioè l’analisi che tiene conto delle novità riguardanti il settore criptovalute e in particolare il bitcoin. Quando viene accettato come metodo di pagamento da qualche grande azienda, ad esempio, c’è solitamente un forte rialzo nel prezzo. Al contrario, quando vi è qualche ban o qualche dichiarazione eccellente che rema contro la sua proliferazione, il prezzo generalmente scende (e a volte anche di brutto).

Prezzo del bitcoin a settembre 2021

Ad ogni modo, considerando che esattamente 1 anno fa, l’1 settembre 2020, il bitcoin era a quota 11 mila dollari, possiamo dire che comunque gli investitori possono sorridere. O, almeno, coloro che hanno investito comprando bitcoin a quella quota o addirittura inferiore.

Gli ultimi forti ribassi registrati lo scorso mese, a luglio, tuttavia vedevano il prezzo supportato dalla più grande offerta di sempre. Ciò significa che anche se il prezzo era andato molto giù rispetto ai massimi toccati nel 2021, comunque era scontato che il prezzo avrebbe dovuto riprendere a salire, a scanso di nuovi importanti ban o terremoti. E così è stato. Ormai il bitcoin interessa a pezzi grossi della finanza internazionale e cercano di approfittare proprio dei momenti più difficili della criptovaluta. Ciò significa che un ribasso potrebbe essere sempre dietro l’angolo (per cause esterne) ma una ripresa successiva è ormai facilmente prevedibile (a meno che le cause del ribasso non siano irreparabili o comunque molto gravi). L’interesse da parte di pezzi grossi della finanza costituisce di fatto una sorta di assicurazione, per il bitcoin, contro ribassi troppo profondi.

Questa piccola prefazione non è decisiva ma sicuramente necessaria per la valutazione da parte di coloro che stanno prendendo in considerazione l’idea di investire in bitcoin.

Il rialzo graduale del bitcoin ormai dura da più di un mese e perciò si può dire che ha ritrovato una sua stabilità. Stabilità che, è sempre bene specificarlo, non ha garanzie di durata, proprio perché si basa sulla mancanza di problematiche particolari riguardanti il bitcoin. Se si crede nel progetto, è più coerente investirci su pensando che i vantaggi (oggettivi o apparenti) superino i difetti.

Ma per ciò che riguarda settembre 2021? Bitcoin salirà o scenderà durante settembre 2021?

Previsioni bitcoin settembre 2021

L’offerta resta forte e il prezzo si muove su binari stabili. Il supporto a 46 mila euro viene dato per solido già da molti analisti e a buona ragione. Non è previsto un mese di grandi exploit, ma comunque un mese in cui le previsioni rialziste superano nettamente quelle ribassiste. Con un occhio al prezzo e uno alle notizie, investire in bitcoin a settembre potrebbe offrire dei buoni frutti ad ottobre o novembre, sempre che il trend riesca a mantenere un minimo di costanza e non ci fossero forti sbalzi.

D’altro canto si sa che investire sul bitcoin è rischioso, perciò se da una parte ci è la possibilità di ottenere profitti interessanti in breve tempo (ma anche con investimenti sostanziosi), dall’altra c’è il rischio di imbattersi in uno dei bastoni tra le ruote con cui il bitcoin si trova periodicamente ad avere a che fare.

Non a caso, il bitcoin è visto soprattutto come investimento a lungo termine. Per ottenere dei profitti nel breve termine, è bene soppesare le proprie aspettative con il capitale investito.

Quindi, in sintesi, per il bitcoin si hanno più certezze nel rialzo a lungo termine, piuttosto che nel breve. Ciò nonostante, per settembre le previsioni sotto ottimistiche, per un trend in linea con quello mostrato ad agosto.

Leggi anche: Conviene ancora investire in bitcoin?

Azioni Cloud, Snowflake e Microsoft

Nel vertice sulla sicurezza informatica ospitato dal presidente degli Stati Uniti, Biden, si è parlato dell’importanza che il cloud avrà nella sicurezza nei prossimi anni. Per questo motivo, tutte le più grandi aziende rafforzeranno la sicurezza tramite cloud e per tale motivo per i prezzi dei titoli delle società che offrono tale tipo di servizio molti analisti prevedono rialzi, sia nel breve che nel lungo termine.

Due società che offrono servizi Cloud, tra le altre, sono Snowflake e Microsoft.

Azioni Snowflake

Snowflake (SNOW sul Nasdaq) ha recentemente pubblicato dati migliori del previsto, relativi al secondo trimestre fiscale. In esso, l’azienda ha visto enormi rialzi su base annuale, pari al +104% delle entrate totali e del +103% delle entrate sui prodotti. Grazie ai risultati del secondo trimestre, l’azienda ha deciso di investire ulteriormente. Questo perché il settore del cloud continua a crescere e anche altri settori si stanno innovando per adattarsi a questa crescita.

A maggio di questo stesso anno le azioni Snowflake valevano 206 dollari, mentre al primo settembre 2021 il valore di chiusura è stato di 301 dollari. Sebbene non sia stato il suo record storico, il titolo merita una valutazione approfondita poiché da alcuni mesi la sua crescita è costante. Inoltre, occorre tenere bene in considerazione quanto detto a proposito delle vendite di servizi nel settore cloud che potrà soddisfare nei prossimi mesi ed anni.

Azioni Microsoft

Microsoft  non ha bisogno di presentazioni ma occorre evidenziare che si tratta di un nome importante anche nel settore del cloud, in questo momento. Questo perché Bill Gates ha da sempre cercato di essere presente in ogni ramo della tecnologia. Microsoft, a tal proposito, si presenta sul mercato con il sistema di cloud computing Azure. Ciò detto, le azioni Microsoft potrebbero diventare un importante punto di riferimento nel settore del cloud.

Prezzo delle azioni Microsoft a settembre 2021

A tal proposito, va precisato anche che Microsoft sta investendo molto nel settore e che il piano d’investimenti è ancora in atto: 20 miliardi fino al 2026 nella sicurezza informatica. Gli investimenti nei prossimi anni saranno quadruplicati rispetto a quelli effettuati dal 2015 in poi (anni nei quali è stato speso 1 miliardo all’anno).

Alla luce di ciò, e sempre tenendo ben presente l’importanza che si vuole dare nei prossimi anni al cloud, le azioni Microsoft sono sicuramente un titolo interessante per la valutazione. La sicurezza online diventerà sempre più importante e Microsoft potrebbe diventare il punto di riferimento mondiale, un modello da seguire. Investire a settembre potrebbe non portare risultati nel brevissimo periodo, ma occorrerebbe fare una valutazione dopo 6 mesi o meglio 1 anno.

Leggi anche: Come giocare in borsa su azioni Microsoft

Euro Dollaro, settembre 2021 un mese chiave

È stato un anno di grandi sommovimenti per il cambio euro dollaro. A novembre scorso il cambio si trovava a quota 1,16 per poi passare a 1,23 a gennaio. Un rialzo enorme, seguito da un ribasso costante fino ad aprile quando è tornato a 1,17 e quindi una risalita rapida fino a 1,22 a fine maggio. Poi, l’abisso: dal 15 al 18 giugno è passato da 1,21 a 1,18 per poi scendere fino a 1,16 a metà agosto.

In questo momento, il cambio euro dollaro si sta mostrando in risalita. Si torna verso quota 1,20 o ci si attesterà intorno a quota 1,18? Tutto dipenderà dalle decisioni che prenderanno nelle prossime settimane la FED e la BCE come contrasto ad eventuali manovre di contrasto alla crisi economica da Covid (tapering e sostegni ai prestiti in primis, come quelli attuati dal 17 giugno dalla BCE). Le economie sono in ripresa ma come sappiamo bene settembre (e ottobre) è un mese chiave in tal senso, poiché si inizia nuovamente a fare i conti con i contagi, i ricoveri, le terapie intensive, l’impatto delle eventuali restrizioni per l’economia.

Il trading sul Forex e in particolare sull’EURUSD è adatto a chi cerca dei risultati nel brevissimo termine e, considerando la situazione, una previsione corretta potrebbe portare a risultati importanti anche nel corso di un mese (massimo due), per chi decide di investire a settembre 2021.

Petrolio pronto a salire sulle montagne russe

La Russia c’entra poco. Forse. Ad ogni modo, ciò che è certo è che il petrolio si prepara ad affrontare importanti movimenti di prezzo per via dell’incertezza sulle quantità di produzione. L’ultimo vertice OPEC (del primo settembre) ha visto un rapido dietrofront dopo l’iniziale intenzione di rallentare la produzione per sostenere il prezzo. Alla fine del summit, è stato deciso di aumentare la produzione ai livelli attuali senza dare troppe spiegazioni.

L’Uragano Ida ha influito, perché c’è un difficile recupero dell’Oil & Gas negli USA. La produzione verrà aumentata di 400 mila barili al giorno anche ad ottobre. C’è da chiedersi cosa succederà una volta che l’emergenza IDA sarà finita e la produzione USA tornerà ai suoi soliti livelli. La previsione più logica sarebbe quella di un ribasso del prezzo attuale, di circa 70 dollari.

Anche in questo caso, il trading sul petrolio è un investimento per il breve e brevissimo termine, adatto a chi cerca risultati in tempi rapidi a fronte di un livello di rischio più alto.

Per approfondire, leggi: Trading Petrolio, Guida per Investire al Rialzo e Ribasso

Su quali indici di borsa investire a settembre 2021?

Gli indici della borsa americana sono certamente quelli da tenere maggiormente sott’occhio, per quanto riguarda il mese di settembre 2021. In particolare, il NASDAQ 100, poiché si avvicina un mese critico, che ha prodotto nel 2020 una variazione al ribasso molto forte, sebbene per poi riprendere il trend rialzista.

Prezzo Nasdaq a settembre 2021

In questo momento, a inizio settembre, il NASDAQ 100 si trova al suo massimo storico. Tuttavia delle correzioni sono ricorrenti e settembre è uno dei momenti più critici, durante i quali si potrebbe registrare una correzione consistente, ideale per chi desidera negoziare al ribasso.

In termini di prezzo, il supporto del NASDAQ 100 è situato a quota 14.900, che potrebbe sembrare troppo basso rispetto ai 15.600 attuali (2 settembre 2021) ma in realtà, considerando le correzioni alle quali ci ha abituato negli scorsi mesi, tutto diventa più probabile.

Su quali ETF investire a settembre 2021

Per settembre 2021 ci sono cinque ETF da tenere in considerazione per una valutazione personale più approfondita. Si tratta di cinque ETF offerte da diverse società di gestione:

1. Vanguard S&P 500 ETF

2. Fidelity ZERO Large Cap Index

3. iShares Core S&P 500 ETF

4. SPDR S&P 500 ETF Trust

5. Schwab S&P 500 Index Fund

Per investire in ETF (quote ETF reali) si può procedere tramite la piattaforma eToro accedi da qui gratuitamente.

Preferisci copiare i TOP Trader?

Da oggi è possibile copiare automaticamente i migliori trader al mondo con la piattaforma di eToro. Scelgi i trader più performanti che vuoi copiare e replica con facilità le operazioni. Scopri come funziona

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here