Jeff Bezos vende azioni Amazon per 8,5 miliardi per diversificare

0
134
Bezos vende azioni Amazon

Jeff Bezos, il creatore di Amazon.com Inc., è recentemente tornato sotto i riflettori non solo per il suo ruolo tra le persone più ricche del mondo, ma anche per le sue astute manovre finanziarie.

Recentemente, Bezos ha venduto circa 50 milioni di azioni di Amazon, sfruttando la notevole crescita dell’azienda fin dalla sua fondazione. Questa vendita gli ha fruttato circa 8,5 miliardi di dollari e ha coinciso con il suo trasferimento a Miami, una mossa strategica che gli avrebbe permesso di risparmiare 600 milioni di dollari in tasse. Questa abile giocata finanziaria dimostra la sua capacità di gestire con maestria le complessità della gestione del patrimonio.

Le prossime mosse di Bezos

Con uno sguardo sempre rivolto al futuro, Bezos sta investendo parte della sua ricchezza in Blue Origin, la sua ambiziosa impresa di esplorazione spaziale. Questo cambio di focus dall’e-commerce al cosmo riflette la sua visione per l’innovazione e l’esplorazione, caratteristiche che hanno definito la sua carriera.

L’arte come bene rifugio

Esperto in denaro e successo, Bezos comprende il valore della diversificazione del portafoglio. Uno degli asset che mantiene un posto significativo nel suo portafoglio è l’arte. Sebbene spesso considerata un lusso o un investimento passionale, l’arte è sempre più riconosciuta per i suoi meriti finanziari, particolarmente come protezione contro l’inflazione.

Le tendenze indicano che, con rendimenti alti fino al 300%, non sorprende che questo asset sia la scelta di investimento di molti miliardari. Celebrità come Oprah, Madonna e DiCaprio hanno scelto l’arte, un asset alternativo che sta superando l’S&P 500.

I veicoli di investimento tradizionali sono soggetti alle incertezze della volatilità del mercato e alle pressioni inflazionistiche, ma l’arte, come bene tangibile, apprezza nel tempo e rimane in gran parte isolata dai cali di mercato immediati. L’interesse di Bezos per l’arte, sottolineato dall’acquisto di opere notevoli come “Hurting the Word Radio #2” di Ed Ruscha per 52,5 milioni di dollari e “Vignette 19” di Kerry James Marshall per 18,5 milioni di dollari, è una testimonianza della crescente valorizzazione dell’arte come strategia d’investimento sofisticata.

Perché Bezos investe in arte

La logica dietro la preferenza dell’arte come investimento si basa su diversi fattori chiave. Primo, l’arte come bene fisico non è direttamente legata ai mercati finanziari, il che significa che non reagisce alle fluttuazioni del mercato azionario nel breve termine. Questo distacco offre una protezione contro gli shock economici immediati, fornendo una forma di diversificazione del portafoglio che può mitigare il rischio.

Storicamente, il mercato dell’arte ha mostrato un forte apprezzamento, con alcuni segmenti che hanno superato gli investimenti tradizionali su lunghi periodi. Questo apprezzamento è guidato dalla natura unica e non replicabile di ogni pezzo, unita alla crescente domanda da parte di una base globale di collezionisti e investitori.

Per acquistare azioni Amazon e per fare trading al rialzo e al ribasso si può operare tramite le piattaforme incluse in questa tabella.

  • Broker: eToro
    Deposito Minimo: 50 €
    Licenza: Cysec 109/10
    • Adatto per principianti
    • Copia i migliori trader
    *Il 77% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando si scambiano CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se capite come funzionano i CFD e se potete permettervi di correre l'alto rischio di perdere il vostro denaro.
  • Broker:
    Deposito Minimo: No dep. min. €
    Licenza: Regolamentazione knf
    • 5800+ Strumenti disponibili
    • 0% commissioni azioni ed ETF
    *68,60% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here