eToro vs Trade.com: i due broker a confronto

0
3198
Confronto tra Trade.com e eToro

Abbiamo svolto una indagine per mettere a confronto eToro e Trade.com per capire quale fosse il miglior broker tra i due. In questo articolo trovi i risultati della nostra analisi, che si basa su tutti gli aspetti che più interessano ai trader: regolamentazione, sicurezza, piattaforma di trading, facilità d’uso, spread, commissioni, servizio clienti, app e tanto altro.

Evidenziamo subito che entrambi i broker sono regolamentati e autorizzati ad operare in Italia. La sicurezza e la regolamentazione vengono prima di ogni cosa. Su Giocareinborsa.com presentiamo esclusivamente broker regolamentati in Europa e gestiti da società iscritte al registro Consob. Questo per proporvi solo broker che presentino alti standard di qualità, sicurezza e trasparenza.

Se desideri provarle subito con un conto demo gratuito accedi qui a eToro oppure in alternativa puoi accedere qui a Trade.com.

Confronto tra eToro e Trade.com

Trade.comeToro
Data di fondazione20132007
RegolamentazioneCySECCySEC
TipologiaMarket MakerMarket Maker
StrumentoCFD, DMACFD,Azioni, Cripto
SpreadMedioMedio
Leva massima1:301:30
Asset negoziabili2000+2000+
CFD su cripto579
Vere cripto579
CFD su azioni1000+3000+
Vere azionino2000+
Deposito minimo100€50$
Trade minimoDipende dall’assetDipende dall’asset
Web Trader
App Mobile
MetaTrader 4No
Demo GratuitaSì – 10.000€Sì – 100.000€
Chat con utentiNo
Trailing Stop
Difficoltà utilizzoMediaFacile
Materiale formativoNoNo

Nella tabella di confronto possiamo evidenziare poche differenze ma importanti, soprattutto per gli utenti che preferiscono poter comunicare con gli altri utenti, oppure per gli utenti che desiderano operare con MetaTrader 4. eToro è sicuramente più semplice da usare e la sua piattaforma è facilmente utilizzabile anche dai principianti.

Importante: su eToro è possibile comprare azioni senza commissioni. Perciò se cercate un investimento a lungo termine, questa condizione è sicuramente conveniente. Pe iniziare potete iniziare da questa pagina ufficiale.

Entrambe le piattaforme non presentano materiale formativo ma per questo non c’è problema, perché puoi usare le nostre guide. Puoi consultare la nostra guida Investire con eToro, oppure la nostra guida al trading con Trade.com.

Infatti, possiamo vedere che eToro offre la possibilità di comunicare con gli altri utenti, mentre Trade.com non presenta tale funzionalità. A tal proposito, è bene evidenziare che eToro consente anche di copiare gli utenti esperti in automatico con la funzione di copy trading online. Si possono selezionare gli esperti che si desiderano e impostare un valore per l’investimento sulla copia.

Altra differenza è la possibilità di utilizzare MetaTrader 4. Alla piattaforma MT4 si può accedere tramite Trade.com, ma non tramite eToro. MetaTrader 4, lo ricordiamo, è una piattaforma di trading professionale, che si rivolge ad utenti intermedi ed esperti.

Altro punto interessante è quello relativo al deposito minimo. Trade.com richiede un deposito minimo di 100€, per ogni singolo deposito. Il deposito minimo di eToro è di soli 50$ (ovvero il corrispettivo in euro di 50 dollari).

Entrambi i broker consentono di investire sulle azioni, oltre che fare trading con CFD. Trade.com offre l’accesso al DMA (Direct Market Access) per diversi asset.

Trade.com vs eToro, regolamentazione

Regolamentazione eToro

Anche il broker eToro è regolamentato da CySEC (licenza n.109/10) ovvero lo stesso ente regolatore di Trade.com. La CySEC è un’autorità di vigilanza finanziaria con sede a Cipro (Unione Europea) e molti broker sono regolati da essa poiché molti di essi hanno sede proprio a Cipro (attratti dal fisco favorevole).

La società di eToro stata fondata a Tel Aviv nel 2007. Ad oggi conta centinaia di migliaia di clienti in tutto il mondo, Stati Uniti compresi. Infatti, a differenza della stragrande maggioranza dei broker operanti in Europa, eToro offre i suoi servizi anche negli USA. 

Per ulteriori informazioni su questo broker è possibile consultare la nostra recensione di eToro.

Regolamentazione Trade.com

Trade.com è regolamentato per l’Eurozona da CySEC (licenza n.227/14), l’autorità di vigilanza con sede a Cipro. Questa regolamentazione ha valenza anche per l’Italia.

Il broker Trade.com fa capo alla società Trade Capital Markets Ltd. Questa ha praticamente il lasciapassare relativo alla regolamentazione in mezzo mondo, ad esclusione di Giappone, Canada, USA, Belgio e altri paesi che sono soggetti a restrizioni come Corea del Nord, Libia, Sudan, Yemen, Siria e altri paesi di aree a giurisdizione ristretta.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare la nostra recensione di Trade.com.

Trade.com vs eToro: deposito minimo e trade

Deposito minimo Trade.com

Per il conto Micro, Trade.com richiede un deposito minimo di soli 100$. Si tratta di un deposito minimo medio, richiesto da altri grandi operatori del settore.

Il trade minimo, ovvero l’investimento minimo per singola operazione, dipende dall’asset sul quale si desidera negoziare. Generalmente, comunque, si parte da poche decine di euro.

Deposito minimo eToro

Come già visto in precedenza, eToro offre un deposito minimo sicuramente più conveniente rispetto alla media dei broker online e anche rispetto a Trade.com. Infatti, il deposito minimo richiesto da eToro per investire con denaro reale è di 50 dollari. Nel momento in cui si va ad effettuare il deposito, viene richiesto l’equivalente in euro di 50 dollari, che quindi generalmente equivale anche a meno di 50 euro.

Trade.com vs eToro: Piattaforme di Trading

Piattaforma di trading eToro

La piattaforma di trading eToro

La piattaforma di trading eToro si è offerta in 2 versioni:

  • Web trader
  • App di trading per mobile

Il webtrader di eToro offre una interfaccia piuttosto piacevole e non serve molto tempo per prendere confidenza con le sue funzionalità e le sue offerte d’investimento, che comunque sono tante. A tal proposito, è consigliabile farsi prima un “giro di prova” per scoprire tutte le sue sezioni, prima di procedere con l’investimento in modalità reale o la pratica in modalità demo.

Ad esempio, è importante studiarsi la pagina dedicata al copy trading, che sulla colonna sinistra è individuabile in “persone”. Nella sezione “persone” è possibile scegliere un trader da copiare, tra i tanti presenti sulla piattaforma. Per sceglierlo, è opportuno impostare i filtri come meglio si desidera. Per capire come funzionano i filtri, facciamo riferimento alla nostra guida con video tutorial sul copy trading.

Ad ogni modo, oltre alla funzione di copy trading, c’è da considerare tutta la struttura in chiave social di eToro, che infatti consente di comunicare con gli altri utenti proprio come su Facebook. Si possono creare post e commentare quelli degli altri. Considerando che c’è la possibilità di copiare qualcuno, si può preventivamente controllare i post di un trader prima di copiarlo, per vedere se fa o meno al proprio caso. Ad esempio, un buon trader da copiare pubblicherà ogni giorno o quasi le analisi tecniche o le informazioni riguardanti i propri investimenti.

Piattaforma di trading Trade.com

La piattaforma di trading Trade.com

Trade.com offre la propria piattaforma di trading in 2 versioni

  • Web trader
  • App di trading per dispositivi mobili
  • MetaTrader 4
  • MetaTrader 4 Mac

Al web trader di Trade.com si accede semplicemente effettuando il log in dalla sua pagina ufficiale, dopo essersi iscritti gratuitamente.

Come si può vedere dalla figura in alto, il web trader di Trade.com si presenta molto chiaro e ben organizzato. Sulla sinistra c’è la colonna in cui vengono elencate le categorie di asset negoziabili mentre al centro compare la lista specifica degli asset della categoria selezionata. Per trovare un asset basta selezionare la categoria e poi scegliere l’asset desiderato dall’elenco a centro pagina.

Al centro in basso si trova il grafico in tempo reale con i relativi pulsanti per l’analisi tecnica. Il grafico si può ovviamente anche allargare a tutto schermo. Il campo del grafico riporta il grafico in tempo reale dell’asset che si seleziona (con il tasto sinistro del mouse).

Sempre sulla parte sinistra della piattaforma sono situate le voci del conto di trading che comprendono anche il margine disponibile e il margine usato per le posizioni aperte.

Trade.com vs eToro: asset negoziabili

Asset negoziabili su eToro

Quali asset offre eToro per il trading

Su eToro si possono comprare azioni senza commissioni (vere azioni), vere criptovalute, e si può anche negoziare con CFD. Le azioni disponibili per l’acquisto sono oltre 2000, mentre le criptovalute sono 79. 

Su eToro si può fare anche trading con CFD su:

  • Forex: 49 cross del Forex
  • Azioni: oltre 3000 società quotate in borsa
  • Criptovalute: 79 criptovalute
  • Materie prime: 26 commodities
  • ETF: 300 fondi ETF
  • Indici: 20 indici di borsa

Tra i cross del Forex di eToro vi sono tutti i principali più alcuni secondarii. Sebbene siano meno di Trade.com (che comunque ne offre meno di altri broker come Plus500) l’offerta è comunque buona e copre le esigenze del trader medio.

Le azioni sono davvero tante, oltre 3000 e per questo sono state suddivise per settore. In modo da facilitare la loro individuazione e selezione.

  • settori includono: software, beni durevoli, tecnologia, vendita al dettaglio, servizi finanziari, med tech, intrattenimento, prodotti di consumo, manifatturiero, energia, trasporti, lavorazione, servizi media, minerali, utenze, telecomunicazioni, salute, edilizia, distribuzione, altro.
  • Gli scambi includono: NYSE, NASDAQ, Londra, Hong Kong, Francoforte, Parigi, Sidney, Zurigo, Stoccolma, Milano, Madrid, Amsterdam, Oslo, Copenhagen, Helsinki, Bruxelles, Lisbona, Arabia Saudita, Chicago, Mercati OTC.

Le materie prime di eToro comprendono petrolio, oro, argento, rame, gas naturale, platino, palladio, zucchero, cotone, cacao, grano, alluminio e nickel.

Le criptovalute negoziabili su eToro (asset sottostante e CFD) sono davvero numerose per essere un broker che offre anche CFD. Le crypto su eToro includono BitcoinEthereum, Build and Build, XRPCardanoPolygonDogecoinSolanaPolkadot, Shiba, Litecoin, Avalance, Tron, Uniswap, Cosmos, Chainlink ecc. 

Asset negoziabili su Trade.com

Su Trade.com si può negoziare su azioni e CFD su:

  • Forex: 55 coppie valutarie
  • Azioni: oltre 2000 azioni
  • Criptovalute: 5 criptovalute
  • Materie prime: 23 materie prime
  • ETF: 50 fondi
  • Indici: 26 indici

Gli asset del Forex di Trade.com includono oltre 55 coppie valutarie che oltre ad includere i principali cross del mercato primario, comprendono anche le coppie minori ed esotiche.

Il paniere di azioni offerto da Trade.com è molto ampio e comprende oltre 2000 titoli azionari. Su questi si può negoziare tramite CFD, ma come dicevamo anche in precedenza, Trade.com presenta anche l’opzione DMA per l’accesso al mercato il trading diretto sul mercato.

Trade.com presenta una delle offerte più ampie di materie prime viste finora tra i broker da noi menzionati, con oltre 20 materie prime.

Va un po’ peggio per le criptovalute poiché su Trade.com sono solo 5: Bitcoin, Bitcoin Cash, Dash, Ethereum, Litecoin.

Spread Trade.com e eToro a confronto

Vediamo ora una tabella comparativa degli spread applicati ad alcune delle coppie valutarie più negoziate.

Trade.comeToro
EUR/USD3 pips1 pip
USD/JPY3 pips1,1 pips
GBP/USD3 pips2 pips
EUR/GBP4 pips1,2 pips
EUR/JPY4 pips2,1 pips
Valutazione Spread8/108/10

Tra i due broker, eToro offre gli spread più convenienti. Abbiamo notato lo stesso livello di convenienza in Plus500 .

Overnight Trade.com e eToro a confronto

La percentuale di overnight che viene applicata giornalmente (quindi 3 volte nel weekend).

Vediamo un po’, nel confronto tra Trade.com e eToro, come si comportano con l’overnight.

  • Trade.com (posizioni acquisto): -0,0181%;
  • eToro (posizioni acquisto): -0,0001%
  • Trade.com (posizioni vendita): -0,0047%
  • eToro (posizioni vendita): +0,000037%

Facciamo notare che queste percentuali possono variare di giorno in giorno in base al mercato, ma comunque non si vanno a distanziare molto dal dato qui inserito. L’importante, ai fini del confronto, era di prenderli nello stesso momento.

Trade.com vs eToro: commissioni e prelievi

Commissioni e Prelievi su Trade.com

Trade.com è molto trasparente per quanto riguarda le informazioni sulle tariffe aggiuntive (ovvero quelle che si aggiungono allo spread). Questo gli fa onore rispetto ad altri broker che invece tengono queste informazioni un po’ nascoste. Nella pagina relativa alle commissioni sono bene elencate:

  • Commissioni overnight: come abbiamo visto, sono delle commissioni per il passaggio al giorno di contrattazione successivo
  • Commissioni di cambio: si applicano nel momento in cui valuta del conto sia diversa dalla valuta quotata dell’attivo sottostante che viene negoziato
  • Tassa di inattività: si tratta di una tassa che tutti i broker applicano ma che non rendono molto trasparente. In pratica, quando non si effettuano operazioni di trading per più di 90 giorni, Trade.com addebita una tassa mensile. Per i conti inattivi da oltre 12 mesi, viene addebitata una tassa annuale.

Un fattore decisamente positivo: non vi è alcuna commissione applicata a depositi e prelievi. Queste operazioni, infatti, sono tutte coperte da Trade.com.

Per effettuare depositi e prelievi si possono utilizzare diversi metodi, tra cui tutte le principali carte di credito e di debito. A queste si aggiungono strumenti di pagamento online come Skrill e Neteller.

I metodi di pagamento di Trade.com

Commissioni e Prelievi su eToro

Le commissioni di eToro richiedono un attimino di attenzione poiché tende ad avvantaggiare gli utenti che ne fanno meno. Infatti, vi è una commissione a prelievo. A tal proposito, facciamo notare che per le posizioni long (acquista) senza leva di criptovaluta, azioni ed ETF non vengono eseguite come CFD.

Tra le modalità di prelievo disponibili vi sono carte di credito (VISA, Mastercard, Diners, Visa Electron, Maestro), di debito (Postepay), portafogli elettronici (Paypal, Neteller, Skrill), Rapid Transfer, Bonifico Bancario,Sofort, Online Banking, China UnionPay.

Conclusione: Trade.com o eToro, qual è il migliore?

Tiriamo ora le somme di quanto visto finora in questo confronto e vediamo quale tra i due broker, eToro e Trade.com, è il migliore.

Allora, in quanto a spread, abbiamo visto che più o meno si equilibrano, perciò possiamo ritenerli pari sotto quel punto di vista.

A livello di piattaforme, se da una parte Trade.com offre la possibilità di accedere a MT4 (cosa che farà piacere ai trader esperti), dall’altra eToro consente di copiare automaticamente con il copy trading. Ma allora eToro è buona solo per i principianti? Assolutamente no. Infatti, per gli esperti che riescono a farsi copiare, eToro prevede dei compensi niente male.

Passiamo agli asset. Si può dire che anche in questo c’è equilibrio, anche se va detto che eToro offre molte più criptovalute.

A commissioni, Trade.com è un po’ meglio, poiché eToro invece richiede una commissione per il prelievo. E’ vero, recupera un po’ in overnight, ma comunque è poca cosa. E’ consigliabile effettuare meno prelievi possibile, con eToro. Ad ogni modo, va detto che per i servizi che offre eToro, il costo del prelievo non risulta poi così elevato. La possibilità di copiare trader esperti è una buona compensazione.

E quindi? Chi vince? Con uno scarto abbastanza netto, vince eToro, poiché mentre Trade.com è più adatto a chi desidera un trading classico (CFD o DMA), vere criptovalute e consente di comunicare con altre persone e quindi è per chi preferisce anche l’aspetto social. Inoltre, eToro consente di copiare in automatico le operazioni dei trader esperti, sicuramente un’opzione non di poco conto.

Vi ricordiamo che per delle istruzioni complete con video tutorial ci sono le nostre guide gratuite:

Preferisci copiare i TOP Trader?

Da oggi è possibile copiare automaticamente i migliori trader al mondo con la piattaforma di eToro. Scelgi i trader più performanti che vuoi copiare e replica con facilità le operazioni. Scopri come funziona

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here